Giovedì 29 Ottobre 2020 | 10:09

NEWS DALLA SEZIONE

Emergenza contagi
Covid in Basilicata, presto completati gli ospedali da campo

Covid in Basilicata, presto completati gli ospedali da campo

 
La curiosità
Otto paesi della Basilicata con più residenti all’estero

Otto paesi della Basilicata con più residenti all’estero

 
Solidarietà
Potenza, il cibo rimasto invenduto alla chiusura delle 18 donato a chi ne ha bisogno

Potenza, il cibo rimasto invenduto alla chiusura delle 18 donato a chi ne ha bisogno VD

 
dati regionali
Covid, in Basilicata curva contagi in crescita: 161 nuovi positivi (38 pugliesi) e 1451 tamponiBardi: «Numeri sotto controllo»

Covid Basilicata sale curva contagi: +161 positivi (38 pugliesi) e 3 decessi
Bardi: «Numeri sotto controllo»

 
la protesta
Covid e Dpcm, Uncem Basilicata: «Aree montane gravemente penalizzate»

Covid e Dpcm, Uncem Basilicata: «Aree montane gravemente penalizzate»

 
Il caso
Covid 19 in Basilicata: è allarme, reparti sotto pressione

Covid 19 in Basilicata: è allarme, reparti sotto pressione

 
Il provvedimento
Basilicata, in arrivo fondi per pagare gli affitti destinati a famiglie in difficoltà

Basilicata, in arrivo fondi per pagare gli affitti destinati a famiglie in difficoltà

 
Controlli dei CC
Malfi, in deposito agricolo nascondeva armi e munizioni: arrestato 46enne

Melfi, in deposito agricolo nascondeva armi e munizioni: arrestato 46enne

 
serie C
Palermo-Potenza, salta la partita di giovedì: 19 giocatori siciliani positivi al Covid

Palermo-Potenza, salta la partita di giovedì: 19 giocatori siciliani positivi al Covid

 
Il bilancio Cisl
Reddito cittadinanza, in Basilicata accolte oltre 13mila domande

Reddito cittadinanza, in Basilicata accolte oltre 13mila domande

 
Agricoltura
Basilicata, diga del Rendina: «Risorsa per agricoltori Alto Bradano»

Basilicata, diga del Rendina: «Risorsa per agricoltori Alto Bradano»

 

Il Biancorosso

Il match
Bari calcio, Marras: «Bella sfida il derby con il Foggia»

Bari calcio, Marras: «Bella sfida il derby con il Foggia»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantoil siderurgico
ArcelorMittal, sindaco Melucci dopo incidente: «Fabbrica pericolosa, non può continuare»

ArcelorMittal, sindaco Melucci dopo incidente: «Fabbrica pericolosa, non può continuare»

 
LecceGiustizia e Covid
Lecce, l'avvocato Vergine: «Si sospendano le udienze»

Lecce, l'avvocato Vergine: «Si sospendano le udienze»

 
BrindisiCapitaneria
Porto Brindisi, maxisequestro di prodotti ittici surgelati

Porto Brindisi, maxisequestro di prodotti ittici surgelati

 
MateraNel Materano
Bernalda, è ai domiciliari ma spaccia cocaina: in carcere

Bernalda, è ai domiciliari ma spaccia cocaina: in carcere

 
Barinel Barese
Toritto, positivo al Covid va a lavorare nel negozio della moglie: denunciato

Toritto, positivo al Covid va a lavorare nel negozio della moglie: denunciato

 
PotenzaEmergenza contagi
Covid in Basilicata, presto completati gli ospedali da campo

Covid in Basilicata, presto completati gli ospedali da campo

 
Foggiala scomparsa
San Giovanni Rotondo, 85enne esce di casa per andare in campagna e svanisce nel nulla

San Giovanni Rotondo, 85enne esce di casa per andare in campagna e svanisce nel nulla

 
BatL'avvertimento
Canosa, esplode bomba in pieno centro: le telecamere riprendono il presunto attentatore

Canosa, esplode bomba in pieno centro: le telecamere riprendono il presunto attentatore

 

i più letti

La storia

Potenza, entra in ospedale per partorire ed esce contagiata dal Coronavirus

La donna ha partorito nel reparto di Ostetricia e Ginecologia dove si è sviluppato un focolaio

ospedale san carlo potenza

Entra in ospedale per partorire ed esce con il virus in corpo. È travolta da sentimenti contrastanti: la felicità per aver dato alla luce il figlio e la rabbia per aver contratto l’infezione Covid-19 in un luogo che dovrebbe essere ultra-sicuro. A raccontarci la sua esperienza è una giovane donna della provincia di Potenza, di cui evitiamo di rendere noto le generalità, che la settimana scorsa ha partorito nel reparto di Ostetricia e Ginecologia del San Carlo di Potenza.

Ricostruiamo l’accaduto. Lei quando è entrata in ospedale?
«Sono stata ricoverata giovedì scorso e appena arrivata mi hanno fatto il tampone che è risultato negativo».

Quando è stata dimessa?
«Ho partorito e sono uscita domenica pomeriggio».

Prima di uscire le hanno rifatto il tampone?
«Macché. Niente. Ho appreso dai giornali quello che era successo in Ostetricia, con il contagio del personale. Nessuno mi ha chiamata, eppure io sono stata lì in quei giorni. Ho deciso di rivolgermi a un laboratorio privato per sottopormi al tampone e l’esito purtroppo è positivo».

Quindi ritiene che il virus l’abbia contratto proprio in Ostetricia?
«Certo, non ci sono dubbi. Io stavo bene e dopo essere uscita dall’ospedale sono andata a casa da dove non mi sono mossa. Sono veramente arrabbiata per quello che è accaduto, non è possibile che uno entri in ospedale ed esca infettato».

Avrà certamente letto delle polemiche sulla festa di un’ostetrica. La direzione ospedaliera ritiene che sia stata lì l’origine del contagio...
«Sciocchezze. Mi dovrebbero spiegare allora perché sono stata contagiata anch’io che mi trovavo in ospedale prima della festa di sabato scorso. Il virus era nel reparto, non raccontassero favole».

Ha avuto contatti con un’ostetrica in particolare?
«Con diverse. Devo dire che stavamo tutti in reparto sempre con la mascherina sia noi pazienti che loro».

Insomma, nonostante le precauzioni ha preso il virus...
«Già, non so come possa essere accaduto. Ma un fatto è certo: in reparto qualcuno era già infetto. Sono preoccupata per me, per mio figlio, i miei familiari, ma anche per tutti gli altri bambini che hanno avuto contatti con le ostetriche. Intendiamoci, non me la prendo con loro, ci mancherebbe. Io lancio un’accusa alla direzione sanitaria che evidentemente non ha previsto di fare tamponi nei reparti. Andrebbero eseguiti ogni tre, quattro giorni».

Come fa adesso con il suo piccolo?
«Spero di continuare ad essere asintomatica. Nel frattempo faranno i tamponi tutti della mia famiglia. Mi auguro che mio figlio non sviluppi l’infezione. Ma questa storia deve far riflettere sulla gestione dei reparti ospedalieri e sul fatto che se non avessi letto del caso di Ostetricia avrei potuto infettare mezzo paese».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie