Sabato 21 Maggio 2022 | 02:51

In Puglia e Basilicata

IL MEZZO CULTURALE

Matera, rigenerazione delle periferie attraverso la «mente» di Joyce

Lanciata la settima edizione di «Amabili Confini», progetto di rivitalizzazione sociale. In cattedra Terrinoni, curatore della nuova traduzione dell’«Ulisse»

06 Maggio 2022

Redazione online

MATERA - La rigenerazione sociale attraverso la cultura. Si è conclusa l’anteprima della settima edizione di «Amabili Confini», progetto di rivitalizzazione delle periferie mediante la narrazione. L’incontro, introdotto dalla presidente dell’associazione Maria Rosaria Salvatore, si è tenuto nella sala convegni del museo nazionale «Ridola» di Matera e ha visto come protagonista lo scrittore Enrico Terrinoni, curatore della nuova traduzione dell’Ulisse di James Joyce per la Bompiani, pubblicata nel 2021 in edizione bilingue. Terrinoni è professore ordinario di letteratura inglese all’Università per Stranieri di Perugia e nel 2019 ha vinto il Premio Von Rezzori Città di Firenze «per la migliore traduzione di un’opera di narrativa straniera».

Con tono divulgativo e descrizioni efficaci, Enrico Terrinoni ha accompagnato il pubblico in un breve viaggio nel capolavoro di Joyce (di cui quest’anno ricorre il centenario della pubblicazione), uno dei romanzi più innovativi del ‘900, l’emblema del modernismo, che sin dai suoi esordi non ha avuto vita facile. Un libro considerato per molto tempo inaccessibile al vasto pubblico ma che, in realtà, è stato concepito con l’intento di emancipare i lettori, rappresentando uno strumento di liberazione culturale, morale e politica. Un libro che si svolge in un’unica giornata, il 16 giugno 1904, in un’unica città, considerata da Joyce universale: Dublino. In una giornata in cui non succede quasi nulla ma dalla cui quotidianità si aprono dei mondi.

«Amabili Confini» si svolgerà nei quartieri della città di Matera dal 19 maggio al 16 giugno e ospiterà gli scrittori Pierpaolo Vettori, Fabio Bacà, Domitilla Pirro, Nadeesha Uyangoda, Giorgia Tribuiani. Abbinati singolarmente alle cinque macroaree in cui la città di Matera è stata virtualmente suddivisa, gli scrittori dialogheranno con gli autori dei testi scelti per ciascuna area di provenienza. La seconda parte di ciascun incontro sarà riservata alla presentazione dell’opera dello scrittore ospite, in dialogo con un tandem di moderatori. La rassegna si concluderà venerdì 24 giugno con il fuori programma «Amabili Confini Off», insieme a Marco Peano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725