Giovedì 27 Giugno 2019 | 09:09

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Minacce su Facebook al sindaco di Mola: braccato l’autore

Minacce su Facebook al sindaco di Mola: braccato l’autore

 
Nei pressi del San Nicola
Bari, 59enne travolta mentre va al concerto: perde una gamba, è in coma

Bari, una 59enne travolta mentre va al concerto: perde una gamba, è grave

 
A Japigia
Bari, morti da roghi ex discarica: famiglie si oppongono ad archiviazione

Bari, morti da roghi ex discarica: famiglie si oppongono ad archiviazione

 
Lo scontro finale
Università, elezioni rettore: sfida a due tra Bronzini e Bellotti

Bari, elezioni nuovo Rettore: sfida a due tra Bronzini e Bellotti

 
Vandalismo
Torre a Mare, vandali in azione al chioschetto della p.zza del Porto

Torre a Mare, vandali in azione al chiosco della piazza del Porto

 
Il caso
Ruvo, gli chiedono indicazioni stradali poi lo picchiano e gli rubano l'auto: un arresto

Ruvo, gli chiedono indicazioni stradali poi lo picchiano e gli rubano l'auto: un arresto

 
Estate
Ondata di caldo a Bari, venerdì giornata da bollino rosso

Ondata di caldo a Bari, venerdì giornata da bollino rosso

 
La manifestazione sabato
Bari Pride 2019: ponte Adriatico e fontana di p.zza Moro diventano arcobaleno

Bari Pride 2019: ponte Adriatico e fontana piazza Moro diventano arcobaleno

 
In via Campione
Bari, rapina in banca: minaccia cassiere con taglierino poi scappa con l'incasso

Bari, rapina in banca armato di taglierino: scappa con l'incasso

 
Comune di Bari
Ba29, poche candidature? «L’Isee è troppo basso»

Ba29, poche candidature? «L’Isee è troppo basso»

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Machach, talento francese del Napoliè l'ultima idea intrigante del Bari

Machach, talento francese del Napoli è l'ultima idea intrigante del Bari

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Minacce su Facebook al sindaco di Mola: braccato l’autore

Minacce su Facebook al sindaco di Mola: braccato l’autore

 
LecceIl caso
Lecce, ergastolano tenta di uccidere compagno di cella: è in coma

Lecce, ergastolano tenta di uccidere compagno di cella: è in coma

 
FoggiaLa tragedia
Foggia, muore infilzato nel cancello della Sapienza: in centinaia ai funerali

Foggia, muore infilzato nel cancello della Sapienza: in centinaia ai funerali

 
Potenza Graduation day Unibas
Potenza, la Giornata del laureato in stile college: 130 nuovi "dottori"

Potenza, la Giornata del laureato in stile college: 130 nuovi "dottori"

 
TarantoIl siderurgico
Taranto, la minaccia di Mittal: «Senza immunità, a settembre si chiude»E intanto parte il Cig per 1400 operai

Taranto, la minaccia di Mittal: «Senza immunità, il 6 settembre si chiude». Di Maio: no a ricatti. Salvini: no chiusura

 
GdM.TVIl rogo
Torre Guaceto, incendio minaccia la Riserva:  interviene il Canadair

Torre Guaceto, incendio minaccia la Riserva: distrutti tre ettari

 
MateraGiustizia
Potenza-Matera, scoppia la guerra delle toghe

Potenza-Matera, scoppia la guerra delle toghe

 
BatIl caso
Barletta, tentano di rubare la pensione ad anziana: arrestati

Barletta, tentano di rubare la pensione ad anziana: arrestati

 

i più letti

Ennesimo consiglio flop

Bari, al Comune si parla di emergenza lavoro: ma l'aula è deserta

Solo in 13 presenti: oltre ai consiglieri del centrodestra e i due pentastellati solo quattro della maggioranza, assenti gli altri 22

Bari, al Comune di parla di emergenza lavoro: ma l'aula è deserta

Il tema doveva essere l'emergenza lavoro e l'obiettivo varare due proposte di incentivo alle assunzioni alle imprese che assumono giovani disoccupati. Ma alla chiamata  del centrodestra - in 7 i consiglieri che hanno presentato una seduta monotematica - la maggioranza ha risposto con numeri da elemosina (quattro: Maiorano, Bronzini, Contursi, D'Amore) giusto per garantire il numero legale ed evitare di offrire su un piatto d'argento all'opposizione un motivo di critica su un argomento così spinoso. E così dai 13 consiglieri iniziale presenti il numero si è assottigliato a nove consentendo così di non votare neanche una delibera che avrebbe avuto un significato e nessun effetto pratico.

L'aula deserta (a 50 giorni dall'ultima seduta) parla da sè. I lavori - iniziati alle 17 - sono stati aperti dal consiglieri di Forza Italia, Giuseppe Carrieri, che ha ricordato qualche numero sul dramma lavoro a Bari: oltre il 20,3% il tasso di disoccupati, il 55% quello dei giovani under 29 (uno su due) e un trend negativo infinito negli ultimi 10 anni (nel 2007 il tasso di disoccupazione era al 10%). Carrieri ha proposto, a nome del gruppo dei consiglieri di centrodestra, due atti: il primo, esenzioni totali dal pagamento della Tari e riduzioni dell'Imu per 3 anni per le imprese che assumono giovani e donne disoccupate baresi; il secondo, la previsione nei bandi comunali per lavori pubblici superiori a 250 mila euro, di premialitá di punteggio e incentivi tributari per chi si impegna ad assumere disoccupati baresi per la realizzazione delle opere appaltate. Sul punto ha evidenziato anche come troppo spesso, e frequentemente, gli appalti vengono vinte da imprese napoletane.

Per Sabino Mangano, del Movimento 5 stelle «ben vengano le proposte» ma propone un ragionamento al contrario, partendo dagli strumenti messi a disposizione dal Governo con il reddito di cittadinanza e sulla «straordinaria opportunità a  partire dal 6 marzo (data di iscrizione on line al reddito di cittadinanza, ndr)». Pasquale Di Rella, portavoce di una sua lista civica in coalizione con il centrodestra, punta l'indice contro il tentativo dell'amministrazione di neutralizzare gli effetti della delibera con una serie di pareri tecnici contrari (tranne quella del direttore della Ripartizione attività economiche) «che in una delibera di indirizzo non sono richiesti, quindi «il parere - ha aggiunto Di Rella - non deve essere sventolato come forma di contrapposizione politica». Michele Picaro (Lega) si sofferma sulla risposta dell'aula ai problemi della città. «Da gennaio a oggi, su 6 consigli comunali 5 sono andati deserti. Da gennaio 2018, le sedute sono state 78, di cui solo 41 sono risultate valide mentre le altre (37) sono andate deserte». Michele Caradonna (Fratelli d'Italia) si è soffermato su «commercio e sui negozi che chiudono».

Marco Bronzini (Pd) spegne la polemica sull'assenza del sindaco ricordando come alla prima convocazione (ieri) Decaro fosse presente - anche se comunque non c'era il numero legale - concentrandosi sui numeri della minoranza (presente a metà) e considerando la proposta di «premialità proposta da Carrieri per quelle imprese che assumono residenti da cinque anni come una pericolosa deriva». Sulla riduzione della fiscalità invece, lo ritiene poco significativo tenuto conto degli sgravi già offerti dalle norme vigenti.

Dopo due ore di dibattito, al momento di votare in aula sono rimasti in nove: 4 hanno votato a favore (Carrieri, Di Rella, Caradonna e Picaro), tre contro (Bronzini, Contursi e Losito) e due astenuti (D'Amore e Colella).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie