Sabato 19 Gennaio 2019 | 16:27

Arrestato attivista

Tap, nuova sassaiola contro la Polizia: due agenti feriti

Due agenti della polizia sono rimasti lievemente feriti nel corso dei nuovi disordini che si sono registrati questa notte con l’ennesimo tentativo di blocco messo in atto dagli attivisti No Tap sulla strada provinciale 145 che collega Lecce a Melendugno, la via che i mezzi Tap percorrono per arrivare al cantiere del gasdotto. Uno degli attivisti, ritenuto responsabile di aver dato fuoco ad un cassonetto, è stato arrestato: si chiama Saverio Pellegrino, di 52 anni, di Andrano (Lecce), già destinatario di un foglio di via emesso dal Questore di Lecce con divieto di ritorno a Melendugno. Deve rispondere, di incendio aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.

La strada è stata poi sgomberata e i camion diretti al cantiere sono passati. Un gruppo di circa una ventina di attivisti ha tentato prima di fermare il transito dei camion erigendo un muretto sulla strada con dei blocchi di tufo, poi bruciando un cassonetto dell’immondizia. Subito dopo si è verificata una sassaiola contro agenti dei reparti mobili intervenuti per far sfollare i manifestanti. Due poliziotti si sono fatti refertare perché colpiti dalle pietre. 

L'attivista arrestato era stato portato in questura durante la notte insieme ad altri tre manifestanti che, dopo essere stati identificati, sono stati denunciati e rilasciati. L’arrestato, all’atto della perquisizione, peraltro integralmente video ripresa da personale della polizia scientifica, è stato trovato in possesso di grosse pietre in cemento, nascoste nelle tasche esterne del giubbotto. 

I tafferugli della notte scorsa trovano origine - a quanto si è saputo - dall’avvio di un nuovo cantiere da parte di Tap all’interno di un’azienda agricola, a circa un chilometro e mezzo da 'Masseria del Capitanò dove si trovano gli ulivi espiantati dall’area del cantiere e messi a dimora in attesa di essere rimpiantati. Nella nuova area-cantiere i cui lavori sono appena iniziati dovranno essere messi a dimora circa 400 ulivi di fusto giovane che si trovano lungo il percorso del gasdotto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400