Lunedì 03 Ottobre 2022 | 14:34

In Puglia e Basilicata

Roca

Bagnante travolto dalla barca alla Grotta della Poesia: avviate due indagini

Bagnante travolto dalla barca alla Grotta della Poesia: avviate due indagini

Accertamenti condotti dalla guardia costiera. Il diportista denunciato per lesioni

10 Agosto 2022

Giuseppe Albahari

Due indagini per fare piena luce sull’incidente in mare che l’altro pomeriggio si è verificato nelle acque di Roca, marina del territorio di Melendugno. A proposito del quale c’è da dire che le condizioni del bagnante, il 29enne A.C. di Lizzanello, sono purtroppo sempre gravi, tali che i medici non hanno sciolto la prognosi che si erano riservata nel momento del ricovero nell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Il giovane era stato subito sottoposto ad un intervento chirurgico per rimediare ai danni che in casi analoghi si conosce essere prodotti sia dall’impatto dello scafo, sia dalle eliche dei natanti.

Le indagini, che scorreranno su binari paralleli ma necessariamente con molti punti di contatto, sono una di carattere penale, coordinata dalla Procura, e l’altra di carattere marittimo. Quest’ultima è coordinata dal tenente di vascello Walter Di Marco, comandante dell’Ufficio circondariale marittimo di Otranto che è competente per il litorale di Melendugno. Di norma, l’autorità marittima dispone di 60 giorni di tempo per concludere le istruttorie di incidenti in mare; é ipotizzabile che saranno necessarie tutti per fare chiarezza sulla vicenda, e ciò tanto per la sua articolazione, quanto per la sua gravità, e ricostruirne la dinamica.

Il diportista che ha travolto il giovane, che pare nuotasse a pelo d’acqua approfittando della trasparenza cristallina del mare per osservare il fondale, é il 44enne salentino M.C. Era alla guida della sua imbarcazione, che é stata sequestrata, insieme ad alcune persone: nessuna di loro era un suo congiunto. Appurare la motivazione di tali presenze a bordo, sarà uno degli obiettivi dell’indagine marittima. L’altro sarà sicuramente quello di determinare la distanza dell’imbarcazione dalla costa: l’ordinanza sulla sicurezza della balneazione recita che la navigazione è interdetta per una distanza di 200 o 100 metri, a seconda che si tratti rispettivamente di scogliere a picco o basse sul mare.

Intanto, il diportista - che va ricordato essersi fermato per soccorrere il giovane, che ha recuperato a bordo e trasportato nel porticciolo di San Foca - è stato denunciato per lesioni personali gravi. Il livello di gravità, rispetto a quanto contemplato dal codice penale, dipenderà dall’evoluzione delle condizioni del ferito. Più in generale, sull’intera vicenda si potranno avere certezze soltanto al termine delle indagini. Rimane l’aspetto. emotivamente coinvolgente, di un incidente che succede ad un giovane nel tempo delle vacanze, e per quanto possibile della spensieratezza, in un mare splendido, in un luogo magico qual è l’area antistante la Grotta della Poesia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725