Sabato 26 Settembre 2020 | 01:18

NEWS DALLA SEZIONE

Al Frascolla
Taranto, docente positivo al Covid: sindaco chiude scuola sino al 7 ottobre

Taranto, docente positivo al Covid: sindaco chiude scuola sino al 7 ottobre

 
il siderurgico
Mittal Taranto, sicurezza impianti: al via focus sulle criticità

Mittal Taranto, sicurezza impianti: al via focus sulle criticità
Sindaco: «No differimento prescrizioni»

 
L'evento
Castellaneta, i segreti dei 100 anni di nonna Angela? Una vita in campagna

Castellaneta, i segreti dei 100 anni di nonna Angela? Una vita in campagna

 
L'annuncio
Covid, sindaco Sava annuncia su Fb: sono positivo e sto in ospedale

Covid, sindaco Sava annuncia su Fb: sono positivo e sto in ospedale

 
Un pregiudicato
Taranto, lancia dal balcone due pistole: in cella 35enne

Taranto, lancia dal balcone due pistole: in cella 35enne

 
la vertenza
Miattal Taranto, stop sciopero di domani: «C'è impegno ministro Patuanelli»

Mittal Taranto, stop sciopero di domani: «C'è impegno ministro Patuanelli»
«Nessun licenziato in Ilva As»

 
il rogo
Taranto, bruciano sterpaglie: incendio divampa vicino ponte Punta Penna

Taranto, bruciano sterpaglie: incendio divampa vicino ponte Punta Penna

 
L'incontro
Mittal Taranto, Patuanelli: «Serve sostenibilità su tutti i fronti»

Mittal Taranto, Patuanelli: «Serve sostenibilità su tutti i fronti»

 
indagini della Ps
Taranto, furti con spaccata: arrestato 28enne «tradito» dai tatuaggi

Taranto, furti con spaccata: arrestato 28enne «tradito» dai tatuaggi

 
L'inchiesta
Castellaneta, fiamme a concessionario per ripicca: «Lavori a un altro fabbro». Tre arresti

Castellaneta, fiamme a concessionario per ripicca: «Lavori a un altro fabbro». Tre arresti

 
L'appello
Taranto, il vescovo a Emiliano: su Ilva la pazienza della gente è finita

Taranto, il vescovo a Emiliano: su Ilva la pazienza della gente è finita

 

Il Biancorosso

serie c
Bari calcio, ds Romairone: «Dalla Coppa Italia buone indicazioni per prossimi acquisti»

Bari calcio, ds Romairone: «Dalla Coppa Italia buone indicazioni per prossimi acquisti»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoAl Frascolla
Taranto, docente positivo al Covid: sindaco chiude scuola sino al 7 ottobre

Taranto, docente positivo al Covid: sindaco chiude scuola sino al 7 ottobre

 
LecceLe indagini
Fidanzati uccisi a Lecce, il killer aveva una mappa per evitare le telecamere

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer aveva una mappa per evitare le telecamere

 
PotenzaL'iniziativa
Covid, da Shell 70mila mascherine per 14 comuni Val d'Agri e Sauro

Covid, da Shell 70mila mascherine per 14 comuni Val d'Agri e Sauro

 
Bariil raggiro continuato
Bari, ex barbiere truffa anziana: si fa consegnare 450mila euro in sei anni

Bari, ex barbiere truffa anziana: si fa consegnare 450mila euro in sei anni

 
Batambiente
Andria capannone incendiato, Arpa Puglia: «In corso indagini per definire inquinamento provocato»

Andria capannone incendiato, Arpa Puglia: «In corso indagini per definire inquinamento provocato»

 
Foggia«In vino veritas»
Torremaggiore, imprenditori agricoli vessati da richieste estorsive: due in manette

Torremaggiore, imprenditori agricoli vessati da richieste estorsive: due in manette

 
BrindisiControlli dei CC
Mesagne, a spasso con fucile, machete e munizioni: arrestato 29enne ghanese

Mesagne, a spasso con fucile, machete e munizioni: arrestato 29enne ghanese

 

i più letti

il laboratorio

Ginosa, «Fotografarsi dentro» per esorcizzare la violenza sulle donne

A cura di Loredana Denicola, il progetto prende il via il 7 settembre

«Love Yourself: Ama te stessa». È questo il titolo, sintomatico, del laboratorio di fotografia a cura di Loredana Denicola, che si terrà dal 7 settembre a Ginosa. Il progetto laboratoriale è rivolto solo alle donne assistite dal centro di antiviolenza «Rompiamo il Silenzio». Le adesioni dovranno avvenire entro l’1 settembre.

In Italia 6 milioni di donne hanno subìto una qualche forma di violenza fisica o sessuale. Solo l’11% di queste donne però denuncia l’accaduto, le altre vivono nel silenzio e nella paura insieme ai propri figli. Sono donne che spesso continuano a subire violenza, magari dal partner, e che faticano a riconoscere il proprio diritto a vivere una vita libere dalla violenza maschile. «Love Yourself - Ama te stessa» nasce pressappoco nel 2016 come progetto fotografico e video centrato su donne e uomini che hanno vissuto sulla propria pelle una relazione violenta, un abuso fisico o una qualche forma di violenza psicologica.

Il progetto, ideato dalla fotografa mesagnese Loredana Denicola, al suo rientro in Italia dopo undici anni vissuti a Londra, è stato proposto a diversi centri di antiviolenza in Puglia. La ricerca artistica di Loredana è focalizzata sull’intimità, sul suo potere di trasformazione, sulla fragilità che quando è compresa, può diventare punto di forza. L’essere umano come strumento di elaborazione della memoria, come campo di riflessione fisica, psicologica ed emotiva. L’artista spiega di insegnare alle donne «come utilizzare una macchina fotografica per poter scattare foto in piena libertà e autonomia. Li aiuto nella fase di creazione dell’immagine attraverso l’uso dell’autoritratto».

La fotografia, dunque, diventa uno strumento di opportunità, una scelta per raccontarsi, esporre il passato, rappresentare il presente immaginato e desiderato. Fotografare vuol dire «guardare nel mirino», guardare dentro di sé, poter scegliere, poter essere..., poter dire, poter raccontare di sé in una maniera rinnovata e diversa.

Le foto permettono di esserne autore, autrice, soggetto/oggetto e Spettatore della propria realtà personale, al fine di far sbocciare la figura del testimone interiore. «Per non essere più vittime, non più schiavi degli eventi».

Loredana Denicola dal 2013 lavora a Londra su vari progetti fotografici che coinvolgono persone desiderose di sollevare veritàsu temi come la sessualità, l’uguaglianza di genere, il pregiudizio, l’amore, l’abuso fisico e psicologico, il pensiero negativo, la malattia.

Nell’atto di usare la macchina fotografica, la fotografia può diventare performativa: un processo dal vivo, in cui l’arte si realizza.

Il centro antiviolenza «Rompiamo il silenzio» di Martina Franca, è il primo centro antiviolenza ad aver accolto questo progetto e a promuoverlo alle loro donne. A fine laboratorio è prevista la realizzazione di una mostra fotografica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie