Giovedì 19 Maggio 2022 | 23:29

In Puglia e Basilicata

Sanità

Pochi medici radiologi: nervo scoperto a Matera

Pochi medici radiologi: nervo scoperto a Matera

Carenza di organico del 50 per cento. Fials in stato di agitazione

28 Aprile 2022

Donato Mastrangelo

MATERA - Sette medici radiologi costretti a coprire con i loro turni non soltanto l'ospedale Madonna delle Grazie di Matera ma per le evidenti carenze di organico, il cui deficit sarebbe attestato al 50 per cento, anche le strutture ospedaliere di Policoro e Tricarico. Una situazione che sta penalizzando i servizi a beneficio dell'utenza e gli stessi professionisti costretti ad un tour de force che rischia di logorarne la normale tenuta lavorativa.

È il nervo scoperto dell'Asm di Matera che sembra accusare un depotenziamento, in termini di risorse umane ma anche strumentali, che rischia di minare ulteriormente l'offerta sanitaria della struttura. Sullo sfondo, ovviamente, grava anche una discutibile programmazione politica del comparto sanitario regionale oggetto proprio in questi giorni di un ampio dibattito. Il segretario generale Fials Matera, Giovanni Sciannarella e il segretario provinciale Fials Adms, Angelo Fracchiolla martedì scorso hanno inviato una nota al Prefetto di Matera, Sante Copponi e ai vertici ASM per proclamare lo stato di agitazione dei dirigenti medici radiologi della Asm. «L'Asm - sostiene la Federazione Italiana Autonomie Locali e Sanità - non ha dato risposte concrete alle giuste richieste dei lavoratori». Una criticità relativa al «fortissimo disagio organizzativo e lavorativo» che la Fials ha già denunciato con due note legali inviate all'Asm il 15 novembre 2021 e del 7 aprile 2022.

«La Radiologia di Matera è Unità Operativa da tempo caratterizzata da una strutturale carenza di personale medico, divenuta progressivamente più grave ed incisiva nell’ultimo anno solare con una ulteriore riduzione di dirigenti radiologi (4 unità in meno) in nessun modo sostituiti. La Asm non si è adeguatamente attivata per assumere in numero sufficiente medici radiologi, in grave, gravissima carenza di organico, pur trattandosi di un servizio centrale nell’attività di assistenza ospedaliera. La situazione è ancor più seria e delicata presso l’ospedale di Policoro, dove la U.O.C. di Radiologia oggi registra la presenza di un solo dirigente medico radiologo». Per Fials così stando le cose sono a repentaglio gli standard qualitativi e quantitativi essenziali dell’assistenza sanitaria. I radiologi di Matera già dal 2020, rileva la sigla sindacale, hanno dovuto prestare più volte servizio nel corso della settimana nella sede di Policoro. Lo hanno fatto con disponibilità, buon senso e spirito di sacrificio ma di fatto risultando esposti a «turni prolungati oltre il legalmente consentito e forte carico di lavoro indotta dalla inadeguatezza dell’organico anche il disagio naturale e comprensibile connesso con lo spostamento sulla diversa sede». Un modus operandi da parte dell’Azienda sanitaria che sarebbe quindi divenuto progressivamente «strumento di copertura ordinaria dei turni di servizio presso la diversa e distante U.O.C. di Radiologia di Policoro anche attraverso l’utilizzo abnorme dell’istituto contrattuale della pronta disponibilità».

«Ormai - sostiene il dott. Fracchiolla - è sempre più stressante assicurare la copertura del servizio all’ospedale di Matera e al contempo coprire le esigenze di realtà ospedaliere come Policoro. A ciò si aggiunga il fatto che la Regione Basilicata continua a nicchiare sui servizi di tele-radiologia che, se implementati all’ospedale di Matera potremmo consentire ai medici radiologici di limitare gli spostamenti verso le altre strutture sanitarie dell’Asm. Invece siamo sottoposti a turni stressanti, senza la giusta dotazione di riposi e con il rischio di incorrere nell’errore. La carenza di medici con riguarda solo Radiologia ma anche altri reparti, Molti professionisti vanno via. Non siamo più attrattivi e percepiamo le buste paga tra le più basse d’Italia e non solo della Basilicata».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725