Martedì 23 Aprile 2019 | 20:10

NEWS DALLA SEZIONE

Le indagini
Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

 
Petrolio lucano
Basilicata, Rockhopper rilancia: è scontro con Di Maio

Basilicata, Rockhopper rilancia: è scontro con Di Maio

 
Il caso
Basilicata, petrolio contaminato in Val D'Agri: un arresto

Val D'Agri, petrolio contaminato: arrestato dirigente Eni 
«Massima collaborazione»

 
La nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
Elezioni del 26 maggio
Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

Potenza, Andretta candidata del centrosinistra: scalza De Luca

 
L'annuncio
Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

 
La curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, Picerno arriva in C: aggrediti 3 calciatori del Taranto.La squadra fa ricorso ma viene respinto

 
A potenza
Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

 
Nel Potentino
Melfi, costrinse compagna incinta a prostituirsi: arrestato

Melfi, costrinse compagna incinta a prostituirsi: arrestato

 
Parco del Pollino
Il parco naturalistico «Viggianello Waterland» diventa realtà

Il parco naturalistico «Viggianello Waterland» diventa realtà

 
Stalking
Melfi, chiedeva sesso alla sua ex minacciando il «revenge porn»

Melfi, chiedeva sesso alla sua ex minacciando il «revenge porn»

 

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, e adesso cosa si fa?Si accarezza il sogno scudetto

Bari, e adesso cosa si fa?
Si accarezza il sogno scudetto

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceL'inchiesta
Lecce, magistrati arrestati: chiesto incidente probatorio. Altro pm indagato

Lecce, magistrati arrestati: chiesto incidente probatorio. Altro pm indagato

 
FoggiaSull'Isola di Capraia
Migranti, 17 curdi sbarcano alle Isole Tremiti: tra loro donne e bambini

Migranti, 18 curdi sbarcano alle Isole Tremiti: tra loro bimbo paraplegico

 
PotenzaLe indagini
Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

Disastro ambientale Val D'agri, suicida avvisò con memoriale

 
BariL'intervista
Loredana Ascenza Fasano: «Ricomincio dai Verdi dopo la rinuncia ambientalista M5S»

Loredana Ascenza Fasano: «Ricomincio dai Verdi dopo la rinuncia ambientalista M5S»

 
MateraOperazione della Polizia
Metaponto, nello zaino con un chilo di droga: in cella gambiano

Metaponto, nello zaino con un chilo di droga: in cella gambiano

 
BatIl furto
Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

 
BrindisiVento forte
Brindisi, maltempo blocca nel porto traghetto per Valona

Brindisi, traghetto bloccato dal vento nel porto: era diretto a Valona

 
TarantoL'operazione dei cc
Laterza, ruba alcol, soldi e tabacchi in un bar: arrestato 40enne

Laterza, ruba alcol, soldi e tabacchi in un bar: arrestato 40enne

 

Le autorizzazioni

Nuove trivellazioni in mare, la Regione annuncia un ricorso al Tar

L'assessore Pietrantuono: ci opporremo senza esitazione

trivelle petrolifere

Una «follia» per gli ambientalisti; «faremo ricorso», annuncia la Regione. L'assessore all'ambiente, Francesco Pietrantuono, interpellato dalla «Gazzetta», anticipa l'impugnazione dei provvedimenti che autorizzano le ricerche di petrolio nel mar Jonio, mentre, allo stesso tempo, un coro di proteste si alza dal fronte ambientalista che parla di voltafaccia ormai conclamato del governo gialloverde dopo il caso Masseria La Rocca.

L'attenzione della Regione Basilicata e lo sdegno di associazioni e comitati ecologisti si concentrano contro i tre permessi appena rilasciati dal ministero dello Sviluppo economico per la ricerca di petrolio e gas a largo delle coste lucane, pugliesi e calabresi. I tre permessi sono stati rilasciati alla società Global Med. Si tratta dei permessi F.R43.GM, F.R44.GM ed F.R45.GM, per un totale di 2.220 km quadrati. I permessi in questione prevedono che la ricerca di petrolio sia fatta con la tecnica dell’air gun. La Regione annuncia ricorso al Tar del Lazio («siamo assolutamente contrari», afferma Pietrantuono) e gli ambientalisti sono sul piede di guerra. Il parere del ministero conferma infatti - per dirla con il coordinamento nazionale dei No triv – che non c’è nessuna discontinuità tra l’attuale governo e quelli che lo hanno preceduto.

Anche quello in carica, in tutte le sue componenti è un governo fossile. Delle tre «vecchie» istanze di permesso di ricerca in mare – sottolineano gli anti trivelle - ci eravamo occupati in diverse occasioni, evidenziando tutta una serie di criticità, sia sotto il profilo autorizzativo, sia sotto quello ambientale. L’associazione Mediterraneo No Triv evidenzia che “il primo settore che indubbiamente subirà gli effetti della decisione del MISE sarà quello della pesca. A rischio anche il settore del turismo, altra voce economica di estrema importanza per le tre regioni interessate dai progetti petroliferi. Del tutto ignorate anche le preoccupazioni da noi sollevate in merito alla fragilità delle coste così come per l'enorme patrimonio di coralli rossi presenti nel nostri fondali marini e per i cetacei la cui sopravvivenza è seriamente messa in pericolo dalla tecnica di ricerca con air gun».
Noscorie Trisaia chiede «alle Regioni Puglia, Calabria , Basilicata  e a tutti i comuni delle tre regioni che si affacciano sul Golfo di Taranto  di opporsi ai decreti rilasciati dal Mise presentando ricorso al Tar del Lazio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400