Domenica 09 Agosto 2020 | 16:55

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

 
SERIE C
Potenza, sarà rivoluzione. Squadra da rifondare per aprire un nuovo ciclo

Potenza, sarà rivoluzione. Squadra da rifondare per aprire un nuovo ciclo

 
la denuncia
Coronavirus migranti in Basilicata, Bardi: «Situazione ha raggiunto ormai livello di guardia»

Coronavirus migranti in Basilicata, Bardi: «Situazione ha raggiunto livello di guardia»

 
Agricoltura
Basilicata, da regione 1mln per impianti viticoli

Basilicata, da Regione 1mln per impianti viticoli

 
SANITÀ
Addio al nuovo ospedale di Lagonegro: 176 milioni vanno all'ammodernamento

Lagonegro, addio al nuovo ospedale: 176 milioni vanno all'ammodernamento

 
LA SVOLTA
Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

 
LA CONDANNA
Rapolla, fucilata nella lite per il posto auto

Rapolla, fucilata nella lite per il posto auto

 
dati regionali
Coronavirus Basilicata, la regione torna «covid free»: 367 tamponi tutti negativi

Coronavirus Basilicata, la regione torna «covid free»: 367 tamponi tutti negativi

 
L'ufficialità
Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

Nasce la prima facoltà di Medicina in Basilicata: firmato l'accordo. Bardi: «Traguardo storico»

 
SANITÀ
La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

La testa degli ospedali a Potenza, ma l'Asl l'unica farà capo a Matera

 
In Basilicata
Tempa Rossa, domani test sulle valvole di sicurezza

Tempa Rossa, domani test sulle valvole di sicurezza

 

Il Biancorosso

serie c
Troppi over, il Bari col bisturi  taglio chirurgico a ogni arrivo

Troppi over: il Bari col bisturi, taglio chirurgico a ogni arrivo

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccenel basso salento
Cade da scogliera a Santa Maria di Leuca: ferito 61enne

Cade da scogliera a Santa Maria di Leuca: ferito 61enne

 
TarantoIl caso
Taranto, la tenente sotto accusa per il balletto al giuramento dei sottufficiali della Marina

Taranto, balletto per TikTok al giuramento dei sottufficiali della Marina: tenente sotto accusa

 
MateraIl caso
Matera, questione Ztl: «Beffati ancora una volta i B&B»

Matera, questione Ztl: «Beffati ancora una volta i B&B»

 
PotenzaIl caso
Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

Potenza, il Consorzio verso il crac. Stop a stipendi e servizi?

 
Batverso il voto
Barletta, manifesti abusivi. È già polemica

Barletta, manifesti abusivi in spazi non ancora assegnati: è già polemica

 
FoggiaSanità
Foggia, l’Asl porta l'ospedale a domicilio

Foggia, la Asl porta l'ospedale a domicilio per chi non può muoversi

 
Brindisil'appuntamento
Ceglie Messapica, domani sera il premier Conte ospite de «La Piazza»

Ceglie Messapica, il premier Conte ospite de «La Piazza»

 

i più letti

Refezione scolastica

Rivello, cibi scadenti a mensa
Bambini a scuola col panino

Rivello, cibi scadenti a mensaBambini a scuola col panino

Pino Perciante

Rivello - A scuola con il panino. Protesta delle mamme della scuola materna, elementare e media «Rocco Scotellaro» di Rivello, dopo il doppio sequestro, la scorsa settimana, di alimenti «non tracciabili» o «mal conservati» che stavano per essere serviti ai bambini durante l’orario della mensa.

I genitori non si fidano più delle dichiarazioni rassicuranti del sindaco del paese, Antonio Manfredelli: «Il nostro interesse è tutelare la salute dei nostri figli», affermano le mamme e invocano la rescissione del contratto con la ditta che gestisce il servizio, sulla scorta del provvedimento della Procura che ha stabilito che la carne del secondo sequestro non è idonea al consumo umano e quindi sarà data al canile. E inoltre è stato disposto di distruggere gli 80 chili di arance trovate con la muffa.

Ad appoggiare la protesta dei genitori anche il regista e attore di teatro Ulderico Pesce che ha iniziato uno sciopero della fame. «Porterò avanti la protesta – dice Pesce – fino a quando il Comune non chiuderà il rapporto con la ditta. Finora solo chiacchiere e niente fatti, mentre la salute dei bambini continua ad essere a rischio». Nel primo giorno di controlli, il 31 gennaio, i carabinieri del Nucleo antisofisticazione hanno scoperto 70 chili di carne privi di etichettatura che si trova ancora sotto sequestro e 8 chili di pomodori con muffa. Dopo il blitz dei Nas è stata la volta degli ispettori dell’Asp che hanno trovato le arance con la muffa e altri 15 chili di carne di origine sconosciuta. Da qui ha inizio la protesta dei genitori che hanno deciso di non far mangiare i loro figli nella mensa. Alcuni li stanno mandando a scuola con il panino, altri prendono i figli all’una, mangiano a casa e poi ritornano a scuola. «Dopo il doppio sequestro e la conferma che la carne non era adeguata, oggi chiediamo la rescissione del contratto», afferma una mamma.

Il sindaco aveva da subito provato a sedare gli animi viste le lamentele dei genitori. La protesta, però, non si ferma. I genitori avanzano diverse opzioni, dalla richiesta di un comitato mensa ai rimborsi fino all’interruzione dell’appalto. A preoccupare sono gli episodi che si sono ripetuti a distanza di pochi giorni. «La qualità del cibo dato ai bambini è diventata scadente – dicono – e nonostante abbiamo protestato con il Comune non è cambiato nulla. Ci auguriamo che il Comune prenda provvedimenti. Intanto in mensa i nostri figli non li facciamo mangiare, soprattutto dopo che le indagini hanno confermato che il cibo non era consono». I genitori hanno tra l’altro chiesto l’intervento del Codacons.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie