Giovedì 20 Settembre 2018 | 10:20

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Il progetto

Restart, così i piatti del futuro di Ladisa a Bari

Mangiare sicuro e promuovere «piatti pronti» grazie a nuove tecniche produttive e packaging unici a basso impatto ambientale e ad elevata garanzia di conservazione. Ladisa srl ha presentato il progetto Restart (RESTaurant Advanced Research & Technologies), il nuovo investimento alla zona industriale di Bari che prevede la realizzazione di un centro di produzione pasti ispirato alla ristorazione 4.0. 

IL PROGETTO - Il progetto si svilupperà all’interno di una struttura di 11.500 metri quadrati – già nella disponibilità dell’azienda - attigua alla sede dell’attuale industria di ristorazione Ladisa, costruita nel 2011 che dà lavoro a circa 400 persone. Tre gli obiettivi di Restart: realizzazione di una nuova linea di cottura e confezionamento di «ready to meat», ovvero piatti pronti sotto il marchio «Che Bontà»; sviluppo di una linea innovativa per le fasi di lavorazioni e packaging dei prodotti di IV gamma (frutta e verdura); sviluppo di una moderna tecnologia di confezionamento che sfrutti l’effetto delle proprietà antibatteriche degli imballaggi.

LA RICERCA - Queste fasi comprenderanno un lavoro di ricerca – durerà almeno tre anni – che coinvolgerà un team dell’Ispa-CNR (istituto di Scienze delle produzioni alimentari), dall’Università del Salento e dal Caisial (centro di Ateneo per l’Innovazione e lo sviluppo nell’Industria alimentare), spin off dell’Università Federico II di Napoli. I coordinatori del progetto saranno Alessandro Sannino, associato di Scienza e tecnologia dei materiali dell’Unisalento e Antonio Logrieco, direttore Cnr Ispa.Restart rientra nella strategia di consolidamento di Ladisa srl – 4mila dipendenti, 23 milioni di pasti serviti e 700 centri serviti in tutta Italia – e allo sviluppo di nuovi segmenti di business attraverso un’azione integrata tra ricerca, innovazione, competitività, internazionalizzazione, sostenibilità ambientale e soprattutto sicurezza.

LA RISTORAZIONE GREEN - L’azienda prevede un potenziale di assunzioni fino a 250 unità nel prossimo quinquennio. Il progetto Restart consentirà il raggiungimento di nuovi e importanti obiettivi nella cosiddetta «ristorazione ecosostenibile», attraverso il ricorso a ulteriori interventi di efficientamento energetico e di riduzione dell’impatto ambientale del processo produttivo. Il nuovo stabilimento sarà dotato di un parco fotovoltaico di 726 pannelli (260 MWh potenza) – si aggiunge a quello di 800 pannelli dell’attuale opificio - e un impianto Solar Cooling, che attraverso l’abbinamento tra pannelli solari termici e una macchina frigorifera consente di produrre acqua refrigerata o di aria condizionata.

Sarà realizzato un digestore anaerobico comprendente un’area di accumulo rifiuti organici e un impianto di gestione e fornitura del biogas prodotto; gli impianti permetteranno, oltre che la produzione di energia pulita, anche una riduzione dei rifiuti da smaltire in quanto il principale flusso di rifiuti generati nel servizio di ristorazione collettiva è rappresentato da quello organico. L’area sarà altresì dotata di un impianto di quadrigenerazione con turbina di derivazione aeronautica per la produzione combinata di energia elettrica, acqua calda e fredda e vapore. L’energia elettrica sarà destinata al fabbisogno della produzione. In questo modo è possibile giungere ad un notevole risparmio sulle fonti energetiche primarie con significativa riduzione di emissioni inquinanti in atmosfera. Complessivamente, si stima che a regime, l’intero complesso industriale produrrà ed utilizzerà energia pulita pari a circa 2.500 Megawatt evitando di approvvigionarsi dalla rete e consentendo un risparmio di CO2 in atmosfera pari a 1.745 tonnellate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Coach Sporting Lisbona, Jose Peseiro, in conferenza stampa

Coach Sporting Lisbona, Jose Peseiro, in conferenza stampa

 
Epidemia di colera nello Zimbabwe

Epidemia di colera nello Zimbabwe

 
Tributo alle vittime dei terremoti a Città del Messico

Tributo alle vittime dei terremoti a Città del Messico

 
Donald Trump sul South Lawn della Casa Bianca

Donald Trump sul South Lawn della Casa Bianca

 
La spiaggia di Las Arenas a Valencia

La spiaggia di Las Arenas a Valencia

 
Manifesti elettorali in vista elezioni in Bosnia

Manifesti elettorali in vista elezioni in Bosnia

 
Esercitazioni in vista del Teknofest a Istanbul, Turchia

Esercitazioni in vista del Teknofest a Istanbul, Turchia

 
Angela Merkel a inaugurazione centro Daimler in Germania

Angela Merkel a inaugurazione centro Daimler in Germania

 

GDM.TV

I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: in arrivo la Red Bull Cliff Diving

I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: ecco la Red Bull Cliff Diving

 
La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

 
Pesca a strascico, il grande fratello inchioda 11 barche: in cella comandante di peschereccio

Pesca a strascico, multate 11 barche
in cella comandante di peschereccio

 
Fiera: gli spazi più amati dai 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento "military style" con l'esercito

Fiera: 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento «military style»

 
Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

 
Bari, anziano cade in un pozzoil salvataggio dei Vigili del fuoco

Bari, anziano cade in un pozzo
il salvataggio dei Vigili del fuoco Vd

 
Bari, il raduno dei bikers:moto, birra e tanta musica IL VIDEO

Bari, il raduno dei bikers: moto,
birra e tanta musica fino a sera

 
Grave incidente in via Barisano da Trani: motociclista in codice rosso

Grave incidente in via Barisano da Trani: motociclista in codice rosso

 

PHOTONEWS