Giovedì 29 Settembre 2022 | 06:22

In Puglia e Basilicata

La decisione

Fase 2, lunedì riaprono alcuni reparti Fca a Melfi. «Ma il governo faccia chiarezza»

fiat fca Sata melfi

Lo stabilimento Fca di Melfi

L'annuncio dell'azienda ai sindacati metalmeccanici: sarà seguita la strada dell'autorizzazione prefettizia

21 Aprile 2020

Redazione on line

Ripartono lunedì la produzione del Ducato in Sevel e di alcuni reparti connessi per la componentistica a Melfi, Pomigliano, Termoli e Mirafiori, dove si faranno anche le preserie prototipali della 500 elettrica nell’ambito delle attività di ricerca e sviluppo già
autorizzate. Lo ha annunciato Fca ai sindacati metalmeccanici. L'azienda seguirà la strada della autorizzazione prefettizia,
informando il Governo.

Fim, Fiom, Uilm, Fismic, Ugl e Associazione Quadri chiedono a Fca «di effettuare subito gli incontri preparatori e di verifica per la corretta e puntale applicazione delle linee guida sulla sicurezza concordate il 9 aprile» e al governo di dare elementi di chiarezza e uniformità per garantire la salute e la sicurezza di migliaia di lavoratori.

«Nei prossimi giorni in ogni caso - spiegano i sindacati - terremo incontri e sopralluoghi per essere certi che comunque quando si avrà la ripresa produttiva su realizzi nel rispetto delle misure e azioni di sicurezza necessarie a partire dalla garanzia per una mobilità pubblica casa lavoro che tuteli dai rischi di contagio le lavoratrici e i lavoratori»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725