Venerdì 18 Gennaio 2019 | 21:43

NEWS DALLA SEZIONE

Violenza in città
Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

Bari, migrante scaraventato giù dalla bici per divertimento: «è razzismo»

 
La denuncia
Ex Ilva: da domenica raccolta di firme per esposto contro Arcelor Mittal

Ex Ilva: da domenica raccolta di firme per esposto contro Arcelor Mittal

 
A Bari
Giachetti contro Emiliano: «Ha lavorato per distruggere il Pd»

Giachetti contro Emiliano: «Ha lavorato per distruggere il Pd»

 
L'inchiesta
Cloro sporco in Puglia, interdetti due funzionari di Aqp

«Cloro sporco» in Puglia, interdetti due funzionari di Aqp

 
Ferrovie
Treni in Puglia, in arrivo una task force per garantire la puntualità

Treni in Puglia, in arrivo una task force per garantire la puntualità

 
SERIE D
Cittanova - Bari: il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Cittanova - Bari: il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

 
L'APPUNTAMENTO
Circolo della Vela Bari, i primi 90 annidomani la grande festa con l'open day

Circolo della Vela Bari, i primi 90 anni
domani la grande festa con l'open day

 
Morirono 10 persone
Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

Fabbrica fuochi esplose a Modugno: socio superstite patteggia pena

 
La visita
Criminalità, capo polizia Gabrielli: «Foggiano area difficile, sottovalutata criminalità»

Criminalità, capo polizia Gabrielli: «Foggiano area difficile, sottovalutata criminalità»

 
Il movimento nel Salento
Melendugno: No Tap protestano in tute anticontaminazione

Melendugno: No Tap protestano in tute anticontaminazione

 

La cerimonia

Politecnico Bari, nuovo bar e info point. Rettore distribuisce «gadget» di tricolore

I nuovi locali, per complessivi 250 metri quadrati, sono stati realizzati da privati (a costo zero per il Politecnico), che si sono aggiudicati una gara per l’affidamento dei lavori di realizzazione e concessione in gestione del servizio

Sono stati inaugurati al Politecnico di Bari un nuovo punto ristoro con bar, tavola calda e pizzeria; un infopoint per gli studenti; un negozio dove acquistare indumenti e oggetti a marchio Poliba. A tagliare il nastro il Rettore, Eugenio Di Sciascio, nell’atrio coperto del Campus “Quagliariello”, tra la curiosità di tanti aspiranti futuri ingegneri e architetti, docenti e dipendenti attratti dal design moderno e luminoso dei locali e degli arredi. E soprattutto una folta delegazione di studenti molto "entusiasti". Il rettore, dopo il classico taglio dle nastro, ha distribuito pezzi di tricolore a mo' di portafortuna ai presenti.

I nuovi locali, per complessivi 250 metri quadrati, sono stati realizzati da privati (a costo zero per il Politecnico), che si sono aggiudicati una gara per l’affidamento dei lavori di realizzazione e concessione in gestione del servizio. La zona principale è stata destinata al bar e alla tavola calda, con 40 posti a sedere all’interno e altri 70-80 all’esterno. Il nuovo punto ristoro sostituisce il vecchio bar, nel frattempo demolito. A questa si affianca il flagship store, un negozio dove sono in vendita magliettine, zainetti, gadget vari esclusivamente a marchio Politecnico, per rafforzare l’idea di appartenenza attraverso il logo dell’accademia. Il terzo elemento è l’infopoint, richiesto dagli studenti e inserito nell’appalto con l’obiettivo di dare ai ragazzi, soprattutto a quelli dei primi anni di corso, un punto ben visibile e facilmente raggiungibile, all’interno del grande Campus, nel quale chiedere e ricevere informazioni sui mille aspetti della vita universitaria.


«Mi fa piacere tagliare il nastro di una struttura che, oltre ad essere utile, sarà anche bella da vedersi – ha commentato Di Sciascio – contribuendo a rendere il nostro campus più moderno, funzionale e piacevole. La comunità accademica – ha aggiunto il rettore – ci sollecita tanti miglioramenti e noi cerchiamo di fare tutto quello che possiamo, al meglio che possiamo, con le risorse disponibili».


I nuovi locali, per complessivi 250 metri quadrati, sono stati realizzati da privati (a costo zero per il Politecnico), che si sono aggiudicati una gara per l’affidamento dei lavori di realizzazione e concessione in gestione del servizio. La zona principale è stata destinata al bar e alla tavola calda, con 40 posti a sedere all’interno e altri 70-80 all’esterno. Il nuovo punto ristoro sostituisce il vecchio bar, nel frattempo demolito. A questa si affianca il flagship store, un negozio dove sono in vendita magliettine, zainetti, gadget vari esclusivamente a marchio Politecnico, per rafforzare l’idea di appartenenza attraverso il logo dell’accademia. Il terzo elemento è l’infopoint, richiesto dagli studenti e inserito nell’appalto con l’obiettivo di dare ai ragazzi, soprattutto a quelli dei primi anni di corso, un punto ben visibile e facilmente raggiungibile, all’interno del grande Campus, nel quale chiedere e ricevere informazioni sui mille aspetti della vita universitaria.


«Questo tipo di interventi – ha sottolineato il rettore – sono importanti perché non costano al Politecnico che, invece, ne può beneficiare in termini di nuovi servizi. Inoltre – ha aggiunto Di Sciascio – dimostrano una volta di più che il ruolo dei privati, se ben orientato al bene comune, può essere molto utile all’università pubblica». I lavori, del valore di circa 300mila euro, sono stati eseguiti da un’associazione temporanea di imprese baresi (Gaia Srl, costituita da Ladisa spa – capogruppo - e C.N. Costruzioni generali srl) con propri fondi, in cambio della gestione per un periodo prestabilito di tempo e con un listino prezzi concordato con il Politecnico, per renderlo accessibile soprattutto agli studenti.

L’inaugurazione dei nuovi locali è stata anche l’occasione per fare il punto su tutti i lavori in corso, tra i quali:


-     Sopraelevazione dei locali del vecchio Dimeg, oggi Dmmm per uffici e laboratori. È un progetto di quasi 3 milioni di euro, finanziato dal Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica). A breve l’ultimazione dei lavori


-     Riqualificazione delle aree verdi, con un cantiere a ridosso dell’ingresso del centro servizi amministrativi e lungo il perimetro da via Orabona a via Re David e nuova segnaletica, per rimettere ordine alla viabilità interna. Tra l’uno e l’altro appalto, entrambi in via di ultimazione, sono stati impiegati 200mila euro, con fondi del Politecnico.


-     Nuova pavimentazione della zona corpo grandi aule (sul lato via Orabona), alberata e con un nuovi posti auto all’ingresso del Campus, per sperimentare un modello di mobilità sostenibile che privilegi l’area pedonale per gli spostamenti alla zona universitaria. Valore dei lavori circa 900mila euro, al 50% con finanziamento interno.


-    Adeguamento e riqualificazione del plesso di ingegneria del Dicar (250mila euro), dove si sta completando l’allestimento di nuovi laboratori di acustica, demolendo la vecchia “stecca” di Fisica tecnica


- Nuova palazzina direzionale (appalto da oltre 4 milioni di euro, fondi Cipe),  dove sorgeranno il nuovo rettorato, sale per mostre, laboratori, aule multimediali e spazi per studenti e docenti, nello storico edificio ex Sat su via Re David.


- PoliLibrary: una struttura moderna e funzionale, che raccoglierà il vasto patrimonio bibliotecario del Politecnico: 220.000 volumi, 26.000 tesi di laurea e di dottorato, 6.000 periodici di settore. Valore del progetto 1.830.000 euro, finanziato dalla Regione Puglia.


- Nuovi laboratori didattici, grazie a finanziamenti ottenuti su bandi competitivi della Regione Puglia


- Oplà, l’open innovation lab del Politecnico, che verrà realizzato a breve nel Campus.

Complessivamente, sono in corso cantieri per un importo totale di oltre dieci milioni di euro, dei quali il 90% circa con fondi esterni del Cipe, da bandi regionali o altri canali di finanziamento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400