Lunedì 16 Settembre 2019 | 04:45

NEWS DALLA SEZIONE

Incidente stradale
Massafra, perde il controllo della moto e si schianta: morto 48enne

Massafra, perde il controllo della moto e si schianta: morto 48enne

 
La telefonata a sorpresa
Depuratore Sava, Romina Power chiama ed Emiliano risponde: confronto a Domenica in

Depuratore Sava, Romina Power chiama ed Emiliano risponde: confronto a Domenica in

 
Le fiamme
Taranto, incendio tra le ville: panico a Lama

Taranto, incendio tra le ville: panico a Lama

 
i roghi
Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto

Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto. Fiamme anche a Torre Colimena, nel Tarantino

 
L'iniziativa
«Basta con i decreti ammazza-Taranto»: il flash-mob in piazza

«Basta con i decreti ammazza-Taranto»: il flash-mob in piazza

 
La denuncia
Arcelor Mittal, licenziato ingiustamente operaio Usb: la protesta di Borraccino

Arcelor Mittal, licenziato ingiustamente operaio Usb, l'azienda: 'Era di comandata'

 
L'episodio
Taranto, sul bus senza biglietto: gambiano prende a pugni autista e gli rompe gli occhiali, denunciato

Taranto, sul bus senza biglietto: gambiano picchia autista e gli rompe gli occhiali, denunciato

 
Nel tarantino
Ginosa, tir contromano sulla SS106: polizia stradale multa conducente che aveva guidato più ore del consentito

Ginosa, tir contromano sulla SS106: polstrada multa conducente, aveva guidato troppe ore

 
Il caso
Taranto, allarme bomba in Eni, azienda: «Verifiche in corso»

Taranto, falso allarme bomba: evacuate Eni e Mittal. Denunciato operaio 41enne

 
Il caso
Porto di Taranto, Consiglio di Stato dà il via libera a lavori su banchina

Porto di Taranto, Consiglio di Stato dà il via libera a lavori su banchina

 
Dal 14 ottobre
Università, al via corso di Medicina a Taranto: 60 nuove matricole

Università, al via corso di Medicina a Taranto: 60 nuove matricole

 

Il Biancorosso

Serie C
Il nuovo Bari ricomincia da tre

Il nuovo Bari ricomincia da tre

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeIncidente stradale
Massafra, perde il controllo della moto e si schianta: morto 48enne

Massafra, perde il controllo della moto e si schianta: morto 48enne

 
BrindisiL'omicidio
Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: domani i funerali

Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: domani i funerali

 
BatLa lite
Barletta, rissa tra ubriachi: uomo ferito con un fendente. Non è grave

Barletta, rissa tra ubriachi: uomo ferito con un fendente. Non è grave

 
BariAlla Campionaria
Bagno di folla per Ezio Bosso a Bari: sala gremita per il Maestro

Bagno di folla per Ezio Bosso a Bari: «Non posso suonare, smettete di chiedermelo»

 
Foggiai roghi
Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto

Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto. Fiamme anche a Torre Colimena, nel Tarantino

 
LecceSulla circonvallazione
Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

 
PotenzaA reggio emilia
La birra è troppo fredda, 39enne del Potentino tenta di strangolare una barista

La birra è troppo fredda, 39enne del Potentino tenta di strangolare una barista

 
MateraNel Materano
Craco, pochi alunni: accorpate classi di medie ed elementari, protesta dei genitori

Craco, pochi alunni: accorpate classi di medie ed elementari, protesta dei genitori

 

i più letti

Nel tarantino

Manduria, anziano pestato a morte: Riesame conferma carcere per maggiorenni e 6 minori

Tre di loro, tra i 15 e i 17 anni, dovranno presentarsi mercoledì in Procura

Manduria, anziano picchiato a morte: 8 persone fermate, 6 sono minori

TARANTO - Così come per i due maggiorenni coinvolti nell’inchiesta sulla morte di Antonio Stano, il 66enne pensionato di Manduria (Taranto) che aveva subito una serie di aggressioni e violenze da più gruppi di giovani, anche per i 6 minori attualmente detenuti nel carcere minorile di Bari il Tribunale del Riesame di Taranto ha respinto i ricorsi dei legali difensori confermando dunque la misura cautelare.

La camera di consiglio per i minorenni (il collegio è stato presieduto dal giudice Ciro Fiore) è durata meno di un’ora. Oggi è stato depositato anche il dispositivo della decisione per il ricorso dei due maggiorenni - il 22enne Antonio Spadavecchia e il 19enne Gregorio Lamusta - che era stato invece discusso martedì scorso. Le motivazioni si conosceranno nei prossimi giorni. Le accuse sono di tortura con l’aggravante della crudeltà, violazione di domicilio, sequestro di persona e danneggiamento. A parte gli otto giovani attualmente in carcere, sono indagati altri dieci minorenni. Tre di questi hanno ricevuto inviti a comparire per essere interrogati dopodomani dal procuratore minorile Pina Montanaro. Il collegio di giudici del riesame che ha deciso per i maggiorenni era composto dal presidente Filippo Di Todaro e dai giudici Sara Gabellone e Francesca Maria Guido.

INDAGATI ALTRI 4 MINORI - Ci sono altri quattro minori indagati per le aggressioni contro Antonio Stano, il pensionato di 66 anni con disagi psichici preso a calci, pugni e bastonate da gruppi di ragazzini a Manduria e morto il mese scorso in ospedale dopo 18 giorni di ricovero e due interventi chirurgici. Tre di loro, di età comprese tra i 15 e 17 anni, sono stati invitati a presentarsi alla Procura dei minori mercoledì prossimo per essere interrogati dal procuratore Antonella Montanaro assistiti dai propri legali. I quattro ragazzi sarebbero stati identificati nei video ripresi col telefonino durante alcune delle aggressioni in casa e per strada ai danni di Stano grazie anche alle testimonianze di altri minori coinvolti. L’accusa, per il momento, è di concorso in tortura con l’aggravante della crudeltà. Sette, finora, gli episodi ricostruiti compiutamente dagli investigatori, tutti ripresi con la videocamera di uno smartphone e fatti circolare sul web e nelle chat di WhtasApp, in particolare quella della «comitiva degli orfanelli» di cui facevano parte alcuni degli indagati. Dalle indagini è emerso che da anni gruppi diversi di ragazzini del paese avevano come passatempo quello di andare a infastidire il «pazzo del paese», prendendo a calci la sua porta di casa, insultandolo, sputandogli addosso e in alcuni casi aggredendolo fisicamente.

A marzo scorso le aggressioni si sarebbero fatte più frequenti e più violente al punto che, terrorizzato, il povero Stano si è chiuso in casa e ha smesso perfino di nutrirsi. È stato trovato dagli agenti in condizioni gravi. È morto dopo più di due settimane di ricovero e due interventi chirurgici. In almeno quattro occasioni, secondo l’accusa, gruppi di ragazzi hanno sfondato la porta di casa e aggredito a calci, pugni e bastonate il povero Stano. In una di queste spedizioni, gli hanno prima svuotato addosso due bottiglie di acqua e poi le hanno lanciate in casa mandandole in frantumi. Fra le aggressioni contestate finora, ce n’è anche una a cui avrebbero partecipato i quattro nuovi indagati. Secondo la ricostruzione della procura minorile, cinque minori avrebbero accerchiato Stano per strada, impedendogli di allontanarsi e uno di loro lo avrebbe preso a calci e pugni e strattonato trascinandolo sull’asfalto mentre un altro riprendeva la scena col cellulare. Domani, intanto, i giudici del tribunale del riesame potrebbero depositare la decisione sui ricorsi presentati dai legali dei due maggiorenni arrestati nei giorni scorsi per le aggressioni a Stano. E sempre domani è prevista udienza di riesame per i sei minori sottoposti a misura cautelare nell’istituto penale minorile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie