Mercoledì 19 Febbraio 2020 | 01:53

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Petrolio lucano, incidente a Tempa Rossa: si tratta di malfunzionamento

Petrolio lucano, incidente a Tempa Rossa: si tratta di malfunzionamento

 
L'inventore
C’è un robot lucano che elimina le zanzare: «Forse la tecnologia servirà per la Xylella»

C’è un robot lucano che elimina le zanzare: «Forse la tecnologia servirà per la Xylella»

 
Il caso
Basilicata, gli hacker di Anonymous attaccano i siti di Regione e Comune per dire no al petrolio

Basilicata, Anonymous attacca i siti di Regione e Comune per dire no al petrolio

 
L'inchiesta
Potenza, maltrattamenti in Istituto Padri Trinitari: assolti

Potenza, maltrattamenti in Istituto Padri Trinitari: assolti

 
Inquinamento
Potenza, schiuma bianca nel Basento: forse sono detersivi

Potenza, schiuma bianca nel Basento: forse sono detersivi

 
SPORT
Potenza città dello sport 2021: la famiglia D'Onofrio con il karate nelle vene

Potenza città dello sport 2021: la famiglia D'Onofrio con il karate nelle vene

 
I vigili del fuoco
Pignola, fiamme distruggono deposito di attrezzi

Pignola, fiamme distruggono deposito di attrezzi

 
enti sub-regionali
Ricorso al Tar Basilicata contro la nomina dell'amministratore Egrib

Ricorso al Tar Basilicata contro la nomina dell'amministratore Egrib

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Ciofani: «Bisogna cambiare passo per vincere tutte le partite»

Bari calcio, Ciofani: «Bisogna cambiare passo per vincere tutte le partite»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatIl salvataggio
Molfetta, «Caretta-Caretta» agonizzante in uliveto: lontana 4 Km dal mare

Barletta, trovata «caretta-caretta» agonizzante in campagna: affidata al Wwf

 
FoggiaL'aggressione
Apricena, commerciante rapinato e ferito mentre va in banca

Apricena, commerciante rapinato e ferito mentre va in banca

 
BariL'inaugurazione
Spazio, la barese Sitael apre sede in Australia: costruirà satelliti

Spazio, la barese Sitael apre sede in Australia: costruirà satelliti

 
TarantoLa sentenza d'appello
Taranto e bilanci fasulli, ex sindaco non dovrà risarcire Comune

Taranto e bilanci fasulli, ex sindaco Di Bello non dovrà risarcire Comune

 
LecceIl caso
L'orologio funziona, ma il cuore no: leccese «salvato» da smartwatch

L'orologio funziona, ma il cuore no: leccese «salvato» da smartwatch

 
PotenzaIl caso
Petrolio lucano, incidente a Tempa Rossa: si tratta di malfunzionamento

Petrolio lucano, incidente a Tempa Rossa: si tratta di malfunzionamento

 
MateraL'inchiesta
Sanitopoli lucana, ex governatore Marcello Pittella rinviato a giudizio

Sanitopoli lucana, a giudizio ex governatore Pittella: con lui anche ex dg Asl Bari

 
BrindisiIl caso
Francavilla Fontana, col trattore rubato non si ferma all’alt

Francavilla Fontana, col trattore rubato non si ferma all’alt

 

i più letti

economia

Da Eni e Total più gas alla regione: bollette più «leggere» per tutti i lucani

La Basilicata ha chiesto 400 milioni di metri cubi l'anno

Da Eni e Total più gas alla regione: bollette più «leggere» per tutti i lucani

«È la somma che fa il totale» diceva Totò. E sarà la radice napoletana ad aver fatto riflettere il governatore Bardi e l'intera giunta lucana, decisa a provare a mettere a segno un obiettivo anelato da tempo, da tutti i governi regionali che si sono succeduti, e fino ad ora non realizzato ossia non far pagare il gas ai cittadini lucani. Per farlo, però, oltre a superare una serie di scogli normativi serve avere il gas, averlo gratuitamente ed in quantitativo sufficiente a rispondere alle esigenze di tutte le famiglie. Così nella piccola regione del Sud, cuore italiano delle estrazioni petrolifere la soluzione è stata quella di puntare alla sommatoria per arrivare all totale. Chiusa l’intesa con la Total e le consociate per l’avvio di Tempa Rossa (con diversi milioni di euro spalmati negli anni) la Regione ha messo sul piatto di un’altra trattativa aperta, quella con l’Eni per il rinnovo della concessione Val d’Agri, proprio la richiesta di un importante quantitativo di gas naturale.

In particolare, il governo regionale avrebbe chiesto alla compagnia petrolifera ben 400 milioni di metri cubi di gas naturale l’anno, a fronte di un quantitativo estratto di un miliardo e 400 milioni di metri cubi. Un quantitativo importante a cui la compagnia petrolifera - secondo indiscrezioni - avrebbe risposto offrendone 300 milioni di metri cubi l’anno, per dieci anni (periodo previsto per le estrazioni). Per capire se la decisione verrà formalizzata con una proposta formale si dovrà attendere la fine della settimana - considerato che sono fissati una serie di incontri anche sulle altre voci legate alle compensazioni ambientali che toccano alla Basilicata - ma è indubbio che sia il quantitativo chiesto dalla Regione sia quello offerto dalla compagnia petrolifera, sommati ai 40 milioni di metri cubi provenienti da Tempa Rossa, sono sufficienti ad eliminare la voce materia prima dalle bollette del gas delle famiglie della Basilicata. Calcolato il quantitativo, infatti, la Regione avrebbe individuato (attraverso una serie di interlocuzioni con i ministeri competenti) anche il meccanismo tecnico - giuridico per concretizzare il progetto attraverso la Società energetica lucana. In questo modo, dunque, la bolletta del gas dei cittadini lucani sarebbe limitata ai costi legati agli oneri di gestione. Un risultato importante, dunque, per le famiglie che si troverebbero nelle tasche qualche euro in più (mentre per quanto riguarda la fornitura di gas per le imprese continuerebbe ad esserci il rischio di concorrenza sleale).

Insomma, alla fine i 340 milioni di metri cubi di gas estratti e ceduti gratis alla Regione dalle compagnie petrolifere rappresenterebbero un risultato importante nelle lunghe trattative portate avanti sia con Total e le sue consociate sia con Eni. Certo, manca l’ufficialità ma tra le fila del governo regionale di Centrodestra si respira ottimismo. Perché oltre ad avere soldi per le compensazioni ed ogni barile estratto (all’Eni la Regione per il rinnovo della concessione ha chiesto un euro e 50 centesimi a barile estratto) potrebbe arrivare anche il gas. E per tutti i lucani, non solo per i cittadini che vivono in Val d’Agri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie