Lunedì 21 Gennaio 2019 | 00:59

NEWS DALLA SEZIONE

L'annuncio
Matera 2019, Bonisoli: «10 mln in arrivo per musei Lanfranchi e Ridola»

Matera 2019, Bonisoli: «10 mln in arrivo per musei Lanfranchi e Ridola»

 
La lettera
«Gazzetta» in edicola: nuovo appello a Mattarella

«Gazzetta» in edicola: nuovo appello a Mattarella

 
La cronaca della giornata
È il giorno di Matera 2019, da oggi è Capitale Europea della Cultura

Matera 2019, cerimonia con Mattarella: «Giorno di orgoglio per l'Italia» VD-Foto

 
La nota
Matera 2019, Pittella: «È la vittoria dei sogni»

Matera 2019, Pittella: «È la vittoria dei sogni»

 
Dopo i lavori
Matera 2019: domani riapre la stazione Fal

Matera 2019: domani riapre la stazione Fal

 
Trasporti
Fal, treni svizzeri per la tratta Bari-Matera: 23 mln di investimenti

Fal, treni svizzeri per la tratta Bari-Matera: 23 mln di investimenti

 
L'evento
Matera 2019, il premier Conte alla cerimonia di inaugurazione

Matera 2019, il premier Conte alla cerimonia di inaugurazione

 
La manifestazione
Matera 2019, 38mila bandierine per la cerimonia inaugurale

Matera 2019, oltre 38mila bandierine per la cerimonia inaugurale

 
Pioggia torrenziale in Basilicata
Maltempo in Basilicata, cede muro di contenimento: evacuate 18 famiglie

Maltempo, cede muro di contenimento a Tricarico: evacuate 18 famiglie

 
Ambiente ferito
Matera, Trivelle nello Ionio: «Un attentato a economia turistica e della pesca»

Matera, Trivelle nello Ionio: «Un attentato a economia turistica e della pesca»

 
La decisione
Matera 2019, scuole chiuse per la cerimonia del 19 gennaio

Matera 2019, scuole chiuse per la cerimonia del 19 gennaio

 

PHOTONEWS

Università

Matera, campus a fine ottobre finalmente disponibile?

Uno spazio atteso da tempo che sconta ritardi e inadempienze

Matera, il Campus è in arrivoma non c'è lo studentato

MATERA - Se finalmente son rose, fioriranno. Un'altra data, fine ottobre, per la consegna del campus universitario di rione Lanera. L'ha indicata nei giorni scorsi Aurelia Sole, rettore dell'Università della Basilicata, a margine della presentazione, a Potenza, dei progetti per gli incubatori d'impresa. Tra meno di un mese, dunque, lo spostamento delle attività universitarie dalla sede di Palazzo San Rocco (e probabilmente degli altri spazi di via Lazazzera) alla struttura riqualificata che una volta ospitava l'ospedale civile.

«Il periodo natalizio – ha chiarito Sole – sarà utile per fare tutti gli spostamenti». Dunque, se tutto procederà per il verso giusto, in base alle dichiarazioni del rettore, entro la fine dell'anno si potrà completare il trasferimento.
«Noi siamo i primi a voler aprire al più presto il campus», ha aggiunto in un’intervista televisiva.
A maggio del 2015 ci fu l’approvazione del nuovo contratto di appalto per il campus: consegna dei lavori in 390 giorni, a partire dal 14 di quel mese, la proroga per il completamento dell’opera e i 9 milioni di euro già dedicati allo scopo per portare avanti gli interventi. È la terza impresa che si cimenta nel cantiere di Lanera.
La Regione Basilicata, per scongiurare la perdita di finanziamenti europei per via del loro mancato impegno, con una delibera della giunta del 22 giugno 2016 destinò 3,7 milioni (da fondi Fsc 2007-2013) - facendoli transitare attraverso il Comune - per il completamento dell’intervento “Campus Universitario di Matera”, in quanto rilevante per il ruolo di Matera capitale europea della cultura per il 2019.

«La speranza è che questa struttura tanto attesa venga finalmente resa fruibile – dice Giuseppe Amatulli, segretario provinciale della Cisl – . Il problema, tuttavia, è sempre lo stesso qui da noi, per questa come per altre vicende: continua a mancare il confronto con le parti sociali, con i sindacati. Sarebbe il caso di apprendere le notizie direttamente attraverso un dialogo con le istituzioni e non solo dalla tv e dai giornali, sarebbe utile per capire sino a che punto, in generale, non vengano mantenuti gli impegni e di chi siano le responsabilità. Il ministro Lezzi, che continua giustamente a venire a Matera – aggiunge Amatulli – avrebbe potuto chiedere lumi anche sul progetto per il polo universitario materano, perché no, non avrebbe fatto male, invece di bacchettare e basta».

«I progetti per il polo universitario materano avrebbero dovuto essere parte integrante del pacchetto di Matera capitale – sottolinea Franco Coppola, segretario della Uil –, del resto la scuola, l'università non sono forse cultura? Il campus è essenziale in tal senso, è uno spazio troppo importante per farne ancora a meno. E non dimentichiamo che liberare il palazzo di san Rocco, dove dovrebbero insediarsi le imprese, è possibile solo con il trasferimento delle attività universitarie al campus. Ci auguriamo – conclude Coppola – che quest'altra data venga rispettata. Inutile ribadire quanto siamo in ritardo sulla tabella di marcia, una vera Odissea».

Ma il campus da avviare è solo una parte del progetto previsto per gli studenti, visto che manca all’appello lo studentato, nella parte alta del complesso che ospitò il nosocomio cittadino. Lì sopra stanno lavorando, ma certo siamo ancora lontani dall'ultimazione. Gli interventi per lo studentato (ex Padiglione Stella dell’ospedale) sono gestiti non dall’Università, ma dalla Regione Basilicata.

«Non c'è tempo da perdere e bisogna fare in fretta – ha fatto presente il Movimento 5 Stelle della Regione nelle settimane scorse – perché il polo universitario di Matera è un importante volano di sviluppo per l'intera regione, capace di intercettare le esigenze di un bacino di utenza di non poco conto come quello pugliese, calabrese e, perché no, internazionale con i numerosi programmi di mobilità studentesca».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400