Sabato 15 Dicembre 2018 | 20:27

GDM.TV

L'appello dei volontari: servono coperte e giacche

di VALENTINO SGARAMELLA

BARI - Ieri mattina alle 8,30 è partito da Cerignola alla volta di Bari un camper donato dal Rotary con 50 coperte e giubbotti destinati all’associazione «Incontra» diretta da Gianni Macina che, insieme con il Comune di Bari e le strutture della Caritas, è ormai il punto di riferimento in città dei «senza fissa dimora», esposti alla emergenza-freddo.
Le coperte giungono grazie all’associazione di medici «Prof. Limosano» che garantisce assistenza sanitaria ai migranti di Cerignola.

L’amministrazione comunale ha già predisposto 15 posti in più nel centro di accoglienza notturna «Andromeda», in corso Alcide De Gasperi, ed altri 35 alla Fiera del Levante: già tutti attrezzati. In arrivo altri 200 posti letto per i senza fissa dimora. «Intendiamo cominciare a prevedere strutture che permettano anche di mantenere la dinamica delle coppie che purtroppo spesso sono costrette a separarsi. Questo vale soprattutto per i migranti», annuncia l’assessore al welfare, Francesca Bottalico. «Quando le commissioni che stanno facendo i sopralluoghi daranno il via libera, se dovessero avere i requisiti e l’emergenza freddo fosse pesante potremmo anche valutare l’utilizzo immediato». Bottalico spiega: «Già da un mese l’amministrazione comunale ha pronto il piano per l’emergenza-freddo. Abbiamo previsto posti aggiuntivi in termini di posti letto».

L’accesso avviene tramite il pronto intervento sociale (Pis), attivo 24 ore su 24. «In base al monitoraggiosmista i richiedenti - dice l’assessore - e una volta segnalato il caso, si effettua una rapida verifica dei posti liberi ; il Pis dapprima riempie i 15 posti di Andromeda e poi quelli alla Fiera del Levante e altri presso lo stadio».
In presenza di emergenze il Comune interverrà. «Per ora, l’organizzazione è abbondante rispetto al reale bisogno esistente. Tutta la rete pubblica e privata è comunque in allerta, dalla Polfer attenta ai casi più urgenti nella stazione ferroviaria, ai servizi sociali alle associazioni di volontariato».

E allora vediamo cosa dice il volontariato. Franco Sifanno collabora sempre con la mensa di Santa Chiara diretta da don Franco Lanzolla: «Abbiamo una unità di strada che ogni sera serve i pasti in piazza Moro alla stazione ferroviaria». Ogni giorno circa 120 senza fissa dimora sono rifocillati. «I dormitori hanno disponibilità di posti. Di senza fissa dimora non ne rimane quasi nessuno in strada – dice il volontario - fatta eccezione per quei pochi che rifiutano di andare nei dormitori. In questi casi, non possiamo costringerli».

Una nota: «A noi di un’aumentata disponibilità di posti letto alla Fiera del Levante o all’Andromeda non è stato comunicato nulla». Gianni Macina presidente dell’associazione Incontra, spiega che «dalle 21 all’una della notte, la nostra associazione presidia la stazione per eventuali emergenze. Siamo già pronti. È fondamentale per noi interfacciarcicon le istituzioni. Avvisare queste persone delle disponibilità di posti letto è già qualcosa di importante». E lancia un appello alle forze armate: «Servono altre coperte e sacchi a pelo: le caserme ne sono piene». Un appello poi alle lavanderie industriali: «C’è bisogno di giacche a vento». Macina pone a disposizione il suo numero privato di cellulare ogni giorno dopo le 17: il numero è 338 534 58 70.
«Abbiamo avuto finalmente una capannina in stazione. Sarebbe ancora meglio avere un piccolo locale per distribuire in stazione la cena e le coperte. Gli assessori Brandi e Bottalico hanno garantito che presto sarà messo a disposizione». Sui posti letto: «Ne abbiamo già disponibili ed un ringraziamento va all’amministrazione comunale. Forse stiamo cominciando a cambiare». Un’ultima richiesta: «È stata ricostruita la capannina in stazione per Incontra ma purtroppo c’è sempre un’auto parcheggiatadavanti. Chiediamo al Comune solo un divieto di sosta»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

Nuovo video per BandAdriatica, Elisa canta con Calcutta, il progetto Party Hard racconta Taranto

 
Rotonda - Bari:  il punto con La Voce Biancorossa, segui la diretta

Rotonda - Bari: il punto con La Voce Biancorossa Rivedi la diretta

 
Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

Torre Guaceto: masseria rurale trasformata in resort, sequestri

 
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini