Sabato 07 Dicembre 2019 | 05:05

NEWS DALLA SEZIONE

L'inaugurazione
Bari, dopo 9 anni di restauro: «Signore e signori riapre il Teatro Piccinni»

Bari, dopo 9 anni di restauro: «Signore e signori riapre il Teatro Piccinni»

 
Operazione Gdf
Andria, la maxi discarica abusiva da 23mila mq: così i camion scaricavano rifiuti

Andria, la maxi discarica abusiva da 23mila mq: così i camion scaricavano rifiuti

 
L'incontro
Matera, ministro Lamorgese: senza cultuita legalità non c'è progresso

Matera, ministro Lamorgese: senza cultura legalità non c'è progresso

 
La curosità
Prescrizione, il deputato Sisto (FI) si improvvisa rapper: «Guerra senza sconti, nelle aule, sotto i ponti»

Prescrizione, Sisto (FI) fa il rapper: «Guerra senza sconti, nelle aule, sotto i ponti»

 
La novità
Bari, su Instagram è «effetto Piccinni»: Decaro con la parrucca lancia il filtro ufficiale

Bari, su Instagram è «effetto Piccinni»: Decaro con la parrucca lancia il filtro ufficiale

 
EKSO NR
Ceglie M, ecco EKSO NR: esoscheletro robotizzato per riabilitazione arti inferiori

A Ceglie Messapica arriva il «robot fisioterapista» delle gambe

 
Il video
Bitonto, nonna ruba le palle da albero di Natale addobbato per strada

Bitonto, la nonnina fa «shopping» e ruba le palle dall'albero di Natale per strada

 
La batteria pirotecnica
Carmiano, Comune sciolto per mafia: in paese è festa con i botti

Carmiano, Comune sciolto per mafia: in paese è festa con i botti

 
Il match
Rende-Bari, 3 gol dei galletti: il video commento della partita

Rende-Bari, 3 gol dei galletti: il video commento della partita

 
La visita
Whoopi Goldberg in Puglia: «Forse compro casa qui»

Whoopi Goldberg in Puglia: «Forse compro casa qui»

 
La manifestazione
Sardine Taranto

Taranto, ecco le «sardine» in piazza Immacolata. Santori: la rivincita della gente

 

Il Biancorosso

L'intervista
Bari calcio, Strambelli: «La quadratura è raggiunta»

Bari calcio, Strambelli: «La quadratura è raggiunta»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariMaltempo
Bari, l'aereo non atterra per nebbia: rinviato concerto di Ranieri al Teatroteam

Bari, l'aereo non atterra per nebbia: rinviato concerto di Ranieri al Teatroteam

 
LecceIl provvedimento
Otranto, Comune non smonta i pontili: scatta il sequestro, via le barche entro un mese

Otranto, Comune non smonta i pontili: scatta il sequestro, via le barche entro un mese

 
TarantoLa decisione
Sava, baby gang vessava disabile: Riesame conferma misure cautelari

Sava, baby gang vessava disabile: Riesame conferma misure cautelari

 
PotenzaDal 7 dicembre
Tra Tito e Satriano di Lucania si accende l'albero più grande della Basilicata

Tra Tito e Satriano di Lucania si accende l'albero più grande della Basilicata

 
BrindisiIl 15 dicembre
Bomba a Brindisi, maxi evacuazione per 53mila persone: stop ad aerei e treni

Bomba a Brindisi, maxi evacuazione per 53mila persone: stop ad aerei e treni

 
BatIl posto fisso
Barletta, diventerà netturbino con 110 e lode in ingegneria edile: la storia

Barletta, diventerà netturbino con 110 e lode in ingegneria edile: la storia

 
FoggiaAeroporto
Foggia, Gino Lisa: iniziati i lavori di prolungamento della pista

Foggia, Gino Lisa: iniziati i lavori di prolungamento della pista

 
MateraIl colpo
Matera, arrestato bandito 26enne. Aveva un biglietto d'aereo pronto per partire

Matera, arrestato bandito 26enne: aveva un biglietto d'aereo pronto per partire

 

i più letti

25 novembre

Violenza contro le donne: «Un terzo delle europee ha subito molestie»

L’Istituto Ue per l’uguaglianza di genere: spesi 226 miliardi. Il video spot dei carabinieri

Anche nell’Unione europea - al pari di quello che avviene nel mondo - un terzo delle donne e delle ragazze subisce violenze nel corso della propria vita. Ricordarlo oggi «Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne», ma sarebbe bene non dimenticarlo domani, è fondamentale. E non solo per le donne. Se a tutto questo si aggiunge che questo fenomeno criminale ha un costo per la società europea «pari a 226 miliardi di euro all’anno» secondo le stime dell’Istituto europeo per l’uguaglianza di genere (Eige) è bene che tutti i proclami odierni siano un impegno perpetuo.

Analizzando la «geografia delle violenze» le percentuali di donne che affermano di aver subito violenza sono più elevate nei Paesi dell’Europa orientale e sudorientale, dove il 70% delle donne dichiara «di aver subito qualche forma di violenza a partire dal compimento del quindicesimo anno di età». Mentre nel sondaggio realizzato dal Servizio europeo per l’azione esterna dell’Unione europea è lampante il dato in merito alla violenza di genere nei Paesi come l’Albania, Bosnia-Erzegovina, Kosovo, Montenegro, Macedonia del Nord, Serbia, Moldova e Ucraina. A tal proposito «trovo molto triste che in ogni società esista la violenza contro le donne. Ovunque», ha fatto sapere Marceline Naudi, presidente del Gruppo di esperti del Consiglio d’Europa sulla lotta alla violenza domestica e contro le donne (Grevio).

«La violenza contro le donne e le ragazze rappresenta una violenza contro l’umanità intera e non dovrebbe più avvenire in Europa o nel resto del mondo. Ma sappiamo tutti che, nonostante il nostro impegno, siamo ancora ben lungi dal vincere questa sfida», ha dichiarato l’Alto rappresentante, Federica Mogherini. E poi: «Il nostro obiettivo rimane quindi chiaro: eliminare la violenza nei confronti delle donne e delle ragazze. L’Ue resta in prima linea nella mobilitazione internazionale per difendere il diritto di ogni donna e di ogni ragazza di vivere libera e sicura. Lo facciamo per il nostro futuro e per il nostro presente, perché le donne sono il pilastro di società giuste, aperte, sviluppate e democratiche e nulla dovrebbe privarle della libertà di svolgere il loro ruolo in modo libero e sicuro».
Purtroppo, però, sebbene l’Unione europea abbia firmato il 13 Giugno del 2017 la Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica, nota anche come Convenzione di Istanbul - «il primo strumento internazionale giuridicamente vincolante che crea un quadro giuridico completo per proteggere le donne contro qualsiasi forma di violenza» - mancano all’appello ben sette Stati membri che non l’hanno ancora ratificata: Bulgaria, Repubblica ceca, Ungheria, Lituania, Lettonia, Slovacchia, Lettonia, Slovacchia e Regno Unito.
Fresca di stampa, essendo stata pubblicata in queste ore dall’Istituto europeo per l’uguaglianza di genere (Eige), la una nuova «Guida per la valutazione del rischio» destinata alle Forze di polizia.
Strumento utile a favorire «una miglior collaborazione tra le autorità di contrasto e i servizi sanitari per prevenire il ripetersi di atti di violenza da parte dei partner e salvare vite umane».

Intanto oggi, proprio in avvio di plenaria al Parlamento europeo a Strasburgo, si terrà un dibattito sull’adesione dell’Unione europea alla Convenzione di Istanbul e, in serata, il palazzo sarà illuminato di arancione al pari del Berlaymont - palazzo della Commissione - a Bruxelles.

Ecco il video spot diffuso dai carabinieri in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Nell’ambito delle iniziative della 'Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne', il Comando legione Carabinieri Puglia ha coinvolto le scuole del territorio nella realizzazione di cortometraggi incentrati sul fenomeno della lotta alla violenza di genere con protagonisti bambini e adolescenti. Per realizzarli, i Comandi provinciali dei Carabinieri della Puglia si sono avvalsi della collaborazione degli insegnanti al fine di creare un prodotto di facile fruizione e immediatezza, per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla violenza di genere al fine di incoraggiare le donne vittime di violenza alla denuncia.
I cortometraggi sono stati presentati dai protagonisti e dagli insegnanti al liceo scientifico Enrico Fermi di Bari alla presenza del generale di Brigata Alfonso Manzo. A Bari sono stati sei i cortometraggi proposti. Uno dei lavori dei ragazzi è stato poi fatto proprio dall’Arma dei Carabinieri a livello nazionale. A margine delle proiezioni, il generale Manzo ha sottolineato l’importanza della giornata e il motivo per cui sono stati coinvolti gli studenti: sensibilizzarli alla problematica e alla materia.
I cortometraggi rientrano nel vasto panorama delle azioni e dei progetti di promozione della legalità nelle scuole.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie