Lunedì 23 Luglio 2018 | 12:03

Regione Puglia

Consorzi di bonifica
7,5 mln spesi per «errore»

I soldi stanziati dal Consiglio sono finiti per sbaglio in un altro capitolo di bilancio, ora servono altri 4,5 milioni

Consorzi di bonifica7,5 mln spesi per «errore»

I 7,5 milioni stanziati dal consiglio regionale col Bilancio che dovevano garantire il funzionamento dei Consorzi di Bonifica sono finiti in un altro capitolo, quello dello smaltimento dei debiti. E, dunque, serviranno altri 4,5 milioni per garantire il funzionamento con le prossime variazioni al Bilancio. A chiarire il quadro (disarmante) della situazione del Consorzio di bonifica del Centro Sud (che ha unificato i 4 consorzi in deficit della Puglia) è stato l’assessore all’Agricoltura Leo Di Goia nel corso delle audizioni tenute nella IVC commissione consiliare.Se a queste cifre si aggiungono i 60 milioni del Patto per la Puglia già ripartiti per i progetti già presentanti dai consorzi e i 50 milioni su cui «sarà avviata una interlocuzione con il Ministero per chiedere che siano destinati alle attività di manutenzione straordinaria» si ha ben chiaro il qaudro delle ingenti risorse «divorate» dalle bonifiche pubbliche, a fronte di servizi per gli agricoltori che scarseggiano e delle ripetute «beffe» delle cartelle esattoriali, con cui i presunti beneficiari devono pagare i servizi mai avuti.

«Sembra di stare su “Scherzi a Parte” e delle due l'una: o la Giunta regionale ci sta prendendo in giro - dice Domenico Damascelli (FI) - oppure dobbiamo dedurre che non sia in grado nemmeno di scrivere un bilancio di previsione, visto che i 7,5 milioni sono finiti, dicono per errore, in un capitolo del bilancio diverso da quello cui erano destinati. Ergo, o la Giunta non è in grado di redigere un bilancio come si deve, o ci prende in giro e quelle risorse sono state deliberatamente destinate per abbattere l'esposizione debitoria e non per offrire servizi agli agricoltori». Il quadro diventa ancora peggiore, aggiunge, se si considera che «il commissario straordinario dei Consorzi ha affermato che non riesce nemmeno a redigere il documento finanziario di previsione». La legge di riordino, approvata a fine 2016, di fatto stenta a marciare e i dipendenti stagionali a non raggiungere le 151 ore necessarie per maturare i requisiti contributivi e accedere ai benefici Inps.

Il commissario straordinario Alfredo Borzillo,ha fornito rassicurazioni ai sindacati sui pagamenti dei 200 dipendenti e, almeno, ha dato una buona notizia per l’imminente stagione estiva: è stato stabilito un 30% in più sulle giornate lavorative e, per fortuna, l’emergenza irrigua è stata superata dal momento che negli invasi sono stati raccolti quest’anno 70 milioni di metri cubi di acqua in più.

«Non vogliamo che i Consorzi tirino avanti a campare. Il territorio deve essere curato - dicono i consiglieri del M5S Cristian Casili e Rosa Barone - e questo non succede. Auspichiamo che i Consorzi possano entrare in una fase ottimale di gestione ordinaria, che li renda funzionali - continuano - in modo tale che anche il pagamento dei tributi non sia percepito come ingiusto da parte dei contribuenti che lamentano di non ricevere servizi. Fino ad oggi il malfunzionamento dei Consorzi ha creato una spaccatura tra territori di serie A e territori di serie B: è inaccettabile che in Capitanata l’acqua costi 15 centesimi a metro cubo, a fronte di un costo di 40-50 centesimi nel Leccese. Abbiamo reti obsolete che vanno ammodernate per garantire una migliore distribuzione dell’acqua. Per anni la Regione ha destinato decine di milioni di euro ai Consorzi, ma gli utenti non hanno percepito alcun beneficio nell’erogazione dei servizi. Tutto questo non è più possibile: occorre una risposta politica forte. Di sicuro la legge approvata in Consiglio oltre un anno fa - concludono i pentastellati - e che secondo la Giunta avrebbe dovuto risolvere tutti i problemi, fino a questo momento non ha dato risultati». [b. mart.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

«L’imperatore» si aggiudica il concorso «Giganti di Puglia»

«L’imperatore» si aggiudica
il concorso «Giganti di Puglia»

 
Auto si ribalta nel Baresemuore il conducente

Sangue sulle strade: due morti
in due distinti incidenti stradali

 
Rubava farmaci, arrestato ausiliario ospedale Brindisi

Rubava farmaci, arrestato
ausiliario ospedale Brindisi

 
Riforma 118 entro l’anno ma c’è il «nodo» addetti

Riforma 118 entro l’anno ma c’è il «nodo» addetti

 
Latiano, Villa Romatizza, quel benedell' Asl (che vale 7, 8 mln di euro)

Villa Romatizza, quel bene abbandonato
dell'Asl (che vale 7,8 mln di euro) Foto

 
Tap, Emiliano: presi in giro pugliesi che hanno votato M5s

Tap, Emiliano: presi in giro
pugliesi che hanno votato M5s

 
Grano ok, giù import dal Canada. Ma su angurie allarme speculazione

Grano ok, giù import dal Canada. Ma su angurie allarme speculazione

 
Foggia, a fuoco discarica sequestrataIl sindaco: tenere le finestre chiuse

Foggia, a fuoco discarica sequestrata. Il sindaco: tenete le finestre chiuse

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS