Martedì 19 Marzo 2019 | 18:48

NEWS DALLA SEZIONE

Sanità in Basilicata
Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

 
Il rapporto banche.imprese
Sud arretra, l'Obi: ripresa tra 10 anni, a Potenza crescita zero

Sud arretra, l'Obi: ripresa tra 10 anni, a Potenza crescita zero

 
I controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
Dall'ispettorato del lavoro
Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

 
Il comizio
Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

 
Le parole
Salvini: «Nel Potentino le vittime hanno ancora paura dell'usura»

Salvini: «Nel Potentino le vittime hanno ancora paura dell'usura»

 
A Melfi
Melfi, Berlusconi su morte giovane testimone processo Ruby: mi spiace

Berlusconi su morte teste processo Ruby: mi spiace
E sui cogl...: ho esagerato Vd

 
Il fenomeno
Le case dei lucani all’asta un altro segno della crisi

Le case dei lucani all’asta un altro segno della crisi

 
La rapina
Potenza, sfondano una gioielleria a colpi di martello: ladri in fuga

Potenza, sfondano una gioielleria a colpi di martello: ladri in fuga

 
La decisione
Papa: Monsignor Augusto Bertazzoni sarà venerabile

Papa: Monsignor Augusto Bertazzoni sarà venerabile

 

Il Biancorosso

Al San Nicola
Brienza, festa a sorpresa dei tifosi per i suoi 40 anni

Brienza, festa a sorpresa dei tifosi per i suoi 40 anni: il video

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'operazione dei cc
Acquaviva, tenta di rapinare due farmacie con pistola giocattolo: arrestato

Acquaviva, tenta di rapinare due farmacie con pistola giocattolo: arrestato

 
TarantoL'operazione
Taranto, la Guardia Costiera sequestra una tonnellata di ricci e "bianchetto"

Taranto, la Guardia Costiera sequestra una tonnellata di ricci e "bianchetto"

 
PotenzaSanità in Basilicata
Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

Liste di attesa e mobilità, accordo tra aziende lucane: arriva task force

 
FoggiaDalla Toscana alla Puglia
Frode olio, inchiesta di Grosseto tocca anche Foggia

Frode olio, inchiesta di Grosseto tocca anche Foggia

 
BatIl Puttilli
Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

 
BrindisiL'iniziativa
Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: sarà plastic free

Torchiarolo, tavolata di 60 metri per San Giuseppe: è plastic free

 
MateraDalla Finanza
Matera, sequestrati oltre 120mila prodotti non sicurti in un negozio

Matera, sequestrati oltre 120mila prodotti non sicurti in un negozio

 
LecceBattuto Messuti
Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, coordinatore pugliese FdI

Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, di Fratelli d'Italia

 

Lo sciopero dei prof

Gli studenti di Potenza
si sentono penalizzati

I docenti: occasione irripetibile, questione di dignità

Gli studenti di Potenzasi sentono penalizzati

POTENZA - Sono 41 i docenti dell’Università di Basilicata che hanno aderito allo sciopero nazionale per chiedere lo sblocco degli stipendi. Inevitabili gli effetti sull’attività didattica: salta il primo appello degli esami in calendario per questa sessione. Gli studenti si sentono penalizzati: «La verità - sottolinea Sebastiano Greco, presidente del Consiglio studenti al Senato accademico - è che il bersaglio doveva essere il Ministero ma i veri penalizzati siamo noi studenti».

Le ragioni dei docenti: «È un’occasione irripetibile per far capire a tutti, una volta per tutte, che i docenti universitari italiani non sono più disposti a farsi delegittimare in tutte le sedi, vedendo la propria dignità messa sempre sotto attacco – spiega il professor Umberto Petruccelli, della Scuola di ingegneria dell’Unibas -. Vogliamo dire basta agli stipendi bloccati con effetti perenni, al taglio delle risorse necessarie per far progredire il personale in servizio per permettere ai giovani di accedere alla carriera universitaria, ad una burocrazia quasi sempre inutile che sottrae tempo prezioso alla didattica e alla ricerca, alle valutazioni effettuate con metodi discutibili, alla mortificazione del diritto allo studio, insomma siamo stanchi di vivere in un clima di lavoro avvelenato di lotta fra poveri».

Per i promotori della mobilitazione i docenti avrebbero bisogno anche di «assistere ad uno sblocco definitivo delle classi e gli scatti ad all’apertura di un cospicuo numero di concorsi ad associato, ad ordinario e a ricercatore di tipo B». Ma la pacifica protesta punta a chiedere maggiore attenzione alle università da parte del Governo. «Chiediamo - dice la professoressa Anna Maria Salvi, docente del Dipartimento di Scienze - che vengano assegnate risorse adeguate per la ricerca scientifica, con la predisposizione di piani di investimento che allinei la quota di pil destinata alla ricerca a quella dei principali Paesi dell'Unione europea». [al.boc.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400