Giovedì 23 Settembre 2021 | 15:01

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Il 7 ottobre

Confsec torna a Bari
Dati sensibili on line
attenzione ai pericoli

Confsec torna a Bari Dati sensibili on line attenzione ai pericoli

di Rita Schena

BARI - «Compilare e consegnare il modello Isee, è una pratica molto comune, ma quanti sono consapevoli che rendiamo pubblici molti nostri dati sensibili? Con il nostro consenso immettiamo in banche dati on line e rendiamo consultabili una serie di informazioni che riguardano noi e la nostra famiglia, dati che, in assenza di seri programmi di sicurezza informatica, di fatto, diamo facilmente in pasto agli hacker».

Lino Fornaro è un esperto in sicurezza delle informazioni e privacy e proprio per cercare di mettere in guardia imprese e privati cittadini sui pericoli che si corrono usando la Rete per trasferire informazioni, sta organizzando per il 7 ottobre a Bari presso Una Hotel Regina una nuova edizione del Confsec, evento sulla sicurezza delle informazioni, con l’obiettivo di sensibilizzare gli imprenditori e gli amministratori pubblici sui rischi del cyber crime e sulle conseguenze dannose derivanti dalla sottovalutazione del problema. Quest’anno al centro del dibattito il contrasto ai ransomware e le normative introdotte dal nuovo Regolamento europeo sulla protezione dei dati.

«L’industria del CyberCrime continua a registrare una crescita a due cifre a discapito dello stato di salute delle imprese e della pubblica amministrazione – spiega Lino Fornaro – creando danni seri anche ai comuni cittadini dei quali aziende e PA conserva o trattano dati personali. E se una impresa è vittima di un ransomware che blocca i dati aziendali, li cifra per permettere agli hacker di chiedere un riscatto, almeno è chiaro che si è in presenza di un attacco informatico, ma ci sono tanti casi di intrusioni nelle banche dati fatte senza che nessuno se ne accorga, in quel caso è ancora peggio perche significa che l’hacker è riuscito a rubare informazioni utili per sottrarre know-how alle Pmi, informazioni commerciali utili alla concorrenza, risultati di investimenti in ricerca e ogni altra informazione che possa portare vantaggi».

In questo scenario entra in vigore il Nuovo Regolamento Europeo sulla protezione dei dati a richiamare l’attenzione di imprese e pubbliche amministrazioni sui nuovi requisiti di trattamento dei dati. Tra le novità il nuovo regolamento obbliga tutte le imprese e le PA a denunciare gli attacchi subiti e a comunicare alle autorità i dettagli relativi all’attacco, anche in termini di impatto sui dati personali (quantità e qualità dei dati), e in taluni casi a comunicare ai soggetti cui si riferivano i dati sottratti, la violazione informatica subita.

Quali sono le principali novità del Regolamento Europeo sulla protezione dei dati personali?

«Per il cittadino le novità sono interessanti perché rafforzano il controllo sui propri dati personali, anche rispetto alle “Big Company” che ci analizzano di continuo e vendono i nostri dati a chiunque sia disposto a pagarli. Infatti, oltre ad introdurre regole più chiare per l’informativa ed il consenso, definisce limiti ai “trattamenti automatizzati” ed introduce il diritto alla portatilità dei dati. Interessante è il sancito “Diritto all’oblio”, anche se esercitabile solo in talune situazioni. Per le aziende i vantaggi riguardano la semplificazione del quadro normativo a livello internazionale, in quanto con questo regolamento le regole sono comuni in tutti gli stati europei, ma si inaspriscono obblighi e sanzioni».

Uno scenario complesso quindi, dove può essere difficile muoversi per chi non si aggiorna. A queste persone si rivolge la giornata ConfSec organizzata per il 7 ottobre, per partecipare è necessario registrarsi attraverso il sito http://www.confsec.it/, l’adesione è assolutamente gratuita.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie