Lunedì 08 Marzo 2021 | 10:13

NEWS DALLA SEZIONE

Allo Zaccheria
Foggia-Catanzaro 0-2: decidono le reti di DI Massimo e Carlini

Foggia-Catanzaro 0-2: decidono le reti di DI Massimo e Carlini

 

Il Biancorosso

Serie c
Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl gesto
Bari, donazione multiorgano al Policlinico: trapiantati cuore, fegato, reni e pancreas

Bari, donazione multiorgano al Policlinico: trapiantati cuore, fegato, reni e pancreas

 
FoggiaIl caso
Notte di fuoco nel Foggiano, in fiamme 2 baracche nel ghetto: incendiati tir e auto

Notte di fuoco nel Foggiano, in fiamme 2 baracche nel ghetto: incendiati tir e auto

 
Lecce8 marzo
«Sul podio c'è spazio per due», gli studenti leccesi celebrano la donna

«Sul podio c'è spazio per due», gli studenti leccesi celebrano la donna

 
Tarantoil siderurgico
Mittal, la Regione si costituisce al Consiglio di Stato

Mittal, la Regione si costituisce al Consiglio di Stato

 
BatIl caso
Barletta ,oltraggiato il monumento di Conteduca

Barletta ,oltraggiato il monumento di Conteduca

 
PotenzaMarsicovetere
Covid in Rsa, arrestati soci di struttura nel Potentino: «fecero morire 22 anziani»

Covid, strage in Casa per anziani: arrestati titolari struttura nel Potentino. «Fecero morire 22 anziani» VD

 
MateraIl caso
Montescaglioso, le vende cocaina e la intrappola in casa: salvata da una mail inviata ai cc

Montescaglioso, le vende cocaina e la intrappola in casa: salvata da una mail inviata ai cc

 
BrindisiLa cerimonia
L’abbraccio Puglia-Albania: «A Brindisi una medaglia per l’accoglienza»

L’abbraccio Puglia-Albania: «A Brindisi una medaglia per l’accoglienza»

 

i più letti

Serie C

Foggia manda a tappeto il Palermo (2-0), è quinto in zona play off

La formazione allenata da Marchionni ha già la metà dei punti necessari a raggiungere l’obiettivo programmato per questa stagione (la permanenza).

Quarto risultato utile consecutivo, seconda vittoria di seguito, una sola sconfitta nelle ultime nove gare. Il Foggia manda al tappeto anche il Palermo: adesso è quinto in classifica nel campionato di Serie C, in piena zona play-off, ed ha già la metà dei punti necessari a raggiungere l’obiettivo programmato per questa stagione (la permanenza).

La formazione allenata da Marchionni fa il pieno di punti, meritatamente, nel confronto con i rosanero. Partita senza sbavature quella di Gavazzi e compagni. Pressing, intensità, aggressività. Squadra corta e compatta, che lotta dal primo all’ultimo minuto e non dà respiro agli avversari. Concentrazione, cuore, grinta. Prestazione infarcita anche con buoni contenuti tecnici e tattici.
Piove a dirotto allo “Zaccheria”, per tre quarti di gara. Terreno pesante, allentato dall’acqua caduta dal mattino.
Il primo tempo svela subito la trama del match: premia la caparbietà dei rossoneri e palesa gli errori difensivi della formazione siciliana, che attacca ma non incide e soffre le ripartenze dei “Satanelli”.

D’Andrea fa capire subito a Pelagotti che non sarà un pomeriggio facile per la squadra di Boscaglia. Dopo un tiro mancino di poco alto sulla traversa, e un’incursione con cui quasi beffa Somma e il portiere dei rosanero, l’attaccante del Foggia sblocca il punteggio: detta il passaggio a Vitale, che trova il corridoio fra Somma e Crivello e lo mette a tu per tu con Pelagotti, fulminato dal diagonale destro del numero 11 rossonero. Reazione immediata del Palermo, tradito dalla buona sorte: un cross dalla destra di Kanoute sorprende la difesa dauna; il mancino di Floriano (ex rossonero) è respinto dal palo, poi Saraniti manca il tap-in.

Il raddoppio nasce da un ribaltamento di fronte: Gavazzi ferma di testa un’azione d’attacco del Palermo, avviando il contropiede dei padroni di casa, in 5 contro 4; Rocca riceve palla da Vitale e scaglia dai 20 metri un destro rasoterra e angolato su cui Pelagotti non arriva. Poi il Foggia sfiora il tris. Boscaglia è una furia. Nella ripresa il tecnico siciliano prova a sterzare con le sostituzioni e un cambio di sistema, passando al 4-3-1-2 ma il copione della partita non muta. Il Foggia difende il doppio vantaggio senza soffrire. Nel recupero Valente dribbla Fumagalli ma viene murato da Del Prete.

Sesta partita in cui i rossoneri non subiscono reti. Foggia che prova a lasciarsi alle spalle giorni pesanti, dopo lo shock dell’attentato incendiario subito dal capitano Gentile (ignoti hanno dato fuoco alla porta di casa della sua abitazione). «Siamo tutti con te», il messaggio rivolto dalla squadra al centrocampista romano (in tribuna), impresso su una t-shirt esibita prima del calcio d’inizio. “Satanelli” in campo con la maglia celebrativa del centenario, nell’ultima gara casalinga del 2020. Mancava da 24 anni il successo casalingo con i rosanero: dal ’96, in B, con l’1-0 firmato dal russo Kolyvanov.

«Vittoria che dedichiamo a Gentile – sottolinea a fine partita il tecnico rossonero Marchionni -. E’ stato vittima di un atto molto spiacevole, si è andati oltre i limiti. E’ giusto che Federico si sia preso qualche giorno per riflettere sull’accaduto. Noi lo aspettiamo a braccia aperte. Sono contento della vittoria, soprattutto per i ragazzi. La classifica? Io continuo a guardarmi indietro, la priorità è raggiungere il prima possibile la salvezza».

TABELLINO

FOGGIA-PALERMO 2-0

FOGGIA (3-5-1-1): Fumagalli 6,5; Anelli 7 (dal 49’ s.t. Galeotafiore s.v.), Gavazzi 6,5 (dal 38’ s.t. Germinio s.v.), Del Prete 6,5; Kalombo 6,5, Vitale 7 (dal 25’ s.t. Garofalo s.v.), Salvi 7, Rocca 7,5, Di Jenno 6,5; Curcio 6,5 (dal 38’ s.t. Dell’Agnello s.v.); D’Andrea 7 (dal 48’ s.t. Pompa s.v.). A disp.: Vitali, Tomassini, Raggio Garibaldi, Morrone, Mbaba, Aramini, Balde. All. Marchionni 7.

PALERMO (4-2-3-1): Pelagotti 5,5; Accardi 5,5, Somma 5 (dal 38’ s.t. Martin s.v.), Marconi 5, Crivello 5; Broh 5,5 (dall’8’ s.t. Palazzi 5,5), Odjer 5 (dal 19’ s.t. Rauti s.v.); Kanoute 6 (dal 20’ s.t. Valente s.v.), Luperini 5, Floriano 6 (dall’8’ s.t. Lucca 5,5); Saraniti 5. A disp.: Fallani, Doda, Lancini, Peretti, Silipo, Valente. All. Boscaglia 5.

ARBITRO: Angelucci di Foligno 6,5 (assistenti Terenzio di Cosenza e Pedone di Reggio Calabria, quarto uomo Natilla di Molfetta).

RETI: 17’ p.t. D’Andrea, 36’ p.t. Rocca.

NOTE: partita a porte chiuse (emergenza coronavirus); ammoniti Crivello, Saraniti, Lucca, Kalombo, Dell’Agnello e Salvi, angoli 0-7; recupero 0’ p.t., 5’ s.t.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie