Martedì 22 Gennaio 2019 | 11:48

NEWS DALLA SEZIONE

A Giuggianello
Rave party illegale in Salento: 5 denunciati per festa in capannone

Rave party illegale in Salento: cinque denunciati per festa in capannone

 
Nella notte
Tap, acqua contaminata: blitz delle Tute blu davanti ad azienda di Martano

Tap, acqua contaminata: blitz delle «Tute blu» davanti ad azienda di Martano

 
A Miggiano
Lecce, cade dal tetto di un capannone industriale: morto 72enne

Lecce, cade dal tetto di un capannone: morto 72enne

 
Lotta alla droga
Lecce, trovato con 7 chili di marijuana: arrestato 19enne

Lecce, nascondeva 7 kg di marijuana in garage: arrestato 19enne

 
Il gasdotto
Tap, al via l'esame dei periti della Procura: presente anche Emiliano

Tap, al via esame periti della Procura: in aula anche Governatore Emiliano

 
L'appello
L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

 
la vertenza salento
Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

 
Truffa nel Leccese
Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

 
Ambiente
Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

 
In Salento
Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

 
A Castrignano del Capo
Beve in un bar detersivo al posto dell'acqua: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

Chiede acqua in un bar e gli servono brillantante: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

 

Un 32enne

Maglie, calcio alla compagna
per farla abortire: arrestato

Maglie, calcio alla compagnaper farla abortire: arrestato

MAGLIE - Colpisce con un calcio al ventre la compagna per farla abortire e dopo mesi di maltrattamenti viene arrestato. Sono stati i carabinieri della locale stazione appartenente alla compagnia cittadina ad eseguire un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Tribunale di Lecce nei confronti di G. N., 32enne del posto che si sarebbe reso autore di violenze e maltrattamenti nei confronti di una donna.

Atti crudeli che stavano per sfociare in una vera e propria tragedia, quale la perdita di un nascituro.
Gli abusi sarebbero cominciati nel mese di agosto del 2017 e sarebbero proseguiti fino allo scorso mese di gennaio. Nei confronti della compagna, il 32enne si sarebbe comportato in maniera violenta perché non voleva che portasse a termine una gravidanza da lui indesiderata.

All’inizio l’uomo avrebbe assunto una serie di comportamenti minatori, molesti, ingiuriosi e lesivi dell’incolumità della donna. Atteggiamenti tali da creare all’interno dell’abitazione domestica in cui la coppia viveva un clima di sopraffazione, sfociato poi in una violenta discussione.

L’alterco, su cui si sono concentrate le attenzioni dei militari e della Procura della Repubblica di Lecce presso cui è stato aperto un apposito fascicolo, sarebbe culminato con violento calcio al ventre della donna. Non solo, il compagno le avrebbe lanciato addosso anche varie suppellettili nel tentativo di cagionarle l’interruzione di una gravidanza di cui lui non voleva proprio saperne. Per fortuna così non è stato, perché il corpo della donna è riuscito, per fortuna, a proteggere la piccola creatura che cresceva nel grembo, pronta a vedere la luce.

L’uomo, al termine delle formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, dove si trova a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400