Lunedì 10 Dicembre 2018 | 11:40

NEWS DALLA SEZIONE

Fino al 9 dicembre
Photo Vogue Festival, a Milano la mostra dedicata al fotografo norvegese Sølve Sundsbø

Photo Vogue Festival, a Milano la mostra dedicata al fotografo norvegese Sølve Sundsbø

 
Moda
Tod's No_Code, nasce la Shoeker, dal matrimonio tra shoe+sneaker

Tod's No_Code, nasce la Shoeker, dal matrimonio tra shoe+sneaker

 

ultimo giorno per le sfilate

A Milano con Armani doppiopetto disinvolto

Fendi collabora con l’artista performer Nico Vascellari

Armani

Nell’ultimo giorno di sfilate milanesi, dedicate alle collezioni uomo primavera/estate 2019, va in scena il doppiopetto morbidamente formale di Giorgio Armani.

Rompe l’idea di una classicità rigida in un sottile gioco di variazioni, è declinato in vari tessuti e fantasie, acquista l’impronta sportiva di un blouson, con spalle appena over si abbina a pantaloni con il fondo largo. La silhouette sciolta è definita dal gilet, casual o sartoriale, in un excursus cromatico che propone tinte chiare che spaziano dal bianco gesso al grigio canapa, intervallate dal meraviglioso blu con tocchi di turchese, verde giada e azzurro polvere.

Un’eleganza naturale e leggera che vede in passerella anche pantaloni in seta stampata e una t-shirt blu con su scritto «Giorgio»: «Chiamatemi Giorgio. È molto difficile parlare del futuro dell’eleganza, soprattutto se vedo le mie creazioni vicino ad altre, diverse, lontane dall’eleganza che tutti identifichiamo. Se ascolto certa stampa l’eleganza è anche quella, per altri è solo la mia e allora - è il suo invito - decidete voi», dichiara Giorgio Armani.

Fendi collabora con un artista italiano, quarto guest artist dopo i tre britannici. Silvia Venturini Fendi, direttore creativo della maison, sceglie Nico Vascellari per la sua collezione uomo. L’ossessione dell’artista nel giocare con gli anagrammi si evidenzia nei giochi di parole: FENDI/ FIEND, ROMA/AMOR. Fiend come piccolo demone ma anche come «aficionado». Amor come Amore. Dalla caverna virtuale, set-up della sala ideato sempre da Vascellari con illustrazioni realizzate mediante un scultura cinetica di neon, si susseguono angeli e demoni in un dialogo di opposti. Serpenti dalla lingua con la doppia F, rane dotate di artigli e demoni con le corna creano motivi a mosaico su abbigliamento e accessori, ornano toppe ricamate, camicie e la nuova borsa da uomo «Peekaboo X-Lite». Si notano in passerella i capi logati realizzati in carta riciclata che sembra pelle mentre la luce diventa trama di tessuto nella pelle traforata.

#D2GETaGO. Codici e forme tipicamente militari ispirano un mix di sportswear vintage, sartoria e corsetteria non rifinita per i combattenti urbani di Dsquared2. In questa collezione co-ed i pantaloni militari in cotone si tingono dei toni del verde o del desert camo, oppure sono rivestiti in tulle nero impalpabile con inserti fluo nylon o metallici e rifrangenti. I volumi importanti sono costruiti tramite un sistema interno di lacci e stringhe con maxi tasche o cinghie da paracadute e ganci con chiusura a baionetta. La versione più aderente da donna è presentata con corsetto a vita alta e tasche over e rigonfie abbinato a una felpa crop-top con cappuccio.

Corsetti decostruiti e derivati dalle imbracature militari decorano poi gli outfit con canotta di uomini e donne, portati slacciati citano l’attrezzatura da paracadutismo.

Moreschi, storica maison calzaturiera Made in Vigevano, rende omaggio al carismatico Presidente Gian Beppe Moreschi, da 65 anni alla guida dell’azienda di famiglia.

Nasce così la sneaker GBM, un modello total white in morbida pelle di cervo su cui brilla la firma autografa del Presidente in un acceso ricamo rosso fuoco che sostituisce il logo dell’azienda e domina il profilo della scarpa.

Urban trekking, infine, per Dondup. Lo Studio Creativo della maison rilegge i codici dell’abbigliamento maschile attraverso le suggestioni del mondo utility proponendo un guardaroba urbano fatto di sperimentazioni materiche e nuove forme per dare risalto a un mood contemporaneo che miscela l’heritage del brand alla visione sportswear degli anni Duemila.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400