Martedì 28 Settembre 2021 | 07:35

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

nomine

Giampaolo Bisanti
nuovo direttore stabile
Fondazione Petruzzelli

Giampaolo Bisanti

BARI - Il maestro Giampaolo Bisanti, sarà per il prossimo triennio, Direttore stabile della Fondazione Petruzzelli. Lo ha reso noto oggi in un incontro con i giornalisti il sovrintendete Massimo Biscardi il quale ha sottolineato che Bisanti è stato nominato con il parere unanime del Consiglio d’indirizzo e che il contratto non prevede un appannaggio fisso «ma sarà retribuito a prestazione».

Biscardi ha sottolineato che «nonostante la Fondazione stia attraversando un periodo difficile» lui «ha una grande fiducia nel futuro» e ha voluto che questa carica fosse coperta per valorizzare il teatro e ha scelto il maestro Bisanti perché ha le caratteristiche «che a suo parere sono fondamentali per questo ruolo». «Il maestro Bisanti - ha continuato Biscardi - ha una grande determinazione, ha una preparazione solida in grado di farsi capire dall’orchestra, ed è un musicista generoso che non pensa alla propria carriera ma alleante per quello cui sta lavorando». «Inoltre - ha aggiunto - il maestro Bisanti quando ha diretto l’Orchestra del Petruzzelli (la scorsa stagione Tosca e un concerto sinfonico e ora sta dirigendo Turandot), è riuscito a stabilire un’ottima intesa con gli orchestrali». «Sulla base dei risultati raggiunti - ha detto Biscardi -, solo per Turandot 14mila presenze, abbiano cominciato con il maestro Bisanti a mettere ordine nella complessa macchina del teatro, vogliamo trovare soluzioni per un futuro migliore». A questo proposito Biscardi non ha voluto commentare le vertenze di lavoro in atto, perché - ha detto - «qualsiasi decisione spetta al consiglio d’indirizzo non a me».

Bisanti emozionato per il nuovo incarico - nonostante abbia diretto la sua prima opera, Mascagni, tanto tempo fa quando aveva solo 22 anni - ha dichiarato di «aver provato immediata empatia con il Petruzzelli sin dalla prima volta in cui vi ha messo piede». Suo compito da direttore stabile - ha continuato - non è occuparsi solo dell’orchestra, ma curare e far crescere il teatro in tutti i suoi settori per riuscire a creare una compagine omogenea». Ed è questa immagine del Petruzzelli - ha aggiunto - che intende «portare e far conoscere in giro per il mondo insieme con eventuali produzioni che ne testimonino la qualità».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie