Domenica 02 Ottobre 2022 | 10:55

In Puglia e Basilicata

evento

Damato, Mou e Carone raccontano Lucio Dalla in un viaggio teatrale visionario e commovente

Domani lo spettacolo approda alle Terme di Castelnuovo della Daunia in una versione speciale

07 Settembre 2022

Aldo Losito

CASTELNUOVO DELLA DAUNIA - Il Capitano Ragno (Lucio Dalla) è tornato. Cosimo Damiano Damato, Pierdavide Carone ed Erica Mou narrano una storia: una nave in viaggio nella notte, guidata da una luna dalle sembianze umane, attraversa mari, città e storie. Tre marinai ed una prostituta (il marinaio Domenico Sputo, il marinaio Bonetti, il giovane marinaio Gesù Bambino e la prostituta Futura) seduti ad un tavolo giocano a carte, bevono vino in attesa di “Ragno”, il “Capitano” (Lucio Dalla).  “Quanto ci manca oggi la luce di Lucio Dalla – racconta Damato -  La sua ironia, la sua poetica, il suo impegno civile, la sua voce, la sua commozione, la sua saggezza, la sua sacralità. Se veramente la vita è solo il primo tempo come Lucio diceva mi piace pensare che in questo momento di delirio e smarrimento Lucio sta per tornare per insegnarci ancora una volta l’umanità e la poesia. Ogni volta mi commuove recitare il testo di Henna”. Damato racconta i personaggi delle canzoni di Dalla lasciandoli rivivere in un viaggio poetico e visionario, scritto a quattro mani con il Premio Campiello Raffaele Nigro, in cui sfilano racconti, “leggende”, canzoni e visioni.

Lo spettacolo andrà in scena in esclusiva giovedì 8 settembre alle Terme di Castelnuovo della Daunia (info 0881 559 766). Il monologo si rivela una sorta di sillabario del canzoniere di Dalla grazie alle canzoni eseguite dal vivo, in una veste essenziale acustica, dai cantautori Pierdavide Carone ed Erica Mou. Fra le canzoni cantate e raccontate: La casa in riva al mare, Come fanno i marinai, Le rondini, Cara, Caruso, Com’è profondo il mare, 4 marzo, La sera dei miracoli  e Itaca ed altre perle segrete. Un atto d’amore vivo e sincero di Damato e Carone che hanno entrambi condiviso con Dalla un intenso viaggio artistico, uno teatrale (con lo spettacolo Il Bene mio sul cantautore folk Matteo Salvatore con Dalla, Marco Alemanno, Renzo Arbore e Moni Ovadia) e l’altro discografico (la partecipazione a San Remo con Nanì), un dono irripetibile vissuto negli ultimi anni di vita al fianco del grande maestro. Lo spettacolo ha debuttato con successo dall’Auditorium del Parco di Renzo Piano a L’Aquila. “ Il Ragno, che era -come un intimo amico- apostrofò Lucio, ebbe un’accezione che, in una sede e da una fonte diversa, avrebbe anche il suo perché divertente, ma in questa sede – aggiunge Pierdavide Carone -  e con me come fonte, assume tutto un altro significato, perché Lucio è stato un tessitore di reti sociali, con me lo ha fatto in vita, in modo diretto, portandomi a conoscere tante persone straordinarie, rimaste amiche anche dopo il suo volo tra gli Angeli quale già in vita aspirava ad essere, in modo indiretto, portandomi ad esempio a conoscere Erica in uno scenario che è lo scenario, ossia Sanremo, e lo ha fatto anche dopo, trasformando la sua assenza in un espediente per tributarlo, tra figli della stessa tela, Cosimo ed io, tela che speriamo sia una piacevole trappola per tutto il pubblico che sarà presente nella stupenda cornice delle Terme Castelnuovo”.  È il mare la cifra dello spettacolo: “Quanto mare nell’universo delle canzoni di Lucio Dalla- spiega Erica Mou – il mare, quello vero, fatto di pesci e marinai e sirene e case sulla riva e isole da abitare”. 

A dieci anni dalla scomparsa di Lucio Dalla sono tanti gli artisti che stanno portando in giro spettacoli sul grande artista bolognese, “Il Ragno” è forse il racconto più drammaturgicamente dalliano, sincero, rispettoso e con quell’aura magica e poetica che proprio Dalla ha saputo donare a Damato e Carone.  "Era nel destino che avremmo lavorato insieme – mi diceva Lucio – ricorda Damato - Nulla è rigorosamente scritto".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725