Giovedì 06 Agosto 2020 | 09:04

NEWS DALLA SEZIONE

Calcio
L'Arsenal batte il Chelsea e vince la FA Cup

L'Arsenal batte il Chelsea e vince la FA Cup

 
Calcio
Atalanta-Inter, Conte: "Brutti attacchi e poca protezione da parte del club"

Atalanta-Inter, Conte: "Brutti attacchi e poca protezione da parte del club"

 
Calcio
Atalanta-Inter, Gasperini: "Questa partita ci ha dato una bella sveglia in vista del Psg"

Atalanta-Inter, Gasperini: "Questa partita ci ha dato una bella sveglia in vista del Psg"

 
Calcio
Sarri. "Dobbiamo riattaccare tutte le spine che abbiamo staccato"

Sarri. "Dobbiamo riattaccare tutte le spine che abbiamo staccato"

 
Calcio
Il mistero di Ilicic e l'assenza dall'Atalanta

Il mistero di Ilicic e l'assenza dall'Atalanta

 
Calcio
Diritti tv, De Laurentiis: "Nessuna decisione, illustrate offerte e ore le studieremo"

Diritti tv, De Laurentiis: "Nessuna decisione, illustrate offerte e ore le studieremo"

 
Calcio
Sampdoria, Ferrero: "Prossimo anno voglio soffrire di meno, ho messo la panza"

Sampdoria, Ferrero: "Prossimo anno voglio soffrire di meno, ho messo la panza"

 
Calcio
Cagliari-Juve, Sarri: "La Lega ha creato problemi, forse con la Roma gioca l'Under 23"

Cagliari-Juve, Sarri: "La Lega ha creato problemi, forse con la Roma gioca l'Under 23"

 
Calcio
Sampdoria-Milan, Pioli: "Siamo una squadra di ottimo livello, non dobbiamo avere rimpianti"

Sampdoria-Milan, Pioli: "Siamo una squadra di ottimo livello, non dobbiamo avere rimpianti"

 
Calcio
Torino-Roma, Fonseca: "In questa stagione potevamo fare meglio"

Torino-Roma, Fonseca: "In questa stagione potevamo fare meglio"

 
Calcio
Lazio-Brescia, Inzaghi: "Orgoglioso dei nostri record"

Lazio-Brescia, Inzaghi: "Orgoglioso dei nostri record"

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, quanta folla agli arrivi: centrocampo da ridisegnare

Bari, quanta folla agli arrivi: centrocampo da ridisegnare

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoLe nuove professioni
Taranto, firmato protocollo per formare i «manager» del turismo del mare

Taranto, firmato protocollo per formare i «manager» del turismo del mare

 
MateraAllarme covid 19
Ferrandina, altri 10 migranti in fuga dal centro di accoglienza: hanno violato la quarantena

Ferrandina, altri 10 migranti in fuga dal centro di accoglienza: hanno violato la quarantena

 
BariIl caso
In due sul monopattino a Bari: filmati e multati dalla Polizia 

In due sul monopattino a Bari: filmati e multati dalla Polizia

 
PotenzaL'ufficialità
Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

 
LecceIl caso
È ufficiale: l'animale che si aggirava sulle spiagge del Salento è un lupo

È ufficiale: l'animale che si aggirava sulle spiagge del Salento è un lupo

 
FoggiaL'iniziativa
Braccianti morti a Foggia: un'opera per ricordare le vittime del caporalato

Braccianti morti a Foggia: un'opera per ricordare le vittime del caporalato

 
BatIl caso
Covid 19, anziana torna positiva in Rsa di Andria: tutti negativi i dipendenti

Covid 19, anziana torna positiva in Rsa di Andria: tutti negativi i dipendenti

 
BrindisiAMBIENTE
Brindisi, in un solo mese i Cc scoprono 18 discariche abusive

Brindisi, in un solo mese i Cc scoprono 18 discariche abusive

 

i più letti

Calcio Serie A

Mario Balotelli, il Brescia chiede il licenziamento

Finisce nel peggiore dei modi tra Mario Balotelli e il Brescia: inviata al giocatore lettera per chiedere rescissione contrattuale unilaterale per giusta causa

È finita, nel peggiore dei modi, tra Mario Balotelli e il Brescia con la richiesta di licenziamento del giocatore da parte del club di Massimo Cellino: inviata al giocatore la lettera per chiedere la rescissione unilaterale del contratto. Lo strappo decisivo è arrivato con la mossa dell’attaccante di presentare un certificato medico con la diagnosi di gastroenterite per la quale non si è presentato agli ultimi allenamenti dopo settimane di grande tensione con la società.

Poteva e doveva essere un’altra storia: invece la tappa bresciana, a casa sua, della carriera di Mario Balotelli si è rivelata pressoché identica a quasi tutte le altre. Infarcita di «balotellate» che relativamente alla sua esperienza con il Brescia, hanno portato il club a chiedere la rescissione contrattuale unilaterale per giusta causa.

Per dirimere la controversia, per la quale si annuncia battaglia, servirà un lodo arbitrale. Ma certo i pregressi di Mario Balotelli non depongono a suo favore. Sin dagli esordi, la sua storia ad alti livelli dopo il debutto tra i professionisti a Lumezzane, inizia come quelle di un predestinato con la maglia dell’Inter a 17 anni. In un triennio, che comprende anche l’anno del Triplete - nel quale passa da Mancini e Mouriho - colpisce per talento e forza fisica ma anche, ad esempio, per la maglia gettata in terra a San Siro dopo la semifinale d’andata di Champions League contro il Barcellona. In estate, durante la quale si fa notare per aver sparato dei colpi con una scacciacani nei pressi del centro di Milano, arriva l’addio. Si trasferisce al Manchester City dove impatta benissimo e contribuisce alla vittoria di scudetto e FA Cup: questo nonostante una collezione di tre espulsioni per 10 giornate di squalifica.

Nel 2012 si merita un posto fisso nella Nazionale di Cesare Prandelli che si classifica seconda all’Europeo con lui che è capocannoniere del torneo. Ma non tutto è rose e fiori e al City cominciano i problemi tra ragazzi delle giovanili usati come bersaglio delle freccette, un incendio scoppiato in casa per l'esplosione di alcuni petardi e una forte lite con il mentore Mancini per la quale si prende anche 400.000 euro di multa. Che lui contesta denunciando la società. Tutto si chiuderà con una sorta di patteggiamento e poi con l’addio nel 2013. Mario Balotelli torna in Italia, al Milan. Dove al solito, comincia benissimo salvo poi perdersi per strada ed essere protagonista solo per il gossip per via del tira e molla con la fidanzata dell’epoca Fanny. I rossoneri lo liberano senza troppi rimpianti e anzi la sua cessione al Liverpool nell’estate post disastroso Mondiale del 2014, frutta un tesoretto si 20 milioni di euro. Un investimento che non ripaga gli inglesi: solo un gol in campionato. Il Liverpool cede il giocatore in prestito di nuovo al Milan: stagione disastrosa, condizionata stavolta dalla pubalgia che lo tiene out 4 mesi. L’occasione del rilancio per Balo arriva nel 2015 quando lo vuole il Nizza che gli dà la chance con un anno di contratto: Mario è semplicemente trascinatore, sembra rinato e si merita la conferma. Buona, anche se non trascendentale la seconda stagione mentre alla terza succede il patatrac: con Vieira, suo ex compagno di squadra in panchina, la situazione precipita e a gennaio (è il 2019) si accasa al Marsiglia: 15 gare, 8 reti e 4 giornate di squalifica.

Resta a piedi e a decidere di scommettere su Mario Balotelli puntando sulle motivazioni dell’enfant du pays è Massimo Cellino che la scorsa estate lo porta al Brescia: 19 presenze, 5 gol e innumerevoli atteggiamenti inappropriati tra ritardi agli allenamenti, assenze ingiustificate, comportamenti social sopra le righe. Addirittura Fabio Grosso lo caccia da un allenamento e non lo convoca per la partita contro la Roma. Il resto è storia di questi giorni: la solita storia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie