Giovedì 13 Dicembre 2018 | 16:23

NEWS DALLA SEZIONE

LA STORIA 1933
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
LA STORIA
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
LA STORIA 1930
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
BALCANI
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
ESERCITO
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
AERONAUTICA MILITARE
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
L'ESERCITAZIONE
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
MARINA MILITARE
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
MARINA MILITARE
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 
AERONAUTICA MILITARE
Bari, concerto di Natale per i bambinidel reparto pediatrico oncologico

Bari, concerto di Natale per i bambini
del reparto pediatrico oncologico

 
L'APPUNTAMENTO
Bari, "Cosa posso fare da grande?"Professione Militare al Salone dello studente

Bari, "Cosa posso fare da grande?"
Professione Militare al Salone dello studente

 

LA BUONA NOTIZIA

Mirabella, Giovanni, George e Cecilia
la Marina Militare restituisce il sorriso

Taranto, a bordo della portaerei Cavour operati quattro pazienti

Mirabella, Giovanni, George e Ceciliala Marina Militare restituisce il sorriso

MICHELE DE LAURA


A bordo della portaerei Cavour, presso la Stazione navale Mar Grande di Taranto, si è svolto il diciottesimo "weekend clinic" nell'ambito del progetto "Un mare di sorrisi" che prevede la collaborazione tra la Marina Militare e la Fondazione "Operation Smile Italia onlus". Nelle strutture ospedaliere della nave ammiraglia della Marina militare, sono stati effettuati interventi operatori a favore di quattro giovani pazienti, grazie  all'azione congiunta da parte di chirurghi maxillofacciali, anestesisti, pediatri ed infermieri della Fondazione, coordinati daldott. Domenico Scopelliti, vicepresidente scientifico dell'Onlus, con il supporto del Personale sanitario della Marina militare e delle infermiere volontarie della Croce rossa italiana.

L'équipe medica ha così donato il sorriso a Mirabella, Giovanni, George e Cecilia, affetti da malformazioni a bocca e palato, di età compresa tra 3 e 26 anni e provenienti rispettivamente da Sicilia, Campania, Romania e Madagascar. Presenti a bordo anche la senatrice Daniela Donno, vicepresidente della 4ª commissione Difesa del Senato, ricevuta dal comandante in Capo della Squadra Navale, ammiraglio di squadra Donato Marzano, e il senatore Pierpaolo Sileri, presidente della 12ª commissione permanente Igiene e Sanità del Senato che, in quanto medico, ha assistito di persona ai delicati interventi durante la giornata di sabato.

"Un mare di sorrisi e di emozioni…ho provato sensazioni indescrivibili al termine delle operazioni chirurgiche. Un'esperienza unica di accrescimento professionale e personale". Queste sono state le parole del sottotenente di vascello medico Isabella Porta, dottore di bordo della portaerei Cavour, all'uscita dalla sala operatoria. La collaborazione tra la Marina militare e la Fondazione Operation Smile dura ormai da 8 anni. L'impegno congiunto, iniziato nel 2010 in occasione della partenza della Porterei Cavour per la missione "White Crane" in soccorso alla popolazione di Haiti, colpita da un violento maremoto, è poi continuato nel corso della campagna del 30° Gruppo Navale,  durante il periplo dell'Africa e prosegue ancora oggi, grazie alle strutture ospedaliere "di eccellenza" presenti a bordo di molte Unità della Squadra Navale. "Un progetto che serve non solo a ridare sorrisi" ha spiegato l'ammiraglio Marzano, "ma che da anche l'opportunità alla sanità militare di offrire il proprio contributo e di sviluppare ulteriori competenze. Soprattutto rappresenta una dimostrazione concreta delle possibilità di impiego duale di una nave militare".

Nei ben 18 weekend clinici svolti in Italia finora, grazie al lavoro dei chirurghi volontari della Fondazione e dei medici e specialisti della Marina militare, ad oggi sono stati visitati 185 pazienti e ne sono stati operati ben 90.
 

 
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400