Sabato 25 Settembre 2021 | 10:57

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Da aprile una mostra in Puglia

Picasso, i colori
e l'altra metà del cielo

Si terrà a Martina Franca, Ostuni e Mesagne. Anche con le immagini di Capa

Picasso, i colori e l'altra metà del cielo

di Maria Grazia Rongo

L’altra metà del cielo di Pablo Picasso è in Puglia. La regione del mare e del sole che tanto somiglia alla sua Spagna si prepara infatti ad accogliere una grande mostra dedicata al genio dell’artista iberico, raccontato attraverso il suo sguardo sulle donne e quello che le donne che lo hanno amato e conosciuto hanno avuto su di lui. «Picasso. L’altra metà del cielo» è il titolo del progetto espositivo che dal 24 aprile al 4 novembre 2018 interesserà tre cittadine pugliesi, Martina Franca, in provincia di Taranto, Ostuni e Mesagne, nel Brindisino, allestite in tre palazzi storici quali Palazzo Ducale a Martina, Palazzo Tanzarella a Ostuni e il castello a Mesagne.

Una mostra diffusa in un territorio accogliente, che rappresenta uno dei fiori all’occhiello della proposta turistica made in Puglia, e che ora punta al grande evento culturale per risultare ancora più attrattiva.

Ieri mattina a Bari, nel Grande Hotel delle Nazioni, la presentazione del progetto a cura dell’associazione culturale «Metamorfosi» con il supporto organizzativo e logistico di Federalberghi Puglia e Federalberghi Brindisi, e del consorzio di operatori turistici pugliesi «Welcome in Puglia». Sono intervenuti, Loredana Capone, assessore regionale al Turismo e all’Economia della Cultura, Pietro Folena, presidente di Metamorfosi, Pierangelo Argentieri, vicepresidente Federalberghi Puglia e presidente di Welcome In Puglia, e gli amministratori dei comuni coinvolti, il sindaco di Mesagne, Pompeo Molfetta, l’assessore alla Cultura di Martina Franca, Antonio Scialpi, e l’assessore a Turismo e Cultura di Ostuni, Vittorio Carparelli.

«Si tratta di un progetto lodevole che coniuga la qualità della proposta a quella del territorio e alla sua accoglienza – ha detto Capone -. Sarà sicuramente un grande evento che farà parlare della Puglia in tutta Italia e all’estero». Folena ha illustrato l’esposizione diffusa, curata da Francesco Gallo Mazzeo, che conterà circa trecento opere, e precisamente 3 olii, 159 grafiche, 35 ceramiche e un disegno di Picasso, un acquerello dell’artista e compagna di vita Dora Maar, e 19 grafiche di un’altra importantissima figura femminile nella vita dell’artista, Francoise Gilot. In più ci saranno un’ottantina di fotografie firmate da Edward Quinn e 8 immagini di Robert Capa. «Con questa grande mostra inauguriamo un percorso che speriamo possa durare nel tempo – ha commentato Folena – e la cui prima sfida si fonda sull’opera di un maestro assoluto». Argentieri ha quindi spiegato che il progetto nasce «dall’idea di un nuovo modo di pensare alla fruizione degli spazi coniugandola al territorio».

Gli amministratori di Martina Franca, Ostuni e Mesagne hanno accolto sin da subito con entusiasmo la proposta, mettendo a disposizione i loro luoghi più rappresentativi, contenti di fare rete. Grazie infatti all’implementazione del collettivo «Puglia Walking Art» verranno realizzati vari pacchetti esperienziali che permetteranno la fruizione della mostra in maniera del tutto coinvolgente, attraverso, ad esempio, passeggiate a piedi o in bicicletta in percorsi che incrociano le tre località pugliesi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie