Lunedì 27 Settembre 2021 | 21:37

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Maltempo

Giovani materani intrappolati nell’inferno del tifone «Faxai» in Giappone

Paura per un gruppo dell’Accademia Nipponica di Matera

Giovani materani intrappolati nell’inferno del tifone «Faxai» in Giappone

MATERA - Momenti di forte apprensione per quattro giovani materani ed un coetaneo di Bari che formano la delegazione dell'Accademia Nipponica Italiana di Matera, in Giappone per uno scambio culturale che li vedrà protagonisti di alcuni incontri istituzionali tra Tokyo, Osaka e Kyoto. Ieri, si sono ritrovati nel pieno del tifone Faxai transitato sul Pacifico occidentale con venti sino a oltre 200 chilometri orari.

Claudio Buono, Alberto Gallo, Eustachio Brucoli, Luigi Paolicelli e il pugliese Giovanni Fullone, di età compresa tra i 17 e i 25 anni, hanno dovuto fare i conti anche loro con la violenza e la devastazione del Faxai che ha provocato 2 morti, tra cui una donna scaraventata contro un muro, e 50 feriti, lasciando 900 mila famiglie senza luce per molte ore. La tempesta di vento e pioggia ha inoltre provocato il danneggiamento di molte strutture lungo la costa e duemila persone sono state evacuate, 400 mila dall'area metropolitana.

Diversi i disagi nella circolazione, sia ferroviaria che aerea, a causa della sospensione o cancellazione di molti treni, e della chiusura dell'aeroporto cittadino, dell'autostrada e della metropolitana.

«Abbiamo trovato una città in preda al caos – hanno fatto sapere i giovani, telefonicamente, alle famiglie - per l'interruzione dei trasporti, ma la situazione si è comunque normalizzata in alcune ore e sembra ormai completamente ritornata alla tranquillità. Pur con tutte le inevitabili preoccupazioni – ha aggiunto Eustachio Brucoli – abbiamo potuto constatare l'efficienza dei giapponesi, che nonostante la condizione di emergenza hanno saputo mantenere la calma e mettere in pratica tutte le misure per evitare guai maggiori».

Gli stessi giovani dell'Accademia Nipponica di Matera, tre studenti e due specializzandi in Medicina, hanno rassicurato i parenti, già nella serata di ieri, anche se costretti a restare in albergo per molte ore. Stamane, riprenderà la loro visita a Tokyo dove si fermeranno per alcuni giorni prima di spostarsi in altre città. L'Ambasciata italiana a Tokyo, già sabato scorso, aveva raccomandato ai connazionali in Giappone di esercitare prudenza e di monitorare gli aggiornamenti della situazione, attenendosi scrupolosamente alle indicazioni impartite dalle autorità locali.

L'Accademia Nipponica di Matera è attiva per gli scambi con l'Oriente ed ha promosso, negli ultimi anni, iniziative culturali tra la Basilicata e il Giappone. L'occasione di Matera capitale 2019 ha dato l'opportunità di riattivare il dialogo e la cooperazione con Tokyo e altre città.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie