Mercoledì 30 Settembre 2020 | 18:26

NEWS DALLA SEZIONE

Aumento dei casi
Coronavirus, 15 positivi al Comune di Andria, anche il commissario prefettizio

Coronavirus, 15 positivi al Comune di Andria, anche il commissario prefettizio

 
La visita
Comunali, Di Maio ad Andria: «Sindaco M5s farà rinascere la città»

Comunali, Di Maio ad Andria: «Sindaco M5s farà rinascere la città»

 
Salute
Andria, prelievo multiorgano al Bonomo: 86enne dona fegato e reni. Saranno trapiantati a Bari

Andria, prelievo multiorgano al Bonomo: 86enne dona fegato e reni. Saranno trapiantati a Bari

 
Il caso
Barletta, picchiato dal branco per passatempo: 25enne in ospedale, «Difendevo i miei amici»

Barletta, picchiato dal branco per passatempo: 25enne in ospedale, «Difendevo i miei amici»

 
Il caso
Barletta, per arginare i contagi il sindaco «frena» le scuole di danza: proteste

Barletta, per arginare i contagi il sindaco «frena» le scuole di danza: proteste

 
sanità
Barletta, al «Dimiccoli» eseguita per la prima volta Pet per diagnosi tumori endocrini

Barletta, al «Dimiccoli» eseguita per la prima volta Pet per diagnosi tumori endocrini

 
post voto
Andria, anche sui social il «ballottaggio» Pd-M5s

Andria, anche sui social il «ballottaggio» Pd-M5s

 
il bel gesto
Bisceglie, eseguito l’espianto di 5 organi grazie a una famiglia di Corato

Bisceglie, eseguito l’espianto di 5 organi grazie a una famiglia di Corato

 
ambiente
Andria capannone incendiato, Arpa Puglia: «In corso indagini per definire inquinamento provocato»

Andria capannone incendiato, Arpa Puglia: «In corso indagini per definire inquinamento provocato»

 
la novità
Andria, inaugurato impianto biogas tra i primi in Europa

Andria, inaugurato impianto biogas tra i primi in Europa

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Il Bari nella tana della Spal: Antenucci ferma l'orologio

Il Bari nella tana della Spal: Antenucci ferma l'orologio

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatAumento dei casi
Coronavirus, 15 positivi al Comune di Andria, anche il commissario prefettizio

Coronavirus, 15 positivi al Comune di Andria, anche il commissario prefettizio

 
BariTrasporti
Bari, Fiera del Levante: ecco il piano mobilità, trasporto pubblico e parcheggi per la Campionaria

Bari, Fiera del Levante: ecco il piano mobilità, trasporto pubblico e parcheggi per la Campionaria

 
Materadalla polizia
Matera, 81enne minaccia con fucile moglie, figlia e nipote di 12 anni: arrestato

Matera, 81enne minaccia con fucile moglie, figlia e nipote di 12 anni: arrestato

 
FoggiaNel Foggiano
Paura a Peschici: 47enne sparito nel nulla da 5 giorni, ha lasciato il cellulare a casa

Paura a Peschici: 47enne sparito nel nulla da 5 giorni, ha lasciato il cellulare a casa

 
LecceLa vicenda
Duplice omicidio Lecce, il 21enne reo confesso in carcere in isolamento

Duplice omicidio Lecce, reo confesso in carcere in isolamento. Trovato altro biglietto con tempi del delitto Legale: «Ragazzo provato»

 
TarantoIl caso
Taranto, morte gruista Mittal: riparte l'inchiesta

Taranto, morte gruista Mittal: riparte l'inchiesta

 
BrindisiLa vicenda
Ostuni, calunniò la dottoressa che aveva salvato la vita al padre

Ostuni, calunniò la dottoressa che aveva salvato la vita al padre

 

i più letti

Nella notte

Canosa, bomba esplode nel parcheggio del commissariato: distrutte due auto

Fortunatamente non c'è stato nessun ferito. Sono in corso le indagini

CANOSA - Una bomba è esplosa durante la notte nelle vicinanze del Commissariato di Polizia a Canosa di Puglia. Intorno alle ore 02.45 i residenti sono stati svegliati dal rumore della deflagrazione. Secondo quanto si apprende l'ordigno è esploso nel parcheggio del commissariato, precisamente nel corridoio esterno dove sono parcheggiate le auto di servizio.

L'esplosione, udita anche a distanza, ha danneggiato un'auto di servizio e un'altra di proprietà di un poliziotto. Fortunatamente non c'è stato nessun ferito. Gli investigatori stanno esaminando le immagini delle telecamere di videosorveglianza e quelle della zona per cercare di individuare i responsabili. Sull'accaduto indaga la squadra mobile della Questura di Bari.

LE PAROLE DEL SINDACATO: LA NOTA DEL SAP - «L’esplosione dell’ordigno che questa notte ha danneggiato l’auto di un poliziotto parcheggiata sotto il Commissariato P.S. di Canosa di Puglia non è stata più assordante del silenzio del Dipartimento rispetto alle numerose richieste di potenziamento degli organici dei Commissariati del nord barese, avanzate da questa Organizzazione Sindacale ma anche dalle istituzioni locali nel corso degli ultimi dieci anni.

Più volte - si legge in una nota del Sap - abbiamo evidenziato, anche nel corso di riunioni di confronto con i vertici della Questura di Bari, che Commissariati come quello di Canosa non hanno personale sufficiente nemmeno a garantire la presenza effettiva di una sola Volante per tutte le 24 ore e per tutti i 365 giorni di un anno, nonostante i territori di competenza siano vasti e presentino conosciutissime problematiche di criminalità e di sicurezza. Questa notte l’unico collega in servizio presso il Commissariato ha visto la propria auto saltare in aria e non ha potuto nemmeno chiamare la Volante semplicemente perché non c’era. Qual è la strategia della sicurezza nel nord barese? Vorremmo capirlo.

Vorremmo che qualcuno ci spiegasse la logica per cui si nomina il Questore di una Questura (la BAT) che ancora non esiste (e non è ancora chiaro quando esisterà) e si apre un nuovo Commissariato distaccato (a Putignano) quando non si dispone di personale per assicurare la piena efficienza degli altri Commissariati distaccati. Tutti gli uffici di Polizia pugliesi sono in grave affanno. Manca personale e quello che c’è ha un’età media troppo elevata, mancano mezzi, mancano strutture. Gli uomini della Polizia di Stato si fanno in quattro per garantire la cornice di sicurezza alla cittadinanza e al tessuto produttivo, ma non basta.

Soprattutto non bastano le pacche sulla spalla (che peraltro ormai sono anch’esse lesinate, visti i continui tentativi di delegittimare l’operato della Polizia) né operazioni di marketing mediatico che servono solo a fare fumo per nascondere l’impietosa realtà. Il momento è difficile? Le risorse scarseggiano? Va avanti così da almeno vent’anni e ciò che più ci preoccupa è l’assenza di una chiara strategia della sicurezza, l’assenza di un progetto che indichi almeno gli obiettivi che si vogliono raggiungere e il modo in cui si intende raggiungerli.

Sono sfide che impegnano la politica prima ancora che la gestione operativa dell’apparato Polizia visto che la posta in gioco è lo sviluppo socioeconomico di un’intera regione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie