Martedì 04 Agosto 2020 | 22:18

NEWS DALLA SEZIONE

maltempo
Potenza, bomba d'acqua sulla città: si allaga un supermercato

Potenza, bomba d'acqua sulla città: si allaga un supermercato

 
La polemica
Riordino ospedaliero in Puglia, l'ironia in un video di Fitto: «Emiliano come Cetto La Qualunque»

Riordino ospedaliero in Puglia, l'ironia in un video di Fitto: «Emiliano come Cetto La Qualunque»

 
nel foggiano
Ministro Azzolina a Cerignola: «Beni confiscati a mafia vittoria dello Stato»

Ministro Azzolina a Cerignola: «Beni confiscati a mafia vittoria dello Stato»

 
Covid 19
Castellaneta, il «buongiorno» del Clorophilla è senza mascherine e distanziamento

Castellaneta, il «buongiorno» del Clorophilla è senza mascherine e distanziamento

 
Il video
Monopoli, banda di brasiliani a ritmo di samba allieta i bagnanti in spiaggia

Monopoli, banda a ritmo di samba allieta i bagnanti in spiaggia: sono gli ecoanimatori

 
dalla polizia
Scoperto terreno con 7mila piante di marijuana: 4 arresti nel Foggiano

Scoperto terreno con 7mila piante di marijuana: 4 arresti nel Foggiano

 
L'impatto
Taranto, incidente sul Ponte Punta Penna: traffico in tilt

Taranto, incidente sul Ponte Punta Penna: traffico in tilt

 
L'arresto
Foggia, dopo 142 giorni finisce la fuga di Aghilar: il video della cattura

Foggia, dopo 142 giorni finisce la fuga di Aghilar: il video della cattura

 
Il video promo
Lotta alle truffe agli anziani, dalla Polizia Locale un servizio con operatori telefonici: il via ad agosto

Bari, truffe agli anziani, dalla Polizia Locale un servizio con operatori telefonici: il via ad agosto

 
la gaffe
«The show... ghost my own»: l'assessore di Canosa e qualche problema con l'inglese

«The show... ghost my own»: l'assessore di Canosa e qualche problema con l'inglese

 
Il video
Brumotti è a Leuca: le acrobazie con la bici sono sui frangiflutti

Brumotti è a Leuca: le acrobazie con la bici sono sui frangiflutti

 

Il Biancorosso

SERIE C

Bari, una panchina per 4: Vivarini in pole position

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa decisione
Roghi nelle campagne di Mola, Colonna: «Droni per scovare i piromani»

Roghi nelle campagne di Mola, Colonna: «Droni per scovare gli incendiari»

 
PotenzaIn Basilicata
Tempa Rossa, domani test sulle valvole di sicurezza

Tempa Rossa, domani test sulle valvole di sicurezza

 
TarantoLa richiesta
Arcelor Mittal, i sindacati: «Magazzini chiusi, difficile reperire Dpi»

Arcelor Mittal, i sindacati: «Magazzini chiusi, difficile reperire Dpi». Aziende lamentano ritardi nei pagamenti

 
MateraLa novità
Rete 5G: a Matera nascerà la Casa delle Tecnologie

Rete 5G: a Matera nascerà la Casa delle Tecnologie

 
LecceIL MISTERO
Caso Orlandi, l'Unisalento studia gli ultimi reperti

Caso Orlandi, l'Unisalento studia gli ultimi reperti

 
Batl'operazione
Spinazzola, braccianti sfruttati a 4 euro l'ora: 60enne arrestato, denunciati 2 imprenditori

Spinazzola, braccianti sfruttati a 4 euro l'ora: 60enne arrestato, denunciati 2 imprenditori

 
Foggianel foggiano
Cerignola, auto fuori strada nella notte: muore 21enne, salvi due amici

Cerignola, auto fuori strada nella notte: muore 21enne, salvi due amici

 
BrindisiVANDALISMO
Brindisi, brucia rifiuti illegalmente: denunciato dai Forestali

Brindisi, brucia rifiuti illegalmente: denunciato dai Forestali

 

i più letti

25 novembre

Violenza contro le donne: «Un terzo delle europee ha subito molestie»

L’Istituto Ue per l’uguaglianza di genere: spesi 226 miliardi. Il video spot dei carabinieri

Anche nell’Unione europea - al pari di quello che avviene nel mondo - un terzo delle donne e delle ragazze subisce violenze nel corso della propria vita. Ricordarlo oggi «Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne», ma sarebbe bene non dimenticarlo domani, è fondamentale. E non solo per le donne. Se a tutto questo si aggiunge che questo fenomeno criminale ha un costo per la società europea «pari a 226 miliardi di euro all’anno» secondo le stime dell’Istituto europeo per l’uguaglianza di genere (Eige) è bene che tutti i proclami odierni siano un impegno perpetuo.

Analizzando la «geografia delle violenze» le percentuali di donne che affermano di aver subito violenza sono più elevate nei Paesi dell’Europa orientale e sudorientale, dove il 70% delle donne dichiara «di aver subito qualche forma di violenza a partire dal compimento del quindicesimo anno di età». Mentre nel sondaggio realizzato dal Servizio europeo per l’azione esterna dell’Unione europea è lampante il dato in merito alla violenza di genere nei Paesi come l’Albania, Bosnia-Erzegovina, Kosovo, Montenegro, Macedonia del Nord, Serbia, Moldova e Ucraina. A tal proposito «trovo molto triste che in ogni società esista la violenza contro le donne. Ovunque», ha fatto sapere Marceline Naudi, presidente del Gruppo di esperti del Consiglio d’Europa sulla lotta alla violenza domestica e contro le donne (Grevio).

«La violenza contro le donne e le ragazze rappresenta una violenza contro l’umanità intera e non dovrebbe più avvenire in Europa o nel resto del mondo. Ma sappiamo tutti che, nonostante il nostro impegno, siamo ancora ben lungi dal vincere questa sfida», ha dichiarato l’Alto rappresentante, Federica Mogherini. E poi: «Il nostro obiettivo rimane quindi chiaro: eliminare la violenza nei confronti delle donne e delle ragazze. L’Ue resta in prima linea nella mobilitazione internazionale per difendere il diritto di ogni donna e di ogni ragazza di vivere libera e sicura. Lo facciamo per il nostro futuro e per il nostro presente, perché le donne sono il pilastro di società giuste, aperte, sviluppate e democratiche e nulla dovrebbe privarle della libertà di svolgere il loro ruolo in modo libero e sicuro».
Purtroppo, però, sebbene l’Unione europea abbia firmato il 13 Giugno del 2017 la Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica, nota anche come Convenzione di Istanbul - «il primo strumento internazionale giuridicamente vincolante che crea un quadro giuridico completo per proteggere le donne contro qualsiasi forma di violenza» - mancano all’appello ben sette Stati membri che non l’hanno ancora ratificata: Bulgaria, Repubblica ceca, Ungheria, Lituania, Lettonia, Slovacchia, Lettonia, Slovacchia e Regno Unito.
Fresca di stampa, essendo stata pubblicata in queste ore dall’Istituto europeo per l’uguaglianza di genere (Eige), la una nuova «Guida per la valutazione del rischio» destinata alle Forze di polizia.
Strumento utile a favorire «una miglior collaborazione tra le autorità di contrasto e i servizi sanitari per prevenire il ripetersi di atti di violenza da parte dei partner e salvare vite umane».

Intanto oggi, proprio in avvio di plenaria al Parlamento europeo a Strasburgo, si terrà un dibattito sull’adesione dell’Unione europea alla Convenzione di Istanbul e, in serata, il palazzo sarà illuminato di arancione al pari del Berlaymont - palazzo della Commissione - a Bruxelles.

Ecco il video spot diffuso dai carabinieri in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Nell’ambito delle iniziative della 'Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne', il Comando legione Carabinieri Puglia ha coinvolto le scuole del territorio nella realizzazione di cortometraggi incentrati sul fenomeno della lotta alla violenza di genere con protagonisti bambini e adolescenti. Per realizzarli, i Comandi provinciali dei Carabinieri della Puglia si sono avvalsi della collaborazione degli insegnanti al fine di creare un prodotto di facile fruizione e immediatezza, per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla violenza di genere al fine di incoraggiare le donne vittime di violenza alla denuncia.
I cortometraggi sono stati presentati dai protagonisti e dagli insegnanti al liceo scientifico Enrico Fermi di Bari alla presenza del generale di Brigata Alfonso Manzo. A Bari sono stati sei i cortometraggi proposti. Uno dei lavori dei ragazzi è stato poi fatto proprio dall’Arma dei Carabinieri a livello nazionale. A margine delle proiezioni, il generale Manzo ha sottolineato l’importanza della giornata e il motivo per cui sono stati coinvolti gli studenti: sensibilizzarli alla problematica e alla materia.
I cortometraggi rientrano nel vasto panorama delle azioni e dei progetti di promozione della legalità nelle scuole.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie