Giovedì 03 Dicembre 2020 | 16:05

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Materano
Montescaglioso, ruba energia elettrica per oltre 6mila euro: ai domiciliari

Montescaglioso, ruba energia elettrica per oltre 6mila euro: ai domiciliari

 
Il caso
Covid 19, Tar Basilicata rigetta istanza contro chiusura delle scuole

Covid 19, Tar Basilicata rigetta istanza contro chiusura delle scuole

 
le dichiarazioni
G20 Ministri degli Esteri a Matera, Bennardi: «Ritorno su scena internazionale»

G20 Ministri degli Esteri a Matera, Bennardi: «Ritorno su scena internazionale». Di Maio: promuoviamo nostre eccellenze

 
Nel Materano
Investito da furgoncino sulla SS Jonica a Policoro: morto sul colpo

Investito da furgoncino sulla SS Jonica a Policoro: morto sul colpo

 
Lotta al virus
Matera, altri 34 posti letto per i malati di Covid nell'ospedale

Matera, altri 34 posti letto per i malati di Covid nell'ospedale

 
sanità
Matera, sindacati si schierano in difesa dell'soedale

Matera, sindacati si schierano in difesa dell'ospedale. Regione: «Sì a tavolo permanente»

 
controlli della ps
Matera, nascondeva eroina nel tappo della benzina della sua auto: 31enne arrestato

Matera, nascondeva eroina nel tappo della benzina della sua auto: 31enne arrestato

 
Nel Materano
Bernalda, la protesta di un disabile: «In casa avevo operai in attesa dell'esito del tampone»

Bernalda, la protesta di un disabile: «In casa avevo operai in attesa dell'esito del tampone»

 
Il caso
Covid 19, consiglio comunale a Matera: «Non depotenziare l'ospedale»

Covid 19, consiglio comunale a Matera: «Non depotenziare l'ospedale»

 
la lettera
Matera, sindaco scrive a Conte: «L'ospedale sia tutelato»

Matera, sindaco scrive a Conte: «L'ospedale sia tutelato»

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari pronto a calare il poker: dicembre mese della verità

Bari pronto a calare il poker: dicembre mese della verità

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl caso
«In ospedale Taranto rubati oggetti ai morti di Covid», la Asl risponde: «Sono in cassaforte»

«In ospedale Taranto rubati oggetti ai morti di Covid», la Asl risponde: «Sono in cassaforte»

 
FoggiaPrefetto
Incendiata porta di casa del capitano del Foggia: disposte misure di protezione

Incendiata porta di casa del capitano del Foggia: disposte misure di protezione

 
LecceNel Salento
Pusher con reddito di cittadinanza: sequestrati 625mila euro in casa della madre a Taviano

Pusher con reddito di cittadinanza: sequestrati 625mila euro in casa della madre a Taviano

 
PotenzaA Potenza
Cura con anticorpi monoclonali, sperimentazione al «San Carlo»

Cura con anticorpi monoclonali, sperimentazione al «San Carlo»

 
BariLa manifestazione
Bari, festa senza brindisi per i ristoratori: «Situazione drammatica, ora è tragica»

Bari, festa senza brindisi per i ristoratori: «Situazione drammatica, ora è tragica»

 
BatL'opinione
I diversamente abili dimenticati durante il Covid

I diversamente abili dimenticati durante il Covid

 
MateraNel Materano
Montescaglioso, ruba energia elettrica per oltre 6mila euro: ai domiciliari

Montescaglioso, ruba energia elettrica per oltre 6mila euro: ai domiciliari

 
BrindisiL'iniziativa
Brindisi, al Perrino sostegno psicologico ai parenti dei degenti

Brindisi, al Perrino sostegno psicologico ai parenti dei degenti

 

i più letti

Il caso

Policoro, lotta al caporalato: 10 persone denunciate dai carabinieri

Gli indagati, tutti italiani di età compresa tra i 34 e i 55 anni, 9 uomini e 1 donna residenti nelle vicine province di Taranto e Brindisi, di cui 6 già noti alle forze dell’ordine, a vario titolo, reclutavano braccianti

Policoro, lotta al caporalato: 10 persone denunciate dai carabinieri

MATERA - Accusate di intermediazione illecita di manodopera da sfruttare nei campi di Montalbano Jonico e Scanzano Jonico (Matera), dieci persone, residenti in Puglia, sono state denunciate dai Carabinieri nell’ambito di indagini contro il caporalato coordinate dalla Procura della Repubblica della Città dei Sassi. In particolare, le indagini riguardano un periodo compreso tra il 2014 e il 2016.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, le dieci persone indagate - nove uomini e una donna - reclutavano per i datori di lavoro braccianti agricoli per farli lavorare anche 10-12 ore al giorno, con una paga giornaliera di 27 euro (circa tre euro all’ora), mentre il resto rimaneva ai caporali. I braccianti «lavoravano - è sottolineato in un comunicato diffuso dall’Arma - senza soluzione di continuità e in assenza delle più basilari norme in materia di sicurezza ed igiene».

«Gli avvisi di garanzia di questa mattina a carico di dieci persone accusate di sfruttamento della manodopera in agricoltura in alcune aziende del Materano» sono "l'ennesima riprova della presenza dilagante della illegalità nella nostra regione». Lo scrivono, in una nota, i segretari regionali e provinciali di Cgil e Flai, secondo i quali «atti del genere rischiano di connotare l’economia della Basilicata mettendo a repentaglio la tenuta sociale della regione, a partire proprio dallo sfruttamento della manodopera non solo straniera, ma anche italiana, in agricoltura».
Per i rappresentanti sindacali, «è necessario che le istituzioni intervengano celermente per garantire il rispetto della legalità. Solo un’azione capillare e precoce sul territorio da parte delle istituzioni può davvero mettere un freno al fenomeno del caporalato. È evidente che non si può più aspettare. La Regione Basilicata - hanno aggiunto i dirigenti della Cgil - ha il dovere di mettere in campo tutte le azioni necessarie per mettere fine a questa piaga sociale che in questo particolare momento di crisi, oltre a danneggiare i diritti e la dignità dei lavoratori coinvolti, danneggia quelle aziende agricole che agiscono nel rispetto delle norme. Facciamo in proposito appello ai prefetti affinché - hanno continuato istituiscano presso l’Inps la rete del lavoro agricolo di qualità, come avvenuto già in diverse province italiane, al fine di selezionare imprese agricole e altri soggetti indicati dalla normativa vigente che, su presentazione di apposita istanza, si distinguono per il rispetto delle norme in materia di lavoro, legislazione sociale, imposte sui redditi e sul valore aggiunto».
Infine Cgil e Flai chiedono che «il collocamento dei lavoratori in agricoltura torni ad essere obbligatoriamente pubblico».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie