Martedì 22 Ottobre 2019 | 18:36

NEWS DALLA SEZIONE

AERONAUTICA MILITARE
In Puglia con l'esercitazione Elettratestate le capacità di telecomunicazione

In Puglia con l'esercitazione Elettra: testate le capacità di telecomunicazione

 
AERONAUTICA MILITARE
Dalla centrale operativa agli elicotteriEcco come funziona il soccorso aereo

Dalla centrale operativa agli elicotteri: ecco come funziona il soccorso aereo

 
MARINA MILITARE
Taranto, musica e solidarietà insiemesuccesso del concerto "Note d'autunno"

Taranto, musica e solidarietà insieme successo del concerto "Note d'autunno"

 
ESERCITO
Lecce, il 31° Reggimento carriha un nuovo comandante

Lecce, il 31° Reggimento carri ha un nuovo comandante

 
ESERCITO
Nel poligono di Torre di Nebbia debutta il "Freccia" porta mortaio

Nel poligono di Torre di Nebbia debutta il "Freccia" porta mortaio

 
ESERCITO
Brindisi, c'è bisogno di sangueil 31° Reggimento in coda per donare

Brindisi, c'è bisogno di sangue: il 31° Reggimento in coda per donare

 
La terza edizione
Marina militare, entra nel vivo nel Castello Aragonese il Trofeo del mare

Marina militare, entra nel vivo nel Castello Aragonese il Trofeo del mare

 
ESERCITO
Altamura, al 7° reggimento bersaglieriarriva da Roma il colonnello Ventura

Altamura, al 7° reggimento bersaglieri arriva da Roma il colonnello Ventura

 
AERONAUTICA MILITARE
Gli F-35 d Amendola rischierati in Islandadebutto Nato per i jet di quinta generazione

Gli F-35 d Amendola rischierati in Islanda: debutto Nato per i jet di quinta generazione

 
MARINA MILITARE
A Taranto consegnati 23 nuovi brevettiSommergibilista, passione ultratecnologica

Taranto, consegnati 23 nuovi brevetti sommergibilista, passione ultratecnologica

 

Il Biancorosso

la partita
Il Bari fa indietro tutta: è un punto guadagnato

Il Bari fa indietro tutta: è un punto guadagnato

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIn appello
Bari, estorsioni ai cantieri: confermate 30 condanne, anche a Savinuccio

Bari, estorsioni ai cantieri: confermate 30 condanne, anche a Savinuccio

 
BrindisiDanni a impianto
Mesagne, nuova intimidazione a coop che gestisce terreni confiscati

Mesagne, nuova intimidazione a coop che gestisce terreni confiscati

 
BatIl caso
Trani, introduce droga e una spycam in carcere: arrestato agente penitenziario

Trani, introduce droga e una spycam in carcere: arrestato agente penitenziario

 
TarantoIl caso
Taranto, nascondevano nello scantinato pistola e katane

Taranto, nascondevano nello scantinato pistola e katane

 
LecceL'operazione
Tricase, a casa droga e posta mai consegnata: dipendente delle Poste e figlio in carcere

Tricase, a casa droga e posta mai consegnata: dipendente delle Poste e figlio in carcere

 
PotenzaSicurezza in città
Potenza, 20 «occhi elettronici» per contrastare lo spaccio davanti le scuole

Potenza, 20 «occhi elettronici» per contrastare lo spaccio davanti le scuole

 
MateraL'intervista
Matera, Mariolina Venezia svela la «sua» Imma Tataranni

Matera, Mariolina Venezia svela la «sua» Imma Tataranni

 

i più letti

La missione

Romania, due caccia italiani intercettano velivolo non identificato

Una volta cessata l’esigenza operativa, i due Typhoon sono rientrati all’aeroporto di Mihail Kogalniceanu

Romani, due caccia italiani intercettano velivolo non identificato

​Due caccia Eurofighter della Task Force Air 4th Wing, rischierati a Mihail Kogalniceanu nella missione in Romania nell’ambito della attività NATO di Enhanced Air Policing, si sono alzati in volo in seguito all’ordine di decollo rapido – in gergo tecnico “Scramble” – proveniente dal CAOC NATO (Combined Air Operations Centre) di Torrejon (Spagna), attraverso il CRC (Control and Reporting Center) di Balotesti (Bucarest). All'operazione partecipa anche il 36° Stormo di Gioia del Colle.

Si tratta della quarta attivazione di “Alpha scramble” per i Typhoon italiani della Task Force Air 4th Wing impegnati, dal mese di maggio, nell’operazione “Black Shield”. L’attivazione dei due caccia intercettori italiani della cellula di Q.R.A. (Quick Reaction Alert) è stata richiesta in quanto alcuni velivoli non propriamente identificati erano entrati, senza autorizzazione, nello spazio aereo della F.I.R. (Flight Information Region), di competenza degli enti del controllo rumeno ed in considerazione della rotta che tali assetti stavano mantenendo, in tempi brevi avrebbero potuto potenzialmente raggiungere lo Spazio Aereo dell’Alleanza.

I velivoli italiani, decollati in pochi minuti, hanno raggiunto l’area di interesse e, come previsto dalle procedure NATO, sono rimasti in volo a protezione dello spazio aereo nazionale rumeno, effettuando attività di pattugliamento in circolo, in una cosiddetta C.A.P. (Combat Air Patrol), monitorando il traffico che permaneva a poca distanza.

Una volta cessata l’esigenza operativa, i due Typhoon sono rientrati all’aeroporto di Mihail Kogalniceanu.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie