Venerdì 24 Settembre 2021 | 12:16

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

L'artista lucano a Roma

Matera, il presepe di Franco Artese per il Presidente Mattarella

L'11 dicembre l’inaugurazione della natività ambientata nei sassi di matera

Matera, il presepe di Franco Artese per il Presidente Mattarella

MATERA - Il Maestro dei presepi monumentali, il lucano Franco Artese, sta già allestendo al Quirinale la sua Natività, ancora una volta ambientata nello scenario dei Sassi di Matera.
Nella Sala D’Ercole della residenza del Presidente della Repubblica, l’11 dicembre, di pomeriggio, l’opera sarà inaugurata da Sergio Mattarella.
«Una grande emozione realizzare il mio presepe per il Presidente - dice dalla capitale l’artista originario di Grassano - e questo a coronamento di una lunga carriera, circa 40 anni, in cui ho proposto i miei lavori dovunque in Italia e nel mondo, quasi sempre nella cornice degli antichi rioni di tufo. Questo di Roma, dove ho già realizzato presepi nella Basilicata di San Crisogono, a Trastevere, in via Veneto, sotto le mura Aureliane, e nel 2012 in piazza San Pietro con l’Apt Basilicata, mi auguro sia un anticipo del grande evento che nel 2019 vedrà proprio Matera alla ribalta internazionale come capitale europea della cultura».
L’Apt Basilicata, che promuove la Natività di Artese al Quirinale, fa sapere che «prosegue il cammino dei presepi monumentali della Basilicata, iniziato nel 2009 ad Assisi, nell’anno in cui la donazione dell’olio a San Francesco fu affidata ai lucani, con una tappa prestigiosa: il Quirinale. La “Casa degli Italiani” ospiterà dal 12 dicembre al 5 gennaio 2019 un nuovo allestimento del prestigioso presepe di Franco Artese, reso possibile e organizzato dall’Apt».
L’opera di quest’anno si sviluppa su un’area di 40 metri quadrati per un’altezza di circa 6 metri, realizzata in polistirene, pietra, legno e ferro, con circa centoventi personaggi in terracotta.

Il presepe di Artese, sottolinea l’Apt, «è il racconto della nascita di Gesù nel contesto di un paesaggio che non ha eguali, dei borghi della Basilicata e dei Sassi di Matera, quelli che Pasolini scelse per il suo “Vangelo” affermando di aver ritrovato qui i volti e i luoghi “intatti” che in Palestina erano andati perduti. Un’opera capace di raccontare, insieme al mistero della Nascita, la storia, la cultura e il paesaggio di una Terra ricca di naturale spiritualità, millenario crocevia di popoli e tradizioni, che oggi si offre ai visitatori per sorprenderli in un viaggio senza tempo fra chiese rupestri, abbazie, santuari, cattedrali, borghi, in cui rivive la storia dell’umanità intera. Sulla scena si vedranno “quadri” che rappresentano diversi momenti della vita quotidiana, in un ambiente semplice e laborioso, che attinge a immagini tratte da riti e tradizioni della civiltà rurale lucana».
L’allestimento in una delle sale storiche del Palazzo del Quirinale, chiarisce l’Azienda di promozione turistica della Basilicata, «ha suggerito la creazione di una scena avulsa dal contesto abituale ma piuttosto simbolica di un fondamentale e costantemente auspicato legame tra la comunità lucana e lo Stato, proponendo il ricordo di un importante evento per la Basilicata, la visita del presidente del Consiglio Giuseppe Zanardelli, fatta su sollecitazione dell’amico Giustino Fortunato e di altri parlamentari lucani, nel settembre del 1902»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie