Domenica 16 Giugno 2019 | 14:42

NEWS DALLA SEZIONE

Dopo la demolizione
Bari, Punta Perotti suoli da restituire «Lì è un abuso il parco pubblico»

Bari, Punta Perotti suoli da restituire «Lì è un abuso il parco pubblico»

 
Lieto evento
Torre Quetta, si schiudono le uova di fratini: ecco i 6 "cuccioli"

Torre Quetta, si schiudono le uova di fratini: ecco i 6 "cuccioli"

 
Tecnologia
Gravina, parcheggi a pagamento? Incubo finito: si paga con un'app

Gravina, parcheggi a pagamento? Incubo finito: si paga con un'app

 
Disagi in città
Bari, ponte di via Traiano: scaletta è inagibile ma si passa lo stesso

Bari, ponte di via Traiano: scaletta è inagibile ma si passa lo stesso

 
Sul tratto Bari-Putignano
Fse, lavori sulle rete ferroviaria da domani chiuse 8 stazioni

Ferrovie Sud Est, lavori sulle rete ferroviaria: da domani chiuse 8 stazioni

 
Il progetto
Bari, Goldman Sachs investe nella musica lirica per aiutare ragazzi a rischio

Bari, Goldman Sachs investe nella musica lirica per aiutare ragazzi a rischio

 
Puglia Food Award 2019
Puglia, l'oscar delle eccellenze agroalimentari vinto dal miele di BeeGold

Puglia, l'oscar delle eccellenze agroalimentari vinto dal miele di BeeGold

 
Il vademecum
Vacanze prenotate online, 8 consigli della polizia postale per evitare le truffe

Vacanze prenotate online, 8 consigli della polizia postale per evitare le truffe

 
Il concerto
In 25mila per Ligabue al S.Nicola: una carriera di rock ed emozioni

In 25mila per Ligabue al S.Nicola: una carriera di rock ed emozioni

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Il Monopoli sulle tracce di Barretoriparte dalla Puglia l'avventura ?

Il Monopoli sulle tracce di Barreto, riparte dalla Puglia l'avventura ?

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceI controlli
Lecce, nascondeva cocaina e marijuana sul terrazzo e pistola in camera: arrestato

Lecce, nascondeva cocaina e marijuana sul terrazzo e pistola in camera: arrestato

 
TarantoL'annuncio
Taranto, pompiere morto in servizio: il distaccamento sarà a suo nome

Taranto, pompiere morto in servizio: il distaccamento sarà a suo nome

 
HomeSport
Vela, regata Brindisi-Corfù: il vento sposta traguardo a Merlera

Vela, regata Brindisi-Corfù: il vento sposta traguardo a Merlera

 
MateraL'annuncio dell'ANAS
Viabilità, arriva lo spartitraffico sulla Basentana

Viabilità, arriva lo spartitraffico sulla Basentana

 
PotenzaLa richiesta
S. Carlo di Potenza, l’ira degli esclusi al concorso per infermieri

S. Carlo di Potenza, l’ira degli esclusi al concorso per infermieri

 
FoggiaL'atto di accusa
Foggia, case a luci rosse: 50 euro al giorno d'affitto per prostituirsi

Foggia, case a luci rosse: 50 euro al giorno d'affitto per prostituirsi

 
BatTragedia sfiorata
Sedicenne cade a Trani dal muro della Villa sul mare: paura e fratture

Sedicenne cade a Trani dal muro della Villa sul mare: paura e fratture

 

i più letti

Dopo il Riesame

Botte ai bimbi autistici a Noicattaro: scarcerate 3 educatrici

Una quarta resta ai domiciliari

Botte ai bimbi autistici a Noicattaro: scarcerate 3 educatrici

Sono state scarcerate tre della quarto educatrici arrestate il 12 gennaio scorso su disposizione della magistratura barese per maltrattamenti su bambini autistici. Il Tribunale del Riesame ha accolto i ricorsi dei difensori di Rosa Stolfa e Letizia Lopedote, gli avvocati Vita Torroni, Davide Bellomo e Guglielmo Starace, revocato la misura degli arresti domiciliari sia per carenza di esigenze cautelari che di gravi indizi. Per Rosalba Lovicario, difesa da Luca Colaiacomo e Salvatore D’Aluiso, i giudici hanno disposto l'interdizione per un anno.
In sede di interrogatori di garanzia, le indagate avevano dichiarato che le condotte ritenute maltrattamenti, erano tecniche terapeutiche di contenimento usate per calmare i bambini. Stando alle indagini della Procura di Bari, nei confronti di nove bambini che frequentavano l’Istituto Psicomedico S. Agostino di Noicattaro (Bari), sarebbero stati documentati con video decine di episodi di presunti maltrattamenti, nei quali i bambini venivano legati alle sedie con le braccia bloccate dietro la schiena e messi a tacere quando urlavano e piangevano con fazzoletti sulla bocca fino quasi a non respirare, schiacciati contro il muro, sul banco o sul pavimento.
Alle tre insegnanti oggi rimesse in libertà sono contestati in totale una decina di episodi, mentre alla quarta educatrice, tuttora agli arresti domiciliari, sono attribuiti più di cinquanta episodi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400