Lunedì 11 Novembre 2019 | 21:18

NEWS DALLA SEZIONE

Puglia
Influenza, primi due casi a Bari: colpiti due bambini. Il ceppo è quello dei vaccini in uso

Influenza, primi due casi a Bari: colpiti due bambini. Il ceppo è quello dei vaccini in uso

 
nel Barese
Mola di Bari, nasce ambulatorio infermieristico: struttura intitolata al dottor Pesce, «medico dei poveri»

Mola di Bari, ambulatorio infermieristico intitolato al dottor Pesce, «medico dei poveri»

 
dalla Procura
Soldi per estrarre petrolio in Africa e America, truffato avvocato barese: indagato ingegnere

Soldi per estrarre petrolio all'estero, truffato avvocato barese: indagato ingegnere

 
nel Barese
Altamura, appartamento trasformato in bazar di droga e ordigni artigianali: 3 arresti

Altamura, appartamento trasformato in bazar di droga e ordigni artigianali: 3 arresti

 
cibo
Allarme da Gravina: «Il fungo cardoncello è a rischio estinzione»

Allarme da Gravina: «Il fungo cardoncello è a rischio estinzione»

 
l'inchiesta
Bari, «Se spacci guadagni fino a 800 euro a settimana»: i clan assoldano intere famiglie

Bari, «Se spacci guadagni fino a 800 euro a settimana»: i clan assoldano intere famiglie

 
l'operazione
Bari, GdF sequestra al porto 196 carte d'identità in bianco, destinate alla criminalità albanese

Bari, GdF sequestra al porto 196 carte d'identità in bianco, destinate a criminalità albanese

 
nel Barese
Valenzano ha un nuovo sindaco: Romanazzi eletto al primo turno

Valenzano ha un nuovo sindaco: Romanazzi eletto al primo turno

 
nel Barese
Monopoli, Polizia Locale scopre auto di un imprenditore con pass disabili falso

Monopoli, Polizia Locale scopre auto di un imprenditore con pass disabili falso

 
i dati
Bari, uccisi 9 pedoni da gennaio, 600 multe per i telefoni alla guida

Bari, uccisi 6 pedoni da gennaio, 600 multe per i telefoni alla guida

 
le orme
Dinosauri? Passarono anche da Gravina

Dinosauri? Passarono anche da Gravina

 

Il Biancorosso

dopo il derby
Vivarini guarda la classifica: «Dobbiamo alzare il passo»

Vivarini guarda la classifica: «Dobbiamo alzare il passo»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaOmicidio
Faida garganico, boss Ricucci ucciso a fucilate sotto a casa a Monte S. Angelo

Mafia garganica, boss Ricucci ucciso a fucilate sotto a casa a Monte S. Angelo

 
BariPuglia
Influenza, primi due casi a Bari: colpiti due bambini. Il ceppo è quello dei vaccini in uso

Influenza, primi due casi a Bari: colpiti due bambini. Il ceppo è quello dei vaccini in uso

 
MateraAllerta meteo
Maltempo, sindaco Matera ordina chiusura scuole martedì

Maltempo, sindaco Matera ordina chiusura scuole martedì

 
Tarantonel Tarantino
Grottaglie, in aeroporto trovato ordigno bellico inesploso

Grottaglie, in aeroporto trovato ordigno bellico inesploso

 
Lecceidee in cucina
Solidarietà a Balotelli: a Lecce nasce il «pasticciotto nero»

Solidarietà a Balotelli: a Lecce nasce il «pasticciotto nero»

 
BatLa denuncia
Andria, è allarme furti in ospedale

Andria, è allarme furti in ospedale

 
Brindisiil cantiere
Brindisi, ordigno bellico durante lavori al multisala: piano evacuazione per 50mila persone

Brindisi, ordigno bellico durante lavori al multisala: piano evacuazione per 50mila persone

 
Potenzail rapporto
Fabbisogni standard: Basilicata tra gli ultimi

Fabbisogni standard: Basilicata tra gli ultimi

 

i più letti

tecnologia

Bari, arriva Pepper, robot sociale che gioca con i bambini

Il Dipartimento di Informatica lavora anche per aiutare a curare i bimbi autistici

Bari, arriva Pepper, robot sociale che gioca con i bambini

Si chiama Pepper, è alto un metro e 20 centimetri e non ha età. Se lo si interroga, però, risponde di avere 5 anni (visto che è stato progettato un lustro fa). Se poi gli si chiede il genere, replica di non sapere se è maschio oppure femmina per il semplice motivo che non è umano, anche se il suo compito è interagire con le persone.
Pepper, infatti, è un robot sociale (sebbene abbia anche altre applicazioni) adottato dal team del Dipartimento di Informatica dell'Università di Bari. Il direttore Donato Malerba lo ha voluto fortemente. Anzi, li ha voluti, visto che ne sono stati acquistati due (17mila euro di spesa per ciascuno).

Ad occuparsene in maniera specifica sono però alcuni ricercatori, a cominciare dalla professoressa Berardina Nadja De Carolis, docente di Progettazione dell'Interazione con l'utente e Sistemi ad Agenti, responsabile del laboratorio di ricerca sulle Interfacce Intelligenti (IntInt Lab).
Tempo fa è stata contattata informalmente dal Pediatrico di Bari perché dal reparto di Oncologia ritengono che i bambini possano essere entusiasti dell'incontro con Pepper.
«Mi piacerebbe molto - afferma De Carolis -. Non c'è niente di ufficiale, ma stiamo lavorando perché in quel caso vorremmo che il robot sia pronto per interagire con i piccoli pazienti».

I robot sociali sono robot autonomi capaci di svolgere compiti più o meno complessi nel mondo reale. Per fare questo però devono essere in grado di instaurare relazioni sociali con le persone, riconoscendo la situazione in cui si trovano.
«Noi del Dipartimento - spiega De Carolis - abbiamo esperienza nel settore dell'intelligenza artificiale. Su Pepper, che è il “corpo” giusto, stiamo sperimentando ciò che abbiamo acquisito negli altri settori. Siamo partiti da programmi che facessero in modo che il robot, utilizzando algoritmi di deep learning, si rendesse conto del contesto e riconoscesse i comportamenti umani».

«Un robot sociale, quindi, deve essere in grado di riconoscere la situazione in cui si trova, capire e mostrare le emozioni, avere capacità di conversazione simili a quelle umane, seguendo norme sociali appropriate al ruolo. Rispetto al riconoscimento delle emozioni siamo all'avanguardia, stiamo cercando di migliorare in ambienti in cui l'interazione avviene senza controlli, liberamente».

Pepper, ad esempio, ha già conosciuto molti bambini, affascinati dalle sue storie. «Erano entusiasti dello storytelling interattivo - ricorda De Carolis - perché si facevano raccontare da Pepper una storia diversa, a seconda dei loro desideri, e ciò aiuta gli psicologi e gli insegnanti a comprendere se ad esempio ci sono delle problematiche da approfondire. I campi di applicazione sono dunque innumerevoli: per le scuole ad esempio Pepper ha la possibilità di fare compiti abbastanza complessi. Abbiamo pensato con la collega Veronica Rossano un'applicazione per il coding: può ascoltare gli alunni e dare suggerimenti per attuare la strategia più corretta. Ma ce ne è un'altra per la sostenibilità ambientale: la scommessa è che Pepper insegni ai bimbi a riciclare correttamente. Usando un algoritmo di visione artificiale (qui l’esperta è Giovanna Castellano, ndr), che gli fa riconoscere il materiale e poi il cestino dove gettare il rifiuto, abbiamo indotto il robot a giocare con i bimbi: facevano a gara per sfidarlo e trovare oggetti difficili da differenziare. Insomma, è un grande strumento di apprendimento, di intrattenimento e anche di marketing. Una azienda barese ce lo ha chiesto per un imminente evento in Fiera. Nel campo dell'assistenza terapeutica, poi, il sistema sanitario potrebbe avere vantaggi enormi, anche economici».

La ambizione di Berardina Nadja De Carolis è creare un robot economico che possa essere a disposizione di tutti i bambini che abbiano bisogno di sostegno, ad esempio nelle case dei piccoli autistici. «Se pensiamo - continua - che ciascun bimbo affetto da sindrome dello spettro autistico ha bisogno di una terapia individuale, si comprende quanto possa essere efficace utilizzare un robot. Accelera il processo analizzando i dati raccolti in modo da modificare la terapia in caso di necessità. Può percepire quante volte l'autistico ha guardato il robot: prima una volta, poi due e così via. Il problema di chi ne è affetto è la relazione sociale. Il robot può insegnargli, tanto per dirne una, come ci si comporta alle feste di compleanno. In questo momento, però, i costi sono elevati, sebbene ci siano start up che forniscono il servizio con tariffe accessibili, compresa quella di un nostro studente. A breve, inoltre, faremo un esperimento sulla demenza cognitiva degli anziani. Infine, una cosa è certa: i robot sociali e l'intelligenza artificiale saranno sempre più presenti nella nostra vita quotidiana».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie