Cerca

Venerdì 24 Novembre 2017 | 12:12

L’accusa ipotizzata è di truffa

Sequestrati beni a Di Paola
ex au di Aeroporti di Puglia

La società pubblica avrebbe pagato la vigilanza a casa sua

Secondo la Procura di Bari spesi 576 mila euro in otto anni (dal 2006 al 2013) per pagare la vigilanza privata all’abitazione dell’allora amministratore unico di Adp

Aeroporti Puglia, sequestrati  beni  all'ex manager Di Paola

BARI- La società Aeroporti di Puglia ha speso 576 mila euro in otto anni (dal 2006 al 2013) per pagare la vigilanza privata all’abitazione dell’allora amministratore unico di Adp Domenico Di Paola, nonostante non vi fosse - secondo la Procura di Bari - «alcuna evidenza formale» di minacce ai danni del manager. Per questo motivo, su disposizione della magistratura barese, la Guardia di Finanza - riportato alcuni quotidiani locali - ha sequestrato beni per 253 mila euro a Di Paola e al direttore amministrativo di Aeroporti di Puglia, Patrizio Summa. Quest’ultimo è accusato di aver firmato i mandati di pagamento. L’accusa ipotizzata, che Di Paola respinge, è di truffa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione