Lunedì 27 Maggio 2019 | 11:47

NEWS DALLA SEZIONE

Controlli del Noe
Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

 
Arrestato dai Cc
Melfi, era ai domiciliari ma spacciava: in cella 24enne

Melfi, era ai domiciliari ma spacciava: in cella 24enne

 
Auto e motori
Melgi, record in Fca: è stata prodotta la 500millesima Fiat 500 X

Melfi, record in Fca: è stata prodotta la 500millesima Fiat 500 X

 
Dai Carabinieri
Tenta estorsione a imprenditore: arrestato 46enne a Maratea

Tenta estorsione a imprenditore: arrestato 46enne a Maratea

 
Statale 653
Sinnica, riaperto dopo 3 mesi il tratto di Senise chiuso per frana

Sinnica, riaperto dopo 3 mesi il tratto di Senise chiuso per frana

 
nel potentino
Avigliano: famiglia adotta 3 bambini, 2 sono disabili

Avigliano: famiglia adotta 3 bambini, 2 sono disabili

 
L'operazione
GdF, a Lauria scoperti 5 lavoratori in nero

GdF, a Lauria scoperti 5 lavoratori in nero

 
Comando provinciale
Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

Controlli dei Carabinieri, sei denunciati nel Potentino

 
A ripacandida
Si ustiona mentre accende il camino: grave un 20enne nel Potentino

Si ustiona mentre accende il camino: grave un 20enne

 
Il caso
Potenza, rapina in ufficio postale con taglierino: arrestato

Potenza, rapina in ufficio postale con taglierino: arrestato

 
Il caso
Potenza, contro l’eolico selvaggio: cittadini in corteo da Bardi

Potenza, contro l’eolico selvaggio: cittadini in corteo da Bardi

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoMaltrattamenti
Ginosa, botte e ingiurie alla convivente: in carcere un 25enne

Ginosa, botte e ingiurie alla convivente: in carcere un 25enne

 
FoggiaI dati
Europee, nei paesi foggiani del Premier Conte vince il M5S

Foggia, M5S vince nei paesi del Premier. Lega, effetto vacanze di Salvini

 
BariScrutini dopo le 14
Bari, i dati di M5S e Lega sulle comunali e l'influenza sul ballottaggio

Bari, i dati di M5S e Lega sulle comunali e l'influenza sul ballottaggio

 
LecceIl caso in Salento
Novoli, sbagliano il nome del candidato sindaco: sulla scheda un "De" in più

Novoli, sbagliato il nome del candidato sindaco sulla scheda: un «De» in più

 
MateraAlcuni disagi
Matera, elettori non trovano più i seggi: erano stati cambiati

Matera, elettori non trovano più i seggi: erano stati cambiati

 
BatIn piazza
Canosa, incendiata auto di avvocato ex assessore regionale

Canosa, incendiata auto di avvocato ex assessore regionale

 
BrindisiMala sanità
«Ceglie Messapica, cala il silenzio sull'ospedale»

Ceglie Messapica, fisiatra in aspettativa: niente riabilitazione dopo incidente

 
PotenzaControlli del Noe
Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

Rifiuti, quattro ditte non in regola in Basilicata: multe e denunce

 

i più letti

L'annuncio

«Scossa» Fca a Melfi: si farà la Jeep ibrida

Produzione (in pre-serie) dal prossimo anno. Una risposta alle preoccupazioni di lavoratori e sindacati sul futuro dello stabilimento. Ma ci saranno ancora mesi di sacrifici

«Scossa» Fca a MelfiSi farà la Jeep ibrida

MELFI - Lo stabilimento Fca di San Nicola di Melfi volta pagina. E lo fa guardando all’energia pulita. Il colosso dell’automobile ha annunciato che proprio nella fabbrica lucana si stanno approntando le linee per la produzione della nuova Jeep Renegade ibrida plug-in. Una notizia che conferma quanto anticipato dalla Gazzetta nei mesi scorsi e che giunge a dissipare i timori sul futuro produttivo dello stabilimento sorti dopo il pensionamento della Grande Punto e la conseguente riduzione dei turni.
Ieri mattina la Fca ha annunciato che lo stabilimento lucano «ha iniziato le attività propedeutiche alla produzione della Jeep Renegade Plug-in Hybrid Electric Vehicle (Phev), il cui lancio sul mercato è previsto nella prima parte del 2020. La Renegade Phev sarà prodotta a Melfi insieme alla Renegade e alla 500X con motore a combustione interna» già in produzione. I veicoli pre-serie della nuova Renegade plug-in sono previsti per il 2019. La Fca ha investito nel lancio della nuova motorizzazione oltre 200 milioni di euro, con la formazione dei dipendenti e l’ammodernamento degli impianti. «Le oltre 742.000 Renegade prodotte in Italia dal lancio ad oggi fanno dello stabilimento di Melfi il posto ideale e della Renegade il prodotto perfetto per il lancio della versione Phev che rafforzerà ulteriormente l’offerta di questo veicolo che ha già riscosso un grandissimo successo», ha dichiarato Pietro Gorlier, direttore operativo dell’area europeo-mediorientale. L’elettrificazione, come annunciato dalla Fca il 1° giugno scorso, durante il Capital Markets Day, è uno dei fattori di cambiamento più importanti previsti dal piano strategico. La Renegade Phev «è il passo successivo verso l’elettrificazione del portafoglio prodotti di Fca, che segue il lancio della Chrysler Pacifica Minivan Phev e della tecnologia e-Torque mild-hybrid lanciata sul Ram 1500 a inizio 2018. Entro il 2022, Fca offrirà un totale di 12 sistemi di propulsione elettrica, con 30 diversi modelli che monteranno uno o più di tali sistemi».
Per l’assessore regionale alle Attività Produttive, Roberto Cifarelli, la notizia giunge gradita, ma non del tutto inaspettata. «Quanto ufficializzato oggi dalla Fca - sottolinea - fa seguito a quanto anticipatoci circa un mese fa durante una visita allo stabilimento, quando avemmo una interlocuzione con il management locale dell’azienda e anche a seguito di una discussione sul futuro dello stabilimento Fca avviata con il management nazionale. Il fatto che Fca investa sull’energia pulita a Melfi è positivo non solo nell’immediato, ma anche per il futuro, perché pone quello lucano come uno stabilimento all’avanguardia, quindi si può guardare al futuro con più tranquillità, al di là del periodo necessario per avviare la nuova linea, che potrebbe essere un po’ difficile. È ovvio che come Regione continueremo a vigilare sull’andamento dello stabilimento e sul rispetto dei tempi, degli impegni e soprattutto sulla salvaguardia dei livelli occupazionali nel tempo». «Il prezioso lavoro sindacale e gli sforzi messi in campo ripetutamente – ha detto l’assessore regionale all’Ambiente Francesco Pietrantuono – continuano a fare di Melfi un punto centrale anche della gestione del nuovo Amministratore delegato. Le relazioni sindacali e l'alta produttività legata ai nuovi modelli organizzativi, pur nei tanti sacrifici legati alle congiunture economiche dei mercati, stanno consentendo di mantenere la centralità dello stabilimento lucano».
Secondo il segretario regionale di Idv Angelo Rosella «il nuovo modello di auto serve a rassicurare i lavoratori della linea Grande Punto e a rilanciare lo stabilimento di Melfi» ma «mentre le Regioni Piemonte, Campania e Abruzzo, la Provincia Autonoma di Trento hanno siglato a Roma, presso la sede del Ministero, un protocollo d’intesa con Fca e il Centro Ricerche Fiat a fronte di un piano di attività di ricerca e sviluppo incentrato sul Veicolo per la mobilità del futuro e la Fabbrica Intelligente, che include anche gli aspetti legati al fine vita nell’ottica di “circular economy”, noi siamo fermi ad un’interlocuzione istituzionale che risale ad anni addietro senza novità di rilievo». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400