Venerdì 19 Aprile 2019 | 12:15

NEWS DALLA SEZIONE

In località Sabbione
Derturpata zona protetta dove vivono i fenicotteri: sequestri

Derturpata zona protetta dove vivono i fenicotteri: sequestri

 
Le dichiarazioni
Ex Ilva, sindaco Taranto: «Esterrefatto da clima di semplificazione, come se problemi fossero risolti»

Ex Ilva, sindaco Taranto: «Esterrefatto da clima di semplificazione, come se problemi fossero risolti»

 
Le analisi
Studenti tarantini colti da malore a Firenze: è stato un virus

Studenti tarantini colti da malore a Firenze: è stato un virus

 
Il siderurgico
Ex Ilva, mons. Santoro: «Restano preoccupazioni per emissioni»

Ex Ilva, mons. Santoro: «Restano preoccupazioni per emissioni»

 
Lotta alla droga
Taranto, sorpreso con 100 grammi di cocaina: arrestato

Taranto, sorpreso con 100 grammi di cocaina: arrestato

 
Il provvedimento
Migranti, frode in servizi assistenza: 14 indagati a Taranto

Migranti, frode in servizi assistenza: 14 indagati a Taranto. La replica: nessun illecito

 
L'operazione dei cc
Rifiuti, sequestrato impianto compostaggio Aseco di Ginosa: 2 indagati

Rifiuti, sequestrato impianto compostaggio Aseco di Ginosa: 2 indagati
«Taranto sia liberata da veleni»

 
Erano in gita
Firenze, intossicazione alimentare: in ospedale 11 studenti di Taranto

Firenze, intossicazione alimentare: in ospedale 11 studenti di Taranto

 
Sequestri
Taranto, cozze sgusciate e confezionate in laboratori senza minima igiene: 3 denunce

Taranto, cozze sgusciate e confezionate in laboratori senza minima igiene: 3 denunce

 
Ex Ilva
Taranto, insediato Osservatorio permanente sulla Salute

Taranto, insediato Osservatorio permanente sulla Salute

 

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaL'annuncio
Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

 
BrindisiA Ostuni
Fu investita: multata perché non attraversò sulle strisce

Fu investita: multata perché non attraversò sulle strisce

 
TarantoIn località Sabbione
Derturpata zona protetta dove vivono i fenicotteri: sequestri

Derturpata zona protetta dove vivono i fenicotteri: sequestri

 
LecceVerso il voto
«Santini» elettorali per strada, a Lecce appello al senso civico

«Santini» elettorali per strada, a Lecce appello al senso civico

 
FoggiaAccoglienza
Borgo Mezzanone, migranti cercano un altro ghetto

Borgo Mezzanone, migranti cercano un altro ghetto

 
BatÈ incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

assenteismo

Andavano a fare la spesa durante orario di lavoro, 23 indagati Marina Militare Taranto

Sono 17 uomini e 6 donne dipendenti civili accusati di truffa aggravata ai danni di ente pubblico

Guardia di Finanza

Un avviso di conclusione delle indagini preliminari, con l’ipotesi di reato di truffa aggravata ai danni di ente pubblico, è stato notificato dal procuratore aggiunto di Taranto, Maurizio Carbone, a 23 dipendenti civili del Ministero della Difesa (in servizio presso enti della Marina militare). Secondo l’accusa, gli indagati si allontanavano dal posto di lavoro per andare a fare la spesa o sbrigare altre faccende, senza timbrare il cartellino marcatempo e risultando regolarmente al proprio posto.

In 21, a quanto si è appreso, sono in servizio alla caserma «Mezzacapo» di via Principe Amedeo e altri due presso la direzione amministrativa della Marina militare con sede in via Acton. Nello specifico, il provvedimento riguarda 17 uomini e 6 donne. Gli indagati sono stati pedinati e video-ripresi dalla Guardia di finanza, che ha poi inviato l’informativa al magistrato inquirente. Le contestazioni riguardano i primi mesi del 2017. La Marina militare, è detto in una nota del Comando Marittimo Sud, «conferma il pieno sostegno all’azione della Polizia Giudiziaria e della Magistratura nel contrasto a tali reati, che oltre ai danni arrecati all’erario, danneggiano l'immagine della Forza Armata e soprattutto di coloro che quotidianamente svolgono con onore, dignità e sacrificio il proprio dovere in servizio». Il Comandante Marittimo Sud, ammiraglio di divisorie Salvatore Vitiello, «profondamente deluso - conclude la nota - dalla vicenda, ha dichiarato come siano sempre opportuni i controlli da effettuare periodicamente».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400