Domenica 29 Maggio 2022 | 09:51

In Puglia e Basilicata

SUPERLEGA

La Prisma Gioiella Taranto senza paura davanti ai campioni d'Italia

La Prisma Gioiella Taranto senza paura davanti ai campioni d'Italia

Il palleggiatore di Taranto Marco Falaschi, fresco ex della Lube

Domani la squadra di Di Pinto sfida la Lube: in palio per gli jonici punti-salvezza

26 Febbraio 2022

Redazione online

TARANTO - «Nessuna paura, la nostra squadra deve e può giocare dando il massimo anche se l'avversario si chiama Lube Civitanova campione d'Italia». Risuonano come monito per la vigilia della Gioiella Prisma Taranto le parole pronunciate dalla vice presidente del club Elisabetta Zelatore al termine del match vinto domenica scorsa (3-1) in casa su Piacenza. Una settimana dopo, domani alle ore 18 (diretta web su Volleyballworld.tv), la formazione di Vincenzo Di Pinto ospita la Cucine Lube Civitanova. La differenza di valori potrebbe essere compensata dal momento «bloccato» del team dell'ex cittì della Nazionale Gianlorenzo Blengini, reduce da due match rinviati.

I padroni di casa del Taranto, protagonisti di una vittoria tonica su Piacenza, si godono l’ottavo posto (ultima linea dei playoff) e scendono in campo a caccia dell’impresa perché incombono quattro squadre a portata di sorpasso come Cisterna, Vibo, Padova, Verona. Oltre la sua rete la Lube si presenta, tra i convocati, con capitan Juantorena, reduce da un lungo infortunio. La formazione marchigiana battezza al PalaMazzola un ciclo di partite che la vedrà in campo ogni tre giorni. Biancorossi avanti 12 a 3 nei precedenti.

Tre ex nel roster rossoblù: il palleggiatore Marco Falaschi, lo schiacciatore Luigi Randazzo, l'opposto Giulio Sabbi. Il numero sale a quattro se si considera lo staff, con coach Di Pinto che fu il primo allenatore dei biancorossi in serie A1 quando, tra il 1995 e il 1997, portò i marchigiani sino alla semifinale-scudetto, sfruttando il talenti di campioni «del tempo» come Meoni e Zorzi. Ora i tempi sono altri e Di Pinto cerca un nuovo «miracolo»: prima di tutto la salvezza, un'altra da conquistare nella casa sua pugliese. Arbitrano il match il romano Marco Zavater e il barese Maurizio Canessa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

i più visti della sezione

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725