Martedì 02 Giugno 2020 | 23:48

NEWS DALLA SEZIONE

nel Materano
Grassano, ladri strappano la cassaforte dell'ufficio postale

Grassano, ladri «strappano» la cassaforte dell'ufficio postale

 
Arte
Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

Fase 2 a Matera, riaprono i siti delle chiese rupestri nei Sassi

 
Il caso
Ferrandina, non c'è pace per la bonifica del sito della ex Materit

Ferrandina, non c'è pace per la bonifica del sito della ex Materit

 
La decisione
Fase 2 a Matera, il Fai riapre casa Noha per la Festa della Repubblica

Fase 2 a Matera, il Fai riapre casa Noha per la Festa della Repubblica

 
Industria
Matera, la Fiera del Mobile? «Possiamo provarci noi»

Matera, la Fiera del Mobile? «Possiamo provarci noi»

 
tecnologia
veduta di Montescaglioso

Montescaglioso, dal Comune un «no» deciso alla sperimentazione 5G

 
Lavori pubblici
Matera, sicurezza stradale: nuovo intervento Anas sulla «Basentana»

Matera, sicurezza stradale: nuovo intervento Anas sulla «Basentana»

 
BASILICATA
Policoro, moria insolita di carpe. Colpevoli i fitofarmaci?

Policoro, moria insolita di carpe. Colpevoli i fitofarmaci?

 

Il Biancorosso

Lutto
Bari calcio, addio a Gigi Frisini ex biancorosso e dirigente sportivo

Bari calcio, addio a Gigi Frisini ex biancorosso e dirigente sportivo

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'iniziativa
Bari, il San Nicola-Topolino consegnato dalla star dei tattoo a Decaro

Bari, il San Nicola-Topolino consegnato dalla star dei tattoo a Decaro

 
PotenzaL'incidente
Si schianta con la moto sull'Appennino Bolognese: muore 27enne di Potenza

Si schianta con la moto sull'Appennino bolognese: muore 27enne di Potenza

 
LecceL'iniziativa
Fase 2, in Salento si simula una festa patronale con luci e banda

Fase 2, in Salento si simula una festa patronale con luci e banda

 
TarantoIl siderurgico
Arcelor Mittal, Rizzo (Usb): «Da multinazionale schiaffo al governo»

Arcelor Mittal, Rizzo (Usb): «Da multinazionale schiaffo al governo»

 
BrindisiAmbiente
Oasi Torre Guaceto

Brindisi, Consorzio di Torre Guaceto unico ente italiano al «Monaco Blue Initiative»

 
FoggiaIl fatto
Cerignola, vigili urbani esclusi dalla processione e scoppia la polemica

Cerignola, vigili urbani esclusi dalla processione e scoppia la polemica

 
BatNel Nord Barese
Trani porto

Trani, stop alla movida irresponsabile

 

i più letti

Occasione sciupata

Matera, i fossili della balena Giuliana ancora nelle casse di legno: la protesta

I fondi sono bloccati al Mibac, e gli imprenditori nicchiano

Matera, i fossili della balena Giuliana ancora nelle casse di legno: la protesta

Perché la balena Giuliana resta ancora nelle casse di legno e non viene valorizzata e perché gli 80 mila euro destinati ai primi interventi di restauro del fossile del Pleistocene sono bloccati al Mibac? Forse la Soprintendenza lucana, nella richiesta di fondi al ministero, non ha indicato la priorità di recupero per questo bene?

Per fare chiarezza su un patrimonio su cui sia l’amministrazione comunale che la Fondazione 2019 non hanno voluto investire nell’anno della capitale europea, l'esperto incaricato dal Comune per la valorizzazione del reperto archeologico, il giornalista scientifico Renato Sartini, autore del documentario dal titolo “Giallo ocra-Il mistero del fossile di Matera”, dice alla Gazzetta di aver presentato il piano di comunicazione sulla balena a dicembre del 2018 e che sino ad oggi «non ha avuto alcun riscontro dall'amministrazione De Ruggieri, nonostante le sollecitazioni».

«Al di là dei fondi pubblici, è incredibile - chiarisce Sartini - che nessuno abbia ancora aperto gli occhi su quanto sia colossale l’importanza della balena Giuliana. E per quanto riguarda i fondi ministeriali, bisognerebbe capire se è stata indicata la priorità del bene per direzionare i soldi sin dall'inizio con un ordine di importanza. In questi mesi poi abbiamo registrato alla Regione Basilicata la posizione dei 5 Stelle, che hanno detto di essere disponibili a dare 10 mila euro di tasca propria per smuovere la situazione e, curiosamente, nessun imprenditore o gruppo di imprenditori si è fatto avanti per destinare fondi nell’ottica del restauro della balena».

Perché quale potrebbe essere l’idea?
«Donazioni private per dare luce finalmente ad un ritrovamento che ci invidia il mondo. Possibile che nessun imprenditore materano ci abbia pensato?».
E a chi li danno i soldi, se nessuno del pubblico vuole muovere un dito?
«A Roma, per fare un esempio, ho seguito la riqualificazione di un parco pubblico che era chiuso. E’ stato costituito un comitato e in quattro mesi sono stati raccolti 80 mila euro».

E dopo?«Nel caso di Matera, si fa in modo di rendere disponibili i soldi alla Soprintendenza a co dizione che vengano usati per la musealizzazione della balena. Certo, anche Matera 2019 non ha investito sulla balena e questo è un altro problema. Eppure quel bene spingerebbe tutto il territorio, non farlo è sicuramente un errore strategico».
Ma cosa si può fare, subito, in attesa che qualcuno rinsavisca?
«Musealizzare quello che si può. La bulla timpanica va rispolverata, la prendi e la esponi con una adeguata cartellonistica, in più lingue. La gente si incuriosisce e cominci un percorso. Insomma, bisogna seminare oggi, subito, affinché ci sia già qualcosa da toccare con gli occhi, cioè la bulla timpanica su cui si sofferma il recente studio pubblicato su Biology Letters, che parla del più grande fossile di balena mai descritto e, forse, della più grande balena che abbia mai solcato le acque del Mar Mediterraneo».
Magari qualcuno pensa di spingere Giuliana nel 2020, visto che il 2019 è ormai andato?
«Sì, ma serve il piano di comunicazione, non si può prescindere anche da quello».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie