Giovedì 26 Novembre 2020 | 05:46

NEWS DALLA SEZIONE

L'evento
Vela, sarà Taranto a ospitare la prima tappa europea della SailGP 2021

Vela, sarà Taranto a ospitare la prima tappa europea della SailGP 2021

 
La novità
Tokyo 2021, De Tullio è il primo nuotatore pugliese che andrà alle Olimpiadi

Tokyo 2021, De Tullio è il primo nuotatore pugliese che andrà alle Olimpiadi

 
La tarantina
Nuoto, a Budapest super Pilato: nei 50 rana è record europeo

Nuoto, a Budapest super Pilato: nei 50 rana è record europeo

 
Sport
Nuoto, De Tullio tocca le Olimpiadi: il barese è nella storia

Nuoto, De Tullio tocca le Olimpiadi: il barese è nella storia

 
Sport
Benny Pilato, la «cannibale» pronta a mordere altri record nel nuoto

Benny Pilato, la «cannibale» pronta a mordere altri record nel nuoto

 
SERIE C
Bari calcio, ds Romairone: «Dobbiamo stare zitti e correre»

Bari calcio, ds Romairone: «Dobbiamo stare zitti e correre»

 
nuoto
Nuovo record per la tarantina Di Pilato fa nei 100 rana vasca corta

Nuovo record per la tarantina Di Pilato fa nei 100 rana vasca corta

 
calcio
Un talento di Bari: il volo di Rebecca tra sogno e favola

Un talento di Bari: il volo di Rebecca tra sogno e favola

 
Calcio
Coronavirus, positivi due tesserati del Picerno

Coronavirus, positivi due tesserati del Picerno

 
Contagi
Coronavirus, un positivo nel Brindisi Basket

Coronavirus, nessun positivo nel basket Brindisi, torna regolare attività

 
Serie c
Foggia vince in trasferta: 2-0 contro la Casertana

Foggia vince in trasferta: 2-0 contro la Casertana

 

Il Biancorosso

25 novembre
Bari calcio, videospot dei biancorossi contro violenza sulle donne

Bari calcio, videospot dei biancorossi contro violenza sulle donne

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatAveva 79 anni
Covid, morto ad Andria Rettore Santuario SS. Salvatore

Covid, morto ad Andria ex rettore Santuario SS. Salvatore

 
LecceSalento
Presicce, sigilli a depuratore: convertito senza autorizzazione

Presicce, sigilli a depuratore: convertito senza autorizzazione

 
Covid news h 24l'appello
Covid in Basilicata, governatore chiede ad Arcuri screening di massa

Covid in Basilicata, governatore chiede ad Arcuri screening di massa

 
Tarantoagricoltura
Taranto, crisi settore clementine: cambiamenti climatici hanno inciso sulla produzione

Taranto, crisi settore clementine: cambiamenti climatici hanno inciso sulla produzione

 
Covid news h 24sanità
Altamura, completata riconversione ospedale: guariti e dimessi i primi 12 pazienti dall’area Covid

Altamura, completata riconversione ospedale: guariti e dimessi i primi 12 pazienti dall’area Covid

 
Brindisiindagini dei CC
Oria, ricercato da aprile, si era nascosto in un «bunker» per sfuggire alla cattura: arrestato 46enne

Oria, ricercato da aprile, si era nascosto in un «bunker» per sfuggire alla cattura: arrestato 46enne

 
Matera25 novembre
Basilicata, in aumento i reati di genere: soprattutto maltrattamenti e violenze sessuali

Basilicata, in aumento i reati di genere: soprattutto maltrattamenti e violenze sessuali

 

i più letti

L'intervista

Nuoto, Benny Pilato: fra record e scuola, vi racconto la mia «bolla»

La nuotatrice: qui a Budapest siamo sicuri e faccio lezione a distanza

Benedetta Pilato passa al Circolo Aniene: «Ma non lascio la Puglia»

Dopo i due record di qualche giorno fa che l’hanno confermata ad altissimi livelli nella storia della rana (e non solo) italiana, Benny Pilato si gode due settimane di pausa. Si gode, si fa per dire, perché in realtà gli allenamenti non si fermano e soprattutto non si ferma la scuola. La quindicenne di Taranto, argento mondiale e oro europeo sui 50 rana, da Budapest dove è impegnata nella Isl, la International Swimming league, segue ogni giorno le lezioni in Dad (didattica a distanza). E non mancano nemmeno le interrogazioni. La prima è stata in storia (argomento: il medioevo), risultato: prova superata alla grande. Che vuoi che sia un’interrogazione di storia, per una, appunto, che nella storia ci è entrata. E da tempo.

Pilato, il suo allenatore, Vito D’Onghia, ci ha detto che si aspettava miglioramenti, ma non questi crono così.
«Nemmeno io me li aspettavo anche perché non facevo gare in corta da tanto tempo. Sono molto contenta, soprattutto del record sui 100 rana anche perché il precedente primato non era mio (ma di Martina Carraro, ndr)».

In previsione delle gare in lunga quanta fiducia le dà questo tempo sui 100 rana fatto in corta?
«Già quest’estate, al sette Colli, ho dimostrato di avere più confidenza sulla doppia distanza. Come dice sempre il mio allenatore mi serviva e mi serve ancora solo più tempo. Sono fiduciosa».

Meglio la vasca corta o quella lunga?
«Entrambe. La vasca lunga mi piace di più, ma ovviamente allenandomi più tempo in corta forse ho più confidenza con quella da 25 metri».

Com’è la bolla di Budapest?
«L’atmosfera è stupenda, siamo davvero in una bolla: super controllati, adottiamo tutte le precauzioni. In stanza sono sola. Siamo su un’isola poco frequentata perché ci viene soprattutto gente che fa sport. Possiamo uscire qui, ma in realtà tra scuola e allenamenti non ho avuto tempo. Non ci sono distrazioni. la maggior parte delle ore le passiamo in acqua».

Prima Pellegrini e Pirozzi poi gli atleti della Nazionale a Legnano tra cui anche il barese Marco De Tullio positivi al Covid. Il virus la spaventa?
«Sì, ho pura, anche se in realtà qui no, perché siamo controllatissimi. Ho già fatto tre tamponi in una settimana. Forse è meglio stare qui adesso che in Italia».

E una probabile chiusura delle piscine la preoccupa?
«Ci penso sì, anche perché quando tornerò dovrò affrontare la parte più importante della preparazione in vista degli “italiani” di dicembre. Spero che il Governo non decida di chiudere gli impianti perché, anche se noi atleti probabilmente potremo continuare ad allenarci, ci sarebbero comunque difficoltà per i gestori e tutta la gente che lavora, senza contare che tanti bambini e ragazzi non potrebbero fare sport».

E da studentessa cosa pensa del ritorno in classe?
«Tornare a scuola è stato importante ma non c’è l’adeguata organizzazione. Io ora sono in dad ma lo sarei anche se fossi a Taranto perché la nostra classe è troppo numerosa quindi metà degli studenti frequenta e metà è a casa. Forse tutti in dad sarebbe meglio. Ovviamente non dipende dai professori né dai dirigenti, è tutto il sistema che necessita di maggiore organizzazione».

Sarah Sjöström, nuotatrice svedese specializzata nelle gare veloci, le ha chiesto di imparare l’italiano. In cambio lei le ha chiesto il delfino?
«Mi ha chiesto anche di imparare la rana in realtà. Ma vedo complicate entrambe le cose sia per lei che per me».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie