Mercoledì 22 Settembre 2021 | 17:30

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Il festival del cinema lucano

Il mito Sophia Loren a Maratea: accolta come una regina

Eccola in una foto appena arrivata a Scalea, a bordo di un aereo privato. Per l'occasione la città è stata blindata.

Sophia Loren a Scalea

MARATEA -  Da ieri pomeriggio, quando è arrivata in aereo a Scalea e poi in auto al prestigioso hotel Santavenere, a Maratea non si parla d’altro. Tutti sperano di incontrala anche solo per immortalarla in una foto con il cellulare. Perché Sophia Loren è un’icona del cinema mondiale. Stasera sarà la protagonista dell’ultima delle «Giornate del cinema lucano». L’attrice divenuta leggenda in tutto il mondo con capolavori come «La Ciociara», oltre ad essere l’unica italiana ad aver vinto ben due premi Oscar, riceverà un prestigioso premio alla carriera. Ma non solo.

Per l’occasione, nell’incantevole teatro sul mare del Santavenere, le verrà conferita la cittadinanza onoraria della città di Maratea, direttamente dal sindaco Domenico Cipolla, per essere stata l’«incarnazione del riscatto dell’Italia» dopo la Seconda Guerra Mondiale, rappresentando un Paese «laborioso, affascinante e Bello». La serata si aprirà con la proiezione di due prodotti restaurati e digitalizzati da Rai Teche che raccontano la storia di Maratea: la serie di Mario Soldati e Cesare Zavattini del 1960 «Chi Legge ? Viaggio lungo il Tirreno» e il documentario del ‘59 di Baldo Fiorentino «Lana a Maratea».

Interverrà Maria Pia Ammirati, direttore Rai Teche. A seguire il dibattito sul tema «E venne la legge cinema… dove eravamo rimasti?», moderato dal direttore della Lucana Film Commission, Paride Leporace, con la partecipazione di Nicola Borrelli, direttore generale cinema del ministero dei Beni Culturali, Antonio Monda, direttore artistico della Festa del Cinema di Roma, Alberto Barbera, direttore del Festival di Venezia, Nicola Giuliano, produttore di Indigo, Andrea Occhipinti, amministratore unico di Lucky Red e Patrizia Minardi, dirigente Ufficio Sistemi Culturali e Turistici della Regione Basilicata.

Alle 21 e 30 l’attesissimo «Spazio giovani» curato da Janet De Nardis che intervisterà Fabio Rovazzi. L’acclamato youtuber, che negli ultimi anni ha conquistato svariati Dischi di Platino per le vendite dei suoi singoli, nel corso della sua breve ma brillante carriera ha duettato con colleghi affermati del calibro di Gianni Morandi, Al Bano, Nek ed Emma Marrone. Quest’anno, inoltre, Rovazzi ha debuttato come attore protagonista del film di Gennaro Nunziante «Il vegetale» con Luca Zingaretti e nella serie Tv di Sky Atlantic «The Generi», ideata da Maccio Capatonda e prodotta da Marco Belardi. A Maratea Rovazzi presenterà in anteprima festivaliera il video Faccio Quello che Voglio, con Gianni Morandi, Eros Ramazzotti, Rita Pavone, Flavio Briatore, Carlo Cracco.

Alle 22.30 l’attesissimo momento con Sophia Loren che sarà intervistata da Andrea Montanari, direttore del Tg1. Al termine della serata la proiezione in piazza del Gesù, sempre a Fiumicello di Maratea del film «Un lupo mannaro americano a Londra» di John Landis. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie