Mercoledì 14 Aprile 2021 | 18:11

NEWS DALLA SEZIONE

Il Biancorosso

Biancorossi con quattro diffidati
Verso Bari-Palermo: designazione arbitrale, giudice sportivo, ultime news

Verso Bari-Palermo: ecco l'arbitro

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiIl caso
Versalis a Brindisi, stop agli impianti per nuova torcia a terra

Versalis a Brindisi, stop agli impianti per nuova torcia a terra

 
PotenzaLotta al virus
Covid, il braccio destro di Figliuolo Battistini incontra Bardi: «Esportiamo modello Basilicata»

Covid, il gen. Battistini, braccio destro di Figliuolo, incontra Bardi: «Esportiamo modello Basilicata»

 
BariLo studio legale
Bari, Polis Avvocati continua a crescere

Bari, Polis Avvocati continua a crescere

 
LecceIl caso
Lequile, avvistata la pantera vicino a un market da un autista

Lequile, nuovo avvistamento della pantera: era vicino un market

 
Foggianel foggiano
San Severo, era ricercato per evasione: arrestato latitante

San Severo, era ricercato per evasione: arrestato latitante

 
BatL'episodio
Barletta, viola coprifuoco e aggredisce poliziotto per evitare sanzione: arrestato

Barletta, viola coprifuoco e aggredisce poliziotto per evitare sanzione: arrestato

 
MateraIl progetto
Matera e l'Aizerbaijan sempre più vicine: siglato accordo di cooperazione

Matera e l'Aizerbaijan sempre più vicine: siglato accordo di cooperazione

 

i più letti

l'iniziativa

Adottiamo i cani-nonni: l'appello di Enpa Puglia

L’iniziativa nasce con l'obiettivo di dare una casa alle tante bestiole adulte che popolano i nostri canili

«Quando l’ho vista in quel canile le ho fatto due promesse: che non sarebbe mai più stata sola e che avrei fatto uscire gli altri nonnini vissuti e dimenticati in quei box. Camilla è stata con me per 6 mesi e mi ha riempita di amore incondizionato. Sono riuscita a mantenere il primo giuramento: non l’ho lasciata sola neanche un attimo, neanche quando è morta. Fino all’ultimo l’ho tenuta tra le mie braccia sussurrandole il mio amore, ora cerco di mantenere la seconda promessa: mai più cani anziani lasciati a morire soli in un canile».

Daniela Fanelli si deve interrompere, la commozione è tanta quando parla della piccola Camilla, che è volata sul ponte dell’arcobaleno solo un paio di settimane fa. Camilla aveva 20 anni, era entrata in canile che aveva due mesi e ne è uscita solo quando i suoi occhi hanno incontrato quelli di Daniela e i loro cuori hanno iniziato a battere all’unisono.

«Ma vi immaginate vivere per 20 anni in un cubo di cemento? In totale privazione sensoriale? Con il caldo asfissiante dell’estate, il freddo che entra nelle ossa in inverno. Anche se ci sono tanti volontari che fanno un bellissimo lavoro con i cani rinchiusi, significa comunque vivere, anzi non-vivere per una vita intera».

«Nonnini alla riscossa» nasce così. Un progetto che Enpa Puglia sta strutturando in memoria di Camilla, per il quale si sta cercando anche un logo, tanto da essere disponibili ad accogliere proposte da quanti vorranno essere coinvolti. «Vogliamo che tutti i cani anziani, i nonnini, presenti nei canili della Puglia possano avere quello che, anche se per poco, ha avuto la piccola Camilla, possano conoscere una passeggiata sull'erba o un giretto a mare – spiega Daniela Fanelli che, oltre che referente Enpa Puglia, è anche la delegata per l’Area metropolitana alla tutela dei diritti degli animali e lotta al randagismo -, perché ognuno di quei cani possa avere anche se per poco, un nome, una famiglia e qualcuno che li ami».

Adottare un cane anziano è decidere di dar fondo a tutto il proprio amore, è scegliere di aprire le braccia ad un essere che ha sofferto, che ha bisogno di cure, che non ha mai sperimentato la vita e significa anche farsi carico del dolore quando morirà, evento a breve, perché brevi sono le aspettative di vita di un cane che non è più da tempo un cucciolo. «Però in cambio quel cane sarà capace di un sentimento sconfinato – spiega la Fanelli – come Camilla ha fatto con me. Non sapeva cosa fosse un prato, o il mare. Era di una tale delicatezza che la mattina quando mi svegliavo sapeva in silenzio arrivarmi vicino e stare tra me e il mio primo caffè. La guardavo, le sorridevo, le davo il suo biscotto e si accucciava ai miei piedi. La vedevi camminare con le zampette incerte e doloranti e le avrei dato tutto. Abituata a dormire sul pavimento, non ha mai usato le cucce morbide che avevo preso per lei…».

Il progetto «Nonnini alla riscossa» è proprio per dare una casa ai tanti cani adulti che popolano i nostri canili e che nessuno sembra volere. «Nasce anche per dare una risposta al randagismo, decongestionare i canili comunali e i costi che sono necessari al mantenimento – sottolinea la Fanelli -. I vecchietti nei canili, più di tutti, rappresentano il nostro fallimento come società. La legge quadro 281/91 poneva fine alla barbara soppressione dei randagi, ma in alcune regioni è stata recepita in maniera errata. Quei cani sono rimasti chiusi nei canili per tutta la loro vita. Nessuno parla di loro, nessuno promuove per loro un’adozione. Un altro tipo di morte, ancora più crudele. Il nostro progetto si pone come obiettivo, non solo l'adozione dei nonnini dei canili, ma anche di lavorare in sinergia con le amministrazioni sulla prevenzione, per far sì che nessuna altra vita venga sprecata chiusa in un box di cemento. Non ci sono costi aggiuntivi in quanto le cifre necessarie per la prevenzione sono già incluse nei fondi stanziati a bilancio per il mantenimento dei cani che vogliamo far adottare».

Camilla ha vissuto per 20 anni nel canile di Cassano che è convenzionato con il Comune di Casamassima, Daniela se ne è innamorata durante un giro fatto insieme al sindaco di Casamassima, Giuseppe Nitti, che ha voluto rendersi conto in prima persona della situazione e che ha accolto con entusiasmo la nascente iniziativa Enpa. «Mi sono trovata con questo musetto bianco tra le sbarre che sembrava chiedermi: e voi che ci fare qui? – racconta la Fanelli con un nodo in gola che le inumidisce gli occhi – e non ho potuto voltarmi dall’altra parte. Ma a parte il colpo di fulmine come il mio, nei canili ci sono gli educatori cinofili Enpa che saranno in grado di consigliere le adozioni più adeguate».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie