Martedì 28 Settembre 2021 | 19:54

NEWS DALLA SEZIONE

BERLINO
Csu: 'Rispettare il voto, Scholz provi a formare il governo'

Csu: 'Rispettare il voto, Scholz provi a formare il governo'

 
ROMA
Il rettore di Kabul vieta l'università alle donne

Il rettore di Kabul vieta l'università alle donne

 
SARAJEVO
Migranti: Bosnia, nuovo rogo nel campo di Lipa

Migranti: Bosnia, nuovo rogo nel campo di Lipa

 
BOGOTÀ
Colombia: morto dopo un raid il capo della guerriglia Eln

Colombia: morto dopo un raid il capo della guerriglia Eln

 
MOSCA
Mosca apre nuova indagine per estremismo contro Navalny

Mosca apre nuova indagine per estremismo contro Navalny

 
WASHINGTON
Obama, tassare ricchi come me per finanziare agenda Biden

Obama, tassare ricchi come me per finanziare agenda Biden

 
MADRID
Spagna: governo Sánchez approva l'aumento del salario minimo

Spagna: governo Sánchez approva l'aumento del salario minimo

 
BOLOGNA
Zaki: Amnesty Italia, rinvio lungo che sa di punizione

Zaki: Amnesty Italia, rinvio lungo che sa di punizione

 
MANSURA
Zaki portato nella gabbia degli imputati in manette

Zaki portato nella gabbia degli imputati in manette

 
SASSARI
Puigdemont: sit-in indipendentisti sardi il 4/10 a Sassari

Puigdemont: sit-in indipendentisti sardi il 4/10 a Sassari

 
PECHINO
Cina, la Nato non è stata e non sarà avversario in futuro

Cina, la Nato non è stata e non sarà avversario in futuro

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

WASHINGTON

Investì giovane, Usa negano estradizione

Moglie di un diplomatico americano in Gb era su corsia sbagliata

Investì giovane, Usa negano estradizione

WASHINGTON, 24 GEN - Gli Usa hanno respinto la richiesta di estradizione in Gran Bretagna di Anna Sacoolas, la moglie di un diplomatico americano accusata di aver ucciso in un incidente stradale in Inghilterra un giovane di 19 anni, Harry Dunn. La donna, poco abituata alla guida a sinistra, viaggiava ad alta velocità sulla corsia sbagliata. Invocando l'immunità diplomatica, era rientrata negli Stati Uniti prima che fossero formalizzate le accuse. "Siamo delusi da questa decisione, che sembra essere una negazione della giustizia", ha commentato un portavoce del Ministero degli Interni britannico. "Stiamo valutando urgentemente le nostre opzioni", ha aggiunto. Il caso di Anna Sacoolas è già stato motivo di attrito tra Londra e Washington, ponendo interrogativi sui limiti dell'immunità diplomatica in casi non legati alla sicurezza nazionale. In difesa della donna era intervenuto anche il presidente Donald Trump.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie