Sabato 20 Luglio 2019 | 10:02

NEWS DALLA SEZIONE

L'annuncio
Sophia Loren riceverà le chiavi della città di Bari

Sophia Loren riceverà le chiavi della città di Bari

 
Le aggressioni al San Paolo
Bardi, ordinavano cena online e rapinavano fattorini: arrestato un neo-18enne

Bari, ordinavano la cena e rapinavano i fattorini: arrestato neo-18enne

 
Società fallì nel 2011
Bancarotta, Riesame restituisce 1mln di euro a imprenditore barese Degennaro

Bancarotta, Riesame restituisce 1mln di euro a imprenditore barese Degennaro

 
Lirica
Bari, nel 2020 al Petruzzelli arriva Riccardo Muti: le anticipazioni della stagione

Bari, nel 2020 al Petruzzelli arriva Riccardo Muti: le anticipazioni della stagione

 
L'anniversario
Strage via D’Amelio, a Bari un giardino intitolato all'agente di scorta Loi

Strage via D’Amelio, a Bari un giardino intitolato all'agente di scorta Loi

 
Liquami in mare
Torre Quetta, revocato divieto di balneazione: ok le analisi di Arpa Puglia

Torre Quetta, revocato divieto di balneazione, Decaro contro Aqp: «Basta disservizi»

 
Gli arresti
Tre rapine in tre mesi a Bitonto: due giovani in manette

Tre rapine in tre mesi a Bitonto: due giovani in manette

 
I controlli
Lavoro nero, blitz dei cc a Palese e Santo Spirito: multati 2 lidi

Lavoro nero, blitz dei cc a Palese e Santo Spirito: multati 2 lidi

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Cornacchini aspetta altri rinforziIl Bari va a caccia di difensori

Cornacchini aspetta altri rinforzi
Il Bari va a caccia di difensori

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'annuncio
Sophia Loren riceverà le chiavi della città di Bari

Sophia Loren riceverà le chiavi della città di Bari

 
BrindisiBottino di 25mila euro
Colpo al mobilificio in pieno giorno nel Brindisino: arrestato 57enne latitante

Colpo al mobilificio in pieno giorno nel Brindisino: arrestato 57enne latitante

 
TarantoAl rione Salinella
Taranto, uccisero pregiudicato sparando tra la gente: 20 anni a 2 fratelli

Taranto, uccisero pregiudicato sparando tra la gente: 20 anni a 2 fratelli

 
PotenzaL'incidente
Teana, travolto da trattore mentre lavorava i campi: morto 77enne

Teana, travolto da trattore mentre lavorava i campi: morto 77enne

 
LecceL'evento
Otranto, il Faro di Punta Palascìa apre al pubblico

Otranto, il Faro di Punta Palascìa apre al pubblico

 
MateraIl progetto
Huwaei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

Huawei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

 
BatL'istanza
Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

 

i più letti

Il caso

Bari, chiude il cinema Abc, davanti spuntano sedie e tavolini: controlli

La sala ha chiuso i battenti lo scorso 12 aprile. Protestano i residenti

Bari, chiude il cinema Abc, davanti spuntano sedie e tavolini: controlli

foto inviata dai residenti

Il presentimento era nell'aria, ma nessuno ha pensato che sarebbe potuto accadere così presto. Spente le luci e sbarrato l’accesso, davanti all’ingresso della sala d’autore Abc sono comparsi tavolini e sedie per consumare pizza e birra. Ieri sera la squadra dell’annona della Polizia locale ha avviato i controlli. Lo scatto pubblicato sulla pagina Facebook da Terry Marinuzzi, componente del direttivo della Rete civica urbana di San Girolamo, Fesca, Marconi e San Cataldo, ha sollevato un coro di indignazioni e di proteste. E ha spinto il Comune a fare una serie di verifiche per capire se quei tavolini di plastica siano stati sistemati sul piazzale in maniera abusiva.


Scrive Terry Marinuzzi: «La chiusura di un cinema non impoverisce solo culturalmente una comunità. La sospensione dell'attività di un contenitore culturale espone quella stessa comunità a fenomeni di abuso e ad illeciti. È questione di rispetto delle regole, di rispetto del decoro urbano, di rispetto dello spazio pubblico. La proprietà privata non è un diritto assoluto se si traduce in un danno per la collettività e un cinema non può essere considerato alla stregua di qualunque attività di carattere commerciale».
Dal 12 aprile l’Abc ha sospeso l’attività. L’associazione «La giusta causa» aveva manifestato l’intenzione di promuovere una forma di tesseramento e di mettere in campo altre azioni per salvare il cinema. Sono passati due mesi, ma non è accaduto niente. L’appello ad un confronto pubblico chiesto dall’associazione ai gestori è caduto nel vuoto. Solo generiche dichiarazioni di intenti.
Molti residenti del quartiere confidano in un nuovo corso. Finora nessuno ha annunciato progetti di rilancio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie