Giovedì 29 Settembre 2022 | 20:41

In Puglia e Basilicata

IL CASO

«Vessazioni alle lavoratrici sanitarie di Matera, grande assente l'Asm»

«Vessazioni alle lavoratrici sanitarie di Matera, grande assente l'Asm»

La protesta del sindacato Fials sulla sanità a Matera

La denuncia del sindacato Fials: «La parte datoriale diserta per la terza volta il confronto». E la Regione Basilicataa discute in Consiglio sulla parità di genere

24 Giugno 2022

«Giovedì 23 giugno si è tenuto il quarto incontro in modalità videoconferenza dinanzi alla Consigliera Regionale di Parità, Ivana Pipponzi.  L’iter è stato avviato a novembre 2021 dalla segreteria Fials Matera per sostenere alcune lavoratrici infermiere e operatrici socio sanitarie dipendenti della Asm che denunciavano vessazioni e aggressioni verbali varie da parte di una posizione organizzativa. Grande assente la Asm. La parte datoriale, pur regolarmente convocata dalla Consigliera di Parità, per la terza volta consecutiva ha dissertato l’incontro».

E' quanto denuncia la segreteria materana della Federazione Italiana Autonomie Locali e Sanità nei confronti dell'Azienda sanitaria locale. Tale «scelta», secondo la Fials, «dimostra assenza di interesse del datore di lavoro pubblico in materia di pari opportunità, per giunta ignorando le convocazioni di un pubblico ufficiale. Qualunque Azienda virtuosa e corretta, virtuosamente amministrata si sarebbe subito attivata per contrastare un fenomeno in aumento, quello del mobbing che per colpa di un datore di lavoro assente ha raggiunto  livelli di guardia importanti. Ancora una volta la Asm - attacca la Fials - ha dimostrato tutto il suo disinteresse verso il benessere psicofisico delle lavoratrici vittime di violenza, sono inutili gli slogan, i manifesti e le iniziative propagandistiche come le panchine rosse, nelle giornate simbolo se poi non si mettono in campo azioni concrete e soprattutto se poi con i fatti si mostra colpevole distanza da lavoratrici e lavoratori fino al punto di ignorare le convocazioni istituzionali. Comprensibile la scelta della Consigliera di Parità di diffidare formalmente l’Asm - neppure il buon senso e la correttezza di preavvertire l’assenza - Consigliera che da diversi mesi sta tentando di risolvere questa annosa vicenda, dalla cui relazione dipende buona fetta dei fondi del Pnrr».

La Fials Matera auspica «un duro intervento dell'avvocato Pipponzi nei confronti dei vertici Asm perché le violenze di genere non devono rimanere lettera morta per essere tirate fuori all’occorrenza il 25 novembre nella giornata contro la violenza sulle donne o l’8 marzo, la violenza di genere va combattuta ogni giorno». La denuncia della Fials sulla questione pari opportunità giunge a pochi giorni dalla seduta straordinaria del 28 giugno, alle ore 11.45, a Potenza, del Consiglio regionale della Basilicata che affronterà proprio «la discussione sui temi della parità di genere, come stabilito nella Conferenza dei Capigruppo del 23 maggio scorso, e poi l’esame di proposte e disegni di legge e di mozioni». In particolare, la discussione sulla parità di genere è stata richiesta dalla Commissione regionale pari opportunità in seguito alle polemiche scaturite da una frase sessista rivolta durante una riunione dell’assemblea dal consigliere regionale Rocco Leone (Fdi) nei confronti dell’assessore alle infrastrutture, Donatella Merra (Lega).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725