Venerdì 19 Luglio 2019 | 06:24

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Materano
Ricercato in Kazakistan, polizia lo arresta in vacanza a Policoro

Ricercato in Kazakistan, polizia lo arresta in vacanza a Policoro

 
dalla Polizia stradale
Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

 
L'omicidio
Pastore nel Materano, killer condannato a 26 anni di carcere

Pastore ucciso nel Materano, killer condannato a 26 anni

 
Una coppia di 31enni
Matera, vendevano cocaina ed eroina ai tossici della città, compresi minorenni: 2 arresti

Matera, vendevano cocaina ed eroina ai tossicodipendenti della città, compresi minori: 2 arresti

 
I dati
Matera, boom di turisti già nel 2018

Matera, boom di turisti già nel 2018

 
Il caso
Fiamme nelle campagne del Materano: distrutti 50 ettari

Fiamme nelle campagne del Materano: distrutti 50 ettari di bosco

 
Inquinamento
Matera, schiuma biancastra nella Gravina

Matera, schiuma biancastra nella Gravina

 
Il caso
Basilicata, un miliardo e 800 milion: ecco il tesoro del petrolio

Basilicata, un miliardo e 800 milioni: ecco il tesoro del petrolio

 
Operazione dei carabinieri
Nova Siri: bazar della droga in un garage e un magazzino, 4 arresti

Nova Siri: bazar della droga in un garage e un magazzino, 4 arresti

 
L'annuncio
Matera: da settembre arriva il test di screening prenatale, un prelievo per rilevare anomalie

Matera: da settembre arriva il test di screening prenatale, un prelievo per rilevare anomalie

 
L'annuncio
James Bond: ad agosto il set del nuovo film arriva a Matera

James Bond: ad agosto il set del nuovo film arriva a Matera

 

Il Biancorosso

L'AMICHEVOLE
Tanti sperimenti, poche emozioniIl Bari pareggia con la Fiorentina

Tanti esperimenti, poche emozioni
Il Bari pareggia con la Fiorentina

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceDopo la sentenza della Consulta
Lecce, Ordine degli avvocati, si dimettono in 6: «Pressioni calunniose»

Lecce, Ordine degli avvocati, si dimettono in 6: «Pressioni calunniose»

 
BatL'incidente
Minervino Murge, auto fuori strada: muore donna di 58 anni

Minervino Murge, auto fuori strada: muore donna di 58 anni

 
BariLa tragedia
Bari, bagno di sera a Pane e Pomodoro: muore stroncato da malore 70enne russo

Bari, 70enne russo muore dopo bagno a Pane e Pomodoro: forse un malore

 
TarantoIl caso
Manduria, anziano pestato a morte: uno dei maggiorenni va ai domiciliari

Manduria, anziano pestato a morte: uno dei maggiorenni va ai domiciliari

 
PotenzaDegrado in città
Rifiuti, scatta la tolleranza zero a Potenza: «multe salatissime»

Rifiuti, scatta la tolleranza zero a Potenza: «multe salatissime»

 
MateraNel Materano
Ricercato in Kazakistan, polizia lo arresta in vacanza a Policoro

Ricercato in Kazakistan, polizia lo arresta in vacanza a Policoro

 
BrindisiNel Brindisino
Ruba 6 quintali di meloni in un'azienda, pizzicato al posto di blocco: arrestato 35enne

Ruba 6 quintali di meloni in un'azienda, pizzicato al posto di blocco: arrestato 35enne

 
FoggiaEmergenza abitativa
Foggia, da 14 anni vivono in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

Foggia, da 14 anni in container invasi da topi e blatte: secondo giorno di protesta delle mamme

 

i più letti

diritti negati

Il silenzio del Comune di Matera
da 4 anni invalido vive da recluso

«Mi hanno detto che non ci sono soldi», ci dice a telefono. Una situazione inaccettabile che smentisce le ambizioni di una città designata capitale europea della cultura

Marzio Muscatiello

Marzio Muscatiello

di EMILIO OLIVA

MATERA - Da ex impiegato comunale si sente tradito due volte. La sorte non è stata generosa con Marzio Muscatiello, 71 anni, per l’aggravarsi della sua invalidità che nel tempo è diventata totale a causa di un grave deficit nella deambulazione. Ma la condanna più atroce e disumana è quella inflittagli dalla burocrazia regionale e dal silenzio assoluto di un’Amministrazione comunale che da più di quattro anni non rispondono alla sua richiesta di contributi per l’abbattimento di barriere architettoniche.

«Mi hanno detto che non ci sono soldi», ci dice a telefono. Una situazione inaccettabile che smentisce le ambizioni di una città designata capitale europea della cultura e gli impegni presi per renderla accessibile a tutti. Ai forestieri, forse, ma non ai suoi abitanti.

Non era rimasta insensibile l’ex assessore alle Politiche sociali, Marilena Antonicelli, che aveva preso a cuore il problema e grazie al suo intervento alcuni mesi fa il Comune ha realizzato un montascale che consente a Muscatiello di uscire di casa fino al pianerottolo della palazzina dove abita con la moglie, in largo Leopardi, nel rione Spine Bianche. La libertà dell’ex impiegato comunale finisce qui. La mancanza di uno scivolo tra l’ingresso e la sede stradale gli impedisce di andare oltre. Al mondo esterno non ha accesso. Non è rimasta insensibile neppure Gelsomina Cimino, avvocato del foro romano, che quando ha appreso della storia di Muscatiello si è offerta ad assisterlo gratuitamente. Il legale ha già diffidato il Comune ad adempiere alle leggi in materia, accogliendo l’istanza del proprio assistito, e ha minacciato di ricorrere al Tar ed eventualmente ad un commissario ad acta.

L’avvocato Cimino definisce la vicenda «un caso di ordinaria malagestione amministrativa» risparmando probabilmente altri aggettivi più duri. Ma l’inerzia che contraddistingue la storia merita già una condanna morale. La realtà è che oggi Marzio Muscatiello vive nella «prigione» di una casa popolare di appena 40 metri quadri che limita tutti i suoi movimenti. Gli spazi angusti gli impediscono di usare la sua carrozzina ostacolando finanche l’accesso al bagno. Con grande fatica, l’uomo si trascina su una sedia d’ufficio con le rotelle.

L’avvocato ha scritto al sindaco, all’ex assessore Antonicelli (sostituita nel frattempo da Mariangela Liantonio), al dirigente del Settore Patrimonio e per conoscenza all’Associazione nazionale mutilati e invalidi civili segnalando fra l’altro la grave situazione di disagio in cui versa Muscatiello «ha causato una forte frustrazione psicologica, come accertato dal neurochirurgo della Asm che lo assiste da due anni, attraverso disturbi del sonno e dell’umore», ma anche «grave isolamento, calo dell’autostima e una fortissima depressione».

A nulla è servito il gesto estremo, attuato da Muscatiello lo scorso 4 gennaio, di incatenarsi all’ingresso di Palazzo di città minacciando di darsi fuoco con la benzina. Nel frattempo la somma di 40 mila euro alla quale avrebbe avuto diritto per poter effettuare i lavori in casa eliminando le barriere architettoniche si sarebbe ridotta, dopo nuovi conteggi, a 15 mila. Nonostante questo, il Comune si sarebbe nascosto dietro il paravento di una misteriosa graduatoria e la giustificazione che non ci sono soldi. A fronte di numerosi solleciti di Muscatiello, secondo l’avvocato Cimino, gli uffici della presidenza della Regione avrebbero addirittura risposto che i fondi destinati ad opere di abbattimento delle barriere architettoniche si sarebbero persi nei meandri della burocrazia. Il che solleverebbe un problema ancora più grave sulla gestione di soldi pubblici e sull’amministrazione finanziaria dell’ente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie