Mercoledì 24 Aprile 2019 | 14:47

NEWS DALLA SEZIONE

Il nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 
Le indagini
Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

 
Petrolio lucano
Basilicata, Rockhopper rilancia: è scontro con Di Maio

Basilicata, Rockhopper rilancia: è scontro con Di Maio

 
Il caso
Basilicata, petrolio contaminato in Val D'Agri: un arresto

Val D'Agri, petrolio contaminato: arrestato dirigente Eni 
«Massima collaborazione»

 
La nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
Elezioni del 26 maggio
Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

 
L'annuncio
Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

 
La curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, Picerno arriva in C: aggrediti 3 calciatori del Taranto.La squadra fa ricorso ma viene respinto

 
A potenza
Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

 
Nel Potentino
Melfi, costrinse compagna incinta a prostituirsi: arrestato

Melfi, costrinse compagna incinta a prostituirsi: arrestato

 
Parco del Pollino
Il parco naturalistico «Viggianello Waterland» diventa realtà

Il parco naturalistico «Viggianello Waterland» diventa realtà

 

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, e adesso cosa si fa?Si accarezza il sogno scudetto

Bari, e adesso cosa si fa?
Si accarezza il sogno scudetto

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoPrimo caso a Sud
Taranto, operata di tumore al cervello mentre suona il violino

Taranto, operata di tumore al cervello mentre suona il violino

 
BariNel quartiere San Paolo
Bari, col fratello fa irruzione in casa e aggredisce ex moglie: arrestati

Bari, col fratello fa irruzione in casa e aggredisce ex moglie: arrestati

 
LecceL'operazione dei cc
Lecce, distruggono i vetri di 5 auto e di un’ambulanza: denunciati

Lecce, distruggono i vetri di 5 auto e di un’ambulanza: denunciati

 
BrindisiStalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 
BatBotta e risposta
Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

 

Stalking

Melfi, chiedeva sesso alla sua ex minacciando il «revenge porn»

L'uomo di 38 anni è stato condannato ieri a 2 anni e quattro mesi di reclusione.

Melfi, chiedeva sesso alla sua ex minacciando il «revenge porn»

POTENZA - Stalking, lesioni, detenzione di arma e tentata violenza sessuale anche con minacce di «revenge porn», ossia di diffondere video che ritraevano la vittima durante rapporti sessuali.
Per queste accuse un uomo di 38 anni di Melfi (le cui generalità sono omesse per evitare l’identificazione della vittima), difeso dagli avvocati Maria Pia Palmieri e Gerardo Di Ciommo, è stato ieri condannato dal Tribunale di Potenza a due anni e 4 mesi di reclusione, per la scelta del rito abbreviato.
La storia risale a un paio di anni fa e vede per vittima l’ex compagna dell’uomo (difesa dall’avv. Michele Mastromartino). Tra i due la relazione era finita ma l’uomo non si rassegnava sotto ogni aspetto. La tempestava con minacce, le inviava continui messaggi, le chiedeva continuamente di vedersi per fare sesso l’accusava di avere relazioni extraconiugali e di girare film hard con molti uomini. La minacciava, ancora, di farle togliere il figlioletto. La minaccia con cui tentava, appunto, di costringere la donna a fare sesso era proprio che le avrebbe portato via il figlio e che avrebbe diffuso dei video di lei impegnata a fare sesso.
All’uomo erano contesti anche alcuni episodi di presunta violenza sessuale consumata, sia in vigenza del rapporto sia dopo, ma è stato assolto da queste imputazioni perché, hanno ritenuto i giudici, «il fatto non sussiste».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400