Lunedì 30 Marzo 2020 | 13:09

NEWS DALLA SEZIONE

l'annuncio
Emergenza coronavirus Al Bano: «Quando finirà farò una festa incredibile»

Emergenza coronavirus Al Bano: «Quando finirà farò una festa incredibile»

 
Al tempo del Covid 19
Lecce, cerca di evitare i controlli della polizia: ciclista si getta in mare con la bici

Lecce, cerca di evitare i controlli della polizia: ciclista si getta in mare con la bici

 
Il personaggio
Camillo Pace esorcizza il Covid 19:  con contrabbasso e jazz nell’anima di cantautore

Camillo Pace esorcizza il Covid 19: con contrabbasso e jazz nell’anima di cantautore

 
La solidarietà
Coronavirus, a Modugno fruttivendolo lascia merce in strada: «Prendetela è gratis»

Coronavirus, a Modugno fruttivendolo lascia merce in strada: «Prendetela è gratis»

 
coronavirus
Bari, fermato sul lungomare: «Sto facendo le pelose». Decaro sui social: «Vi sembra normale?»

Bari, fermato sul lungomare: «Sto facendo le pelose». Decaro sui social: «Vi sembra normale?»

 
cultura
Le Isole Tremiti in tv su «National Geographic»

Le Isole Tremiti in tv su «National Geographic»

 
emergenza coronavirus
Brindisi, sirene e applausi dei vigili del fuoco ai sanitari del «Perrino»

Brindisi, sirene e applausi dei vigili del fuoco ai sanitari del «Perrino»

 
cultura
Dal divano al museo la quarantena culturale: ecco i siti pugliesi e lucani «aperti» sul web

Dal divano al museo la quarantena culturale: ecco i siti pugliesi e lucani «aperti» sul web

 
emergenza coronavirus
Bari, rinviato in autunno concerto di Gigi D'Alessio

Bari, rinviato in autunno concerto di Gigi D'Alessio

 
Solidarietà
Il direttore d'orchestra Mastrangelo aiuta la Puglia: 2mln di mascherine e 100 ventilatori in arrivo

Coronavirus, Maestro Mastrangelo dalla Russia aiuta la Puglia: 2mln di mascherine e 100 ventilatori in arrivo

 
Il personaggio
Da Acquaviva a Brescia per fare il rianimatore: «Ho visto morire troppe persone, per carità restate a casa»

Da Acquaviva a Brescia per fare il rianimatore: «Ho visto morire troppe persone, per carità restate a casa»

 

Il Biancorosso

le dichiarazioni
Angelozzi e la grande paura: «Senza calcio manca l'aria»

Angelozzi e la grande paura: «Senza calcio manca l'aria»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barila denuncia
Adelfia, Comune devastato dopo raid notturno di ladri-piromani

Adelfia, Comune devastato dopo raid notturno di ladri-piromani

 
Foggiala decisione
Sequestro conti Tirrenia, stop collegamenti con le Tremiti

Sequestro conti Tirrenia, stop collegamenti con le Tremiti

 
PotenzaLa decisione
Truffa parchi fotovoltaici in Basilicata, confermati sequestri

Truffa parchi fotovoltaici in Basilicata, confermati sequestri

 
Materacontrolli
Matera, a spasso con l'eroina: arrestato pusher

Matera, a spasso con l'eroina: arrestato pusher

 
Batemergenza coronavirus
Trani, Ordine avvocati: «Pieno sostegno al mondo della Sanità»

Trani, Ordine avvocati: «Pieno sostegno al mondo della Sanità»

 
Hometragedia sfiorata
Galatina, fiamme al materasso, divampa incendio in stanza ospedale

Galatina, paura in ospedale: a fuoco materasso, fiamme in una stanza

 
TarantoIl personaggio
Camillo Pace esorcizza il Covid 19:  con contrabbasso e jazz nell’anima di cantautore

Camillo Pace esorcizza il Covid 19: con contrabbasso e jazz nell’anima di cantautore

 

i più letti

La storia

Barletta, il «ragazzo delle farfalle» morto sulla strada. I genitori nelle scuole: mai più

Era il 23 settembre del 2016 quando Iacopo Di Bari insieme a Marco Pietralongo morirono in un incidente stradale. Il papà di iacopo racconta alla Gazzetta quel tragico giorno

BARLETTA - «Mi avevano seppellito sotto terra ma avevano dimenticato che ero un seme». Iacopo Di Bari, 22anni di Barletta, qualche giorno prima dell’incidente che spezzò prematuramente la sua esistenza, aveva scritto questa frase sullo stato del suo Whatsapp. Una frase premonitrice di una giovane vita spezzata sull'asfalto della strada della morte.

Era il 23 settembre del 2016 quando Iacopo, insieme a Marco Pietralongo, 24 di Andria (due amici, entrambi studenti universitari in Bilogia), morirono in un incidente stradale mentre si recavano in una delle aziende agro-zootecniche che ospitavano il «Festival della ruralità» a Corato. Entrambi erano passeggeri e viaggiavano su un’auto condotta da un’amica che era con il suo papà. La ferale notizia arrivò ai genitori di Iacopo tramite Facebook.

L’incidente avvenne sulla strada per Corato intorno alle 11. Nessuno ebbe premura di avvisare la famiglia. Giuseppe Di Bari e Anna Belgiovine, sballottati da un Comune all’altro, da una caserma all’altra delle forze dell’ordine, solo intorno alle 15.30 riuscirono a vedere il corpo senza vita del loro ragazzo.

Iacopo, a distanza di qualche anno, è oramai ricordato da tutti come il «ragazzo delle farfalle»: un ragazzo impegnato nello studio, nel volontariato, con una grande passione per l’ambiente e la natura, per la zoologia e in particolare per lo studio proprio dei lepidotteri.

E proprio come la vita una farfalla, anche quella di Iacopo, purtroppo, è stata breve.

«Un mese dopo la sua morte – raccontano mamma Anna e papà Giuseppe – un bellissimo esemplare di farfalla equatoriale uscì fuori dal bozzolo. Fu il nostro Iacopo a prendersi cura di quel bruco, quando ancora nessuno riusciva a vedere la sua bellezza». Una farfalla meravigliosa dalle geometrie e dai colori uniche che Iacopo Di Bari mai ha potuto ammirare.

«Noi siamo stati condannati ogni giorno "all'ergastolo del dolore" senza nessuno sconto di pena», spiegano i genitori del ragazzo barlettano che, dopo la tragedia, proprio dalla rabbia e dalla disperazione hanno ricevuto la forza per cominciare una vera e propria «missione»: girare nelle scuole, incontrare i ragazzi, porgere la loro testimonianza e diffondere la cultura della prevenzione stradale. «L’auto è un’arma pericolosa tra le mani. Occorre usarla con prudenza e con una guida consapevole»: è questo il messaggio che Giuseppe e Anna si sforzano di far circolare specie tra i neo-patentati, sicuri di avere accanto la presenza spirituale di Iacopo: il ragazzo che amava le farfalle e che, proprio come uno dei suoi lepidotteri, libra ora le ali tra cielo e terra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie