Mercoledì 24 Aprile 2019 | 12:54

NEWS DALLA SEZIONE

Tap e Poseidon
Gasdotti in Salento: un risiko tra energia e geopolitica

Gasdotti in Salento: un risiko tra energia e geopolitica

 
L'inchiesta
Lecce, magistrati arrestati: chiesto incidente probatorio. Altro pm indagato

Lecce, magistrati arrestati: chiesto incidente probatorio. Altro pm indagato

 
Il martedì dei leccesi
A Lecce la Pasquetta continua con «Lu riu»: tra pic nic e musica

A Lecce la Pasquetta continua con «Lu riu»: tra pic nic e musica

 
La tragedia di Pasquetta
Melendugno, contro frontale muore una 25enne: grave una coppia

Melendugno, scontro frontale muore 25enne: grave una coppia

 
A Ugento
Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

 
Tutela ambientale
Lecce, scatta il divieto di accensione dei fuochi e barbecue nei boschi

Lecce, scatta il divieto di accensione dei fuochi e barbecue nei boschi

 
Il caso
Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

 
Inchiesta Favori & giustizia
Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

 
Nel Salento
Gallipoli, carabinieri portano uova di Pasqua ai bimbi ricoverati in ospedale

Gallipoli, carabinieri portano uova di Pasqua ai bimbi ricoverati in ospedale

 
Il caso
Taviano, entra in chiesa per rubare le offerte, ma i fedeli chiamano i cc

Taviano, entra in chiesa per rubare le offerte, ma i fedeli chiamano i cc

 
Lite in famiglia
Aradeo, colpisce con un coltello da cucina la cognata: arrestato

Aradeo, colpisce con un coltello da cucina la cognata: arrestato

 

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, e adesso cosa si fa?Si accarezza il sogno scudetto

Bari, e adesso cosa si fa?
Si accarezza il sogno scudetto

 

NEWS DALLE PROVINCE

Homeemergenza in puglia
Xylella nel Barese, Noci firma l'ordinanze per bloccare il batterio

Xylella nel Barese, Noci firma l'ordinanza per bloccare il batterio

 
HomeLa visita
Ex Ilva, Di Maio a Taranto: scatta il sit in oltre la zona rossa

Ex Ilva, Di Maio a Taranto: «Immunità penale? È una vittoria dei tarantini»
Scatta sit in oltre zona rossa

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 
LecceTap e Poseidon
Gasdotti in Salento: un risiko tra energia e geopolitica

Gasdotti in Salento: un risiko tra energia e geopolitica

 
BrindisiSventata truffa
Ceglie Messapica, anziana mette in fuga finto maresciallo e finto avvocato

Ceglie Messapica, anziana mette in fuga finto maresciallo e finto avvocato

 
BatBotta e risposta
Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

 

il video

Leverano, l'orologiaio va in pensione. A dare l'ora esatta ci pensa il sindaco

Il primo cittadino, Marcello Rolli, ogni giorno da due mesi sale sulla torre dell'antico orologio in Piazza Roma per dare la carica al marchingegno, che altrimenti resterebbe fermo

LEVERANO (Lecce) - Che sia sabato, domenica, Pasqua o Ferragosto, ogni pomeriggio bisogna salire sulla torre, attraverso scale ripide e bassi cunicoli e dare la carica all'orologio che da quasi 150 anni domina Piazza Roma: fino a che Leverano (Lecce) non troverà un orologiaio disposto a svolgere questo compito, ci pensa il sindaco, Marcello Rolli. Il primo cittadino, infatti, da due mesi ha preso in mano le chiavi della torre e si occupa personalmente di azionare il marchingegno, che dura poco più di 24 ore.

Mansione che, fino a poco tempo fa, era svolta dall'ottantenne Antonio Pranzo, e che ora il Comune di Leverano, attraverso un bando pubblicato sul sito ufficiale, sta cercando di affidare a qualcun altro. «Dopo i lavori che ha subito la torre - ha raccontato il sindaco - abbiamo dovuto disattivare i rintocchi. Ma è importante che l'orologio continui a segnare l'ora esatta.

In fondo è un simbolo del nostro paese». Un compito gravoso per il sindaco, che fortunatamente finora è riuscito a non venire mai meno al suo impegno: «Ci auguriamo che qualcuno voglia prendersi cura di quest'orologio - ha concluso Rolli - che è pieno di polvere che mi sporca la giacca e la cravatta, ma è anche ricco di storia e tradizione della nostra comunità. Una di quelle cose a cui non fai quasi mai caso, ma se non c'è, ne senti la mancanza». (b. chir.)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400